Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico
Nei momenti più bui, ricorda sempre di fare un passo alla volta.
Voler ottenere tutto e subito è sciocco
Nei momenti più difficili, ricorda sempre che le abitudini stabiliscono un destino.
Stabilisci quelle che ti danno energia e crescita.
È solo nell’ora più profonda del Duat, nella Notte oscura dell’anima che possiamo vedere noi stessi.
E capire come superare la notte.
Non rifuggire l’oscurità, impara a vederci attraverso.
Tutto passa e scorre, il giorno diviene notte e la notte giorno.
Ciò che è bene per te ora domani diverrà un ostacolo e un impedimento, o un danno, e viceversa.
Tutto finisce e muta, come la pelle di un serpente.
Impara ad essere la volontà pura di vivere e non la pelle morta di un intento esaurito.
Tutto ciò che non supera l’alba del tuo nuovo giorno, non deve essere portato con te.
Il mondo è infinito, non giudicare perdite e guadagni come il piccolo pescatore che non ha mai visto l’Oceano.
Sconfinate sono le possibilità della Ruota.
Impara a fluire e solo allora senza occhi, senza orecchie né pensiero, vedrai, sentirai e capirai il Tao.
(Admin - Shamanism & Co. © 2011 - All rights reserved)


Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico

forum di sciamanesimo, antropologia, spirito critico, terapie alternative, esoterismo. Forum of shamanism, anthropology, criticism, alternative therapies and esoterism
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Calendula

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Calendula   Gio 17 Mar 2011 - 16:47

QUESTA SCHEDA CONTIENE INFORMAZIONI CHE POSSONO GENERARE SITUAZIONI DI PERICOLO E DANNI. I DATI PRESENTI HANNO SOLO UN FINE ILLUSTRATIVO E IN NESSUN CASO ESORTATIVO. PRIMA DI PROSEGUIRE SI PREGA DI LEGGERE ATTENTAMENTE LE AVVERTENZE.


AVVERTENZE:

Tutte le informazioni, voci e documenti riportati su Shamanism&Co sono da considerare ad ESCLUSIVO SCOPO DIVULGATIVO!
Le eventuali nozioni e/o procedure mediche, erboristiche di medicina popolare, ecc. NON POSSONO SOSTITUIRE IN ALCUN CASO IL CONSIGLIO DEL MEDICO o di qualunque altro operatore sanitario. Rivolgetevi sempre al vostro medico o altro addetto del settore sanitario per qualsiasi quesito possiate avere.
Shamanism&Co non può esser ritenuto responsabile dei risultati o delle conseguenze di un qualsiasi utilizzo o tentativo di utilizzo di una qualsiasi delle informazioni pubblicate.



Secondo una leggenda del popolo azteco si narra che i fiori della calendula (portata in Messico dai conquistadores spagnoli) siano cresciuti dal sangue dei guerrieri aztechi caduti in battaglia combattendo gli invasori...

Nella prima parte riporto stralci di articoli di wikipedia, pertanto se ne consiglia la visione anche ai link originali, mentre nella seconda parte scopriremo insieme altre curiosità di questa pianta nonchè le sue proprietà e gli usi.

Buona lettura!

FONTE: http://it.wikipedia.org/wiki/Calendula

Calendula
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


FONTE IMMAGINE: http://it.wikipedia.org/wiki/File:Calendula_officinalis1.jpg

Calendula L., 1753 è un genere di piante della famiglia delle Asteraceae, originario di Europa, Nord Africa e Medio oriente.

Il suo nome deriva dal latino Calendae, parola con la quale i Romani indicavano il primo giorno del mese, dato che fiorisce una volta al mese durante tutta l'estate.

Comprende oltre 20 specie erbacee annuali o perenni, alte fino a 60–70 cm, la più conosciuta delle quali è la Calendula officinalis nota volgarmente col nome di Calendola o Fiorrancio.

[modifica] Uso

Per decorare i giardini o in vaso sui terrazzi, coltivato industrialmente per la produzione del fiore reciso invernale.

Avvertenza
Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo: non costituiscono e non provengono da prescrizione né da consiglio medico. Wikipedia non dà consigli medici: leggi le avvertenze.

L'uso dei suoi fiori in ambito medicamentoso, in particolare della Calendula officinalis, ha effetti antispasmodici e cicatrizzanti. Il decotto prodotto con circa 50g di fiori essiccati per litro d'acqua, è consigliato contro l'ulcera gastrica; ha inoltre effetti sudoripari e preventivo/attenuanti dei dolori mestruali. Per il ciclo mestruale ha anche un effetto attenuante del flusso e regolarizzante. Viene a volte utilizzata all'interno di prodotti antistaminici per le allergie causate dalla polvere e dagli acari. Oltre alle precedenti indicazioni, nell'Omeopatia la Calendula viene consigliata anche in caso di ustioni, di cure dentarie e dopo il parto.[1]

In dermocosmesi viene prodotta una crema con la polvere ottenuta dai fiori secchi, avente effetti di contrasto per l'acne e per le macchie della pelle. I fiori secchi, lasciati in sospensione all'interno di una bottiglia di olio d'oliva (50g per mezzo litro) consentono di ottenere un olio da uso esterno risolutivo per bruciature e ustioni. Grazie alle sue proprietà disinfettanti e di contrasto alle infiammazioni viene utilizzata in esterno per impacchi e spesso sfruttata come ingrediente per i detergenti intimi. La sua crema è usata come nutriente e protettiva per le mani e per la pelle.

[modifica] Simbologia

Nel linguaggio dei fiori la Calendula rappresenta il dolore, il dispiacere e le pene d'amore[2].


FONTE IMMAGINE: http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Calendula_officinalis_and_sky.jpg


FONTE IMMAGINE: http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Calendula_officinalis,_Vidin_02.jpg


FONTE: http://en.wikipedia.org/wiki/Calendula

Calendula
From Wikipedia, the free encyclopedia

Calendula (pronounced /kəˈlɛndjuːlə/ Ca-lén-du-la),[1] pot marigold, is a genus of about 12–20 species of annual or perennial herbaceous plants in the daisy family Asteraceae, native to the area from Macaronesia east through the Mediterranean region to Iran. Calendula should not be confused with other plants that are also known as marigolds, such as corn marigold, desert marigold, or marsh marigold or plants of the genus Tagetes.

The name Calendula stems from the Latin kalendae, meaning first day of the month, presumably because pot marigolds are in bloom at the start of most months of the year. The common name marigold probably refers to the Virgin Mary, or its old Saxon name 'ymbglidegold', which means 'it turns with the sun'.

The most commonly cultivated and used member of the genus is the pot marigold (Calendula officinalis).

Constituents

The flowers of Calendula officinalis contain flavonol glycosides, triterpene oligoglycosides, oleanane-type triterpene glycosides, saponins, and a sesquiterpene glucoside.[2][3]

Medicinal effects

Plant pharmacological studies have suggested that Calendula extracts have anti-viral, anti-genotoxic and anti-inflammatory properties.[4] Calendula in suspension or in tincture is used topically to treat acne, reducing inflammation, controlling bleeding and soothing irritated tissue.[5][6] There is "limited evidence" that calendula cream or ointment is effective in treating radiation dermatitis.[7][8] In a randomized study of 254 radiation patients, topical application of 4% calendula ointment resulted in far fewer occurrences of Grade 2 or higher dermatitis than occurred in the group using trolamine. Calendula users also experienced less radiation-induced pain and fewer breaks in treatment.[9]

Calendula has been used traditionally for abdominal cramps and constipation.[10] In experiments with rabbit jejunum the aqueous-ethanol extract of Calendula officinalis flowers was shown to have both spasmolytic and spasmogenic effects, thus providing a scientific rationale for this traditional use.[10] An aqueous extract of Calendula officinalis obtained by a novel extraction method has demonstrated anti-tumor (cytotoxic) activity and immunomodulatory properties (lymphocyte activation) in vitro, as well as anti-tumor activity in mice.[4]

Selected species

* Calendula arvensis – Field Marigold
* Calendula bicolor
* Calendula eckerleinii
* Calendula lanzae
* Calendula maderensis – Madeiran Marigold
* Calendula maritima – Sea Marigold
* Calendula maroccana
* Calendula meuselii
* Calendula officinalis – Pot Marigold
* Calendula stellata
* Calendula suffruticosa
* Calendula tripterocarpa


References

1. ^ Sunset Western Garden Book, 1995:606–607
2. ^ Ukiya M, Akihisa T, Yasukawa K et al. Anti-inflammatory, anti-tumor-promoting, and cytotoxic activities of constituents of pot marigold (Calendula officinalis) flowers. (2006). J Nat Prod. 69:1692-1696.
3. ^ Yoshikawa M, Murakami T, Kishi A et al. (2001). Medicinal flowers.III. Marigold.(1): hypoglycemic, gastric emptying inhibitory, and gastroprotective principles and new oleanane-type triterpene oligolycosides, calendasaponins A, B, C, and D, from Egyptian Calendula officinalis. Chem Pharm Bull. 49:863-70.
4. ^ a b Jimenez-Medina E, Garcia-Lora A, Paco L et al. (2006). A new extract of the plant Calendula officinalis produces a dual in vitro effect: cytotoxic anti-tumor activity and lymphocyte activation. BMC Cancer. 6:6.
5. ^ "Results of the clinical examination of an ointment with marigold (Calendula officinalis) extract in the treatment of venous leg ulcers". Int J Tissue React. 27 (3): 101–6. 2005. PMID 16372475 : 16372475.
6. ^ "Phase III randomized trial of Calendula officinalis compared with trolamine for the prevention of acute dermatitis during irradiation for breast cancer". J Clin Oncol.;():1447-53 22 (Cool: 1447–53. 2004-04-15. doi:10.1200/JCO.2004.07.063. PMID 15084618 : 15084618.
7. ^ McQuestion M. (2006). Evidence-based skin care management in radiation therapy. Semin Oncol Nurs". 22:163-173.
8. ^ Bolderston A, LLoyd NS, Wong RK et al. (2006). The prevention and management of acute skin reactions related to radiation therapy: a systematic review and practice guideline. Support Care Cancer. 14:802-817
9. ^ Pommier P. et al. J Clinical Oncol. 2004; 22:1447-1453
10. ^ a b Bashir S, Janbaz KH, Jabeen Q et al. (2006). Studies on spasmogenic and spasmolytic activities of Calendula officinalis flowers. Phytother Res. 20:906-910.


FONTE: http://en.wikipedia.org/wiki/Calendula_officinalis

Calendula officinalis
From Wikipedia, the free encyclopedia

Calendula officinalis (pot marigold) is a plant in the genus Calendula (pot marigolds), in the family Asteraceae. It is probably native to southern Europe though its long history of cultivation makes its precise origin unknown, and may possibly be of garden origin. It is also widely naturalised further north in Europe (north to southern England) and elsewhere in warm temperate regions of the world.[1][2][3]


FONTE IMMAGINE: http://en.wikipedia.org/wiki/File:Calendula_officinalis_03-09-2005_15.21.56.JPG


FONTE IMMAGINE: http://en.wikipedia.org/wiki/File:Calendula_officinalis-2.JPG

Uses

Pot marigold florets are considered edible. They are often used to add color to salads, or added to dishes as a garnish and in lieu of saffron. The leaves are edible but are often not palatable. They have a history of use as a potherb and in salads.

Flowers were used in ancient Greek, Roman, Middle Eastern and Indian cultures as a medicinal herb as well as a dye for fabrics, foods and cosmetics.[2] Many of these uses persist today.

Pharmacology

Calendula officinalis is used for the treatment of skin disorders and pain, and as a bactericide, antiseptic and anti-inflammatory. The petals and pollen contain triterpenoid esters (an anti-inflammatory) and the carotenoids flavoxanthin and auroxanthin (antioxidants, and the source of the yellow-orange coloration). The leaves and stems contain other carotenoids, mostly lutein (80%) and zeaxanthin (5%), and beta-carotene. Plant extracts are also widely used by cosmetics, presumably due to presence of compounds such as saponins, resins and essential oils.[4]

Constituents

The flowers of Calendula officinalis contain flavonol glycosides, triterpene oligoglycosides, oleanane-type triterpene glycosides, saponins, and a sesquiterpene glucoside.[

Medicinal effects

Plant pharmacological studies have suggested that Calendula extracts have anti-viral, anti-genotoxic and anti-inflammatory properties.[7] Calendula in suspension or in tincture is used topically to treat acne, reducing inflammation, controlling bleeding and soothing irritated tissue.

The tincture varies in action according to the concentration of ethanol used to prepare it, frequently either 25% or 90%, due to the variable solubility of different active principles.

Along with horsetails (Equisetum arvense), pot marigold is one of the few plants which is considered astringent despite not being high in tannins.[citation needed]


References

1. ^ a b Interactive Flora of NW Europe: Calendula officinalis
2. ^ a b "Calendula officinalis - L." (HTML). Plants For A Future. June 2004. http://www.pfaf.org/database/plants.php?Calendula+officinalis. Retrieved 2007-12-19.
3. ^ a b c d The New RHS Dictionary of Gardening 1: 462.
4. ^ National Institutes of Health. "Calendula" (HTML). Herbs and Supplements. U.S. National Library of Medicine. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/druginfo/natural/patient-calendula.html. Retrieved 2007-12-19.
5. ^ Ukiya M, Akihisa T, Yasukawa K et al. Anti-inflammatory, anti-tumor-promoting, and cytotoxic activities of constituents of pot marigold (Calendula officinalis) flowers. (2006). J Nat Prod. 69:1692-1696.
6. ^ Yoshikawa M, Murakami T, Kishi A et al. (2001). Medicinal flowers.III. Marigold.(1): hypoglycemic, gastric emptying inhibitory, and gastroprotective principles and new oleanane-type triterpene oligolycosides, calendasaponins A, B, C, and D, from Egyptian Calendula officinalis. Chem Pharm Bull. 49:863-70.
7. ^ Jimenez-Medina E, Garcia-Lora A, Paco L et al. (2006). A new extract of the plant Calendula officinalis produces a dual in vitro effect: cytotoxic anti-tumor activity and lymphocyte activation. BMC Cancer. 6:6.




FONTE IMMAGINE: http://commons.wikimedia.org/wiki/File:2006-11-28Calendula08-05.jpg


FONTE IMMAGINE: http://commons.wikimedia.org/wiki/File:CalendulaOfficinalis2.jpg
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Calendula   Sab 19 Mar 2011 - 7:55

Il nome deriva dal latino "calendae" (primo giorno del mese) perchè questa pianta fiorisce ad ogni inizio mese, in realtà è più corretto dire che fiorisce tutti i mesi dell'anno.

E' associata all'elemento fuoco e al sole, secondo la mitologia greca anche sotto l'influenza di Venere.
Il suo fiore quindi è adatto per ulcere della pelle, piccole ferite ed escoriazioni attraverso il potere del sole e del fuoco disinfetta le ferite mentre grazie alle caratteristiche emollienti e antinfiammatorie di venere lenisce il dolore.

La calendula è antisettica, cicatrizzante, ipotensiva, antispasmodica, coleretica (favorisce il flusso della bile), antinfiammatoria, emmenagoga (facilità il flusso mestruale), ipocolesterolemizzante.

Quindi, come abbiamo visto grazie alle sue proprietà, è utile in caso di irregolarità del ciclo mestruale, ipertensione, per problemi di digestione, per la pelle secca (come emolliente), per le couperose, le dermatosi, i foruncoli, le contusioni e le scottature.

Secondo le antiche tradizioni la calendula era adatta per attenuare la malinconia, la depressione e la nostalgia, per lenire i dolori dell'anima allontanando il ricordo degli amori perduti, dei fallimenti e dei sogni svaniti.

Riporto infine la ricetta per un bagno per guarire dal mal d'amore:

Prendete 100 gr. di fiori di calendula e metteteli a bollire in 2 litri di latte per un quarto d'ora, quindi spegnete il fuoco, lasciate in infusione 5 minuti poi filtrate il tutto.
Aggiungete questo decotto all'acqua del bagno.


Beh non so se fa veramente guarire dal mal d'amore ma una cosa è certa, visto le proprietà emolllienti della calendula, sarà un toccasana per la pelle Very Happy

Bibliografia:

Il grande libro delle piante magiche di Laura Rangoni Ed. Xenia
Corso Pratico di Erboristeria Ed. Riza


di Tila - Shamanism & Co. ©. 2009-2011 - All rights reserved – Tutti i diritti riservati - Tous droits reserves
Tornare in alto Andare in basso
 
Calendula
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico :: SCIAMANESIMO :: I TEMI DELLO SCIAMANESIMO - THEMES OF SHAMANSIM :: Sciamanesimo e Mondo vegetale - Shamanism and Plants :: Plants A - F-
Andare verso: