Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico
Nei momenti più bui, ricorda sempre di fare un passo alla volta.
Voler ottenere tutto e subito è sciocco
Nei momenti più difficili, ricorda sempre che le abitudini stabiliscono un destino.
Stabilisci quelle che ti danno energia e crescita.
È solo nell’ora più profonda del Duat, nella Notte oscura dell’anima che possiamo vedere noi stessi.
E capire come superare la notte.
Non rifuggire l’oscurità, impara a vederci attraverso.
Tutto passa e scorre, il giorno diviene notte e la notte giorno.
Ciò che è bene per te ora domani diverrà un ostacolo e un impedimento, o un danno, e viceversa.
Tutto finisce e muta, come la pelle di un serpente.
Impara ad essere la volontà pura di vivere e non la pelle morta di un intento esaurito.
Tutto ciò che non supera l’alba del tuo nuovo giorno, non deve essere portato con te.
Il mondo è infinito, non giudicare perdite e guadagni come il piccolo pescatore che non ha mai visto l’Oceano.
Sconfinate sono le possibilità della Ruota.
Impara a fluire e solo allora senza occhi, senza orecchie né pensiero, vedrai, sentirai e capirai il Tao.
(Admin - Shamanism & Co. © 2011 - All rights reserved)


Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico

forum di sciamanesimo, antropologia, spirito critico, terapie alternative, esoterismo. Forum of shamanism, anthropology, criticism, alternative therapies and esoterism
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Alloro

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Alloro   Sab 9 Apr 2011 - 16:59

QUESTA SCHEDA CONTIENE INFORMAZIONI CHE POSSONO GENERARE SITUAZIONI DI PERICOLO E DANNI. I DATI PRESENTI HANNO SOLO UN FINE ILLUSTRATIVO E IN NESSUN CASO ESORTATIVO. PRIMA DI PROSEGUIRE SI PREGA DI LEGGERE ATTENTAMENTE LE AVVERTENZE.


AVVERTENZE:

Tutte le informazioni, voci e documenti riportati su Shamanism&Co sono da considerare ad ESCLUSIVO SCOPO DIVULGATIVO!
Le eventuali nozioni e/o procedure mediche, erboristiche di medicina popolare, ecc. NON POSSONO SOSTITUIRE IN ALCUN CASO IL CONSIGLIO DEL MEDICO o di qualunque altro operatore sanitario. Rivolgetevi sempre al vostro medico o altro addetto del settore sanitario per qualsiasi quesito possiate avere.
Shamanism&Co non può esser ritenuto responsabile dei risultati o delle conseguenze di un qualsiasi utilizzo o tentativo di utilizzo di una qualsiasi delle informazioni pubblicate.



L'alloro è una pianta ricca di simbolismo, come per molte altre è legata ad una leggenda che parla di amore non corrisposto, nello specifico tra Apollo e Daphne, oltre a ad essere usata in cucina è importante la sua azione diuretica, ma prima di conoscere altre curiosità vediamo insieme la parte dedicata ai documenti di wikipedia.

Buona lettura!


FONTE: http://it.wikipedia.org/wiki/Laurus_nobilis


FONTE IMMAGINE: http://it.wikipedia.org/wiki/File:Laurus_nobilis.jpg

Laurus nobilis
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'alloro (Laurus nobilis L., 1753) è una pianta aromatica appartenente alla famiglia delle Lauraceae, diffusa nelle zone di clima mediterraneo.

Morfologia


FONTE IMMAGINE: http://it.wikipedia.org/wiki/File:Koeh-086.jpg

Si presenta, poiché sottoposto a potatura, in forma arbustiva di varie dimensioni ma è un vero e proprio albero alto fino a 10 m. È una pianta perenne.

Il fusto è eretto, la corteccia verde nerastra.
Le foglie, ovate, sono verde scuro, coriacee, lucide nella parte superiore e opache in quella inferiore e molto profumate.
L'alloro è una pianta dioica che porta cioè fiori maschili e fiori femminili su piante separate. L'unisessualità è dovuta a fenomeni evolutivi di aborto a partire da fiori inizialmente completi. Nei fiori femminili infatti sono presenti 2-4 staminoidi (cioè residui di stami non funzionali). I fiori, di colore giallo chiaro, riuniti a formare una infiorescenza ad ombrella, compaiono a primavera.
I frutti sono drupe nere e lucide (quando mature) con un solo seme.

Distribuzione

Diffuso lungo le zone costiere settentrionali del Mar Mediterraneo, dalla Spagna alla Grecia e nell'Asia Minore. In Italia cresce spontaneamente nelle zone centro-meridionali e lungo le coste, mentre nelle regioni settentrionali è coltivato.

L'ampia diffusione spontanea in condizioni naturali ha fatto individuare uno specifico tipo di macchia: la macchia ad alloro o Lauretum. Si tratta della forma spontanea di associazione vegetale che si stabilisce nelle zone meno aride e più fresche dell'area occupata in generale dalla macchia.

Coltivazione

L'alloro è una pianta rustica, cresce bene in tutti i terreni e può essere coltivato in qualsiasi tipo di orto.

La moltiplicazione della pianta può avvenire per seme, per moltiplicazione dei polloni oppure per talea.

Usi

Si utilizzano le foglie e se ne possono fare vari usi: in cucina, per aromatizzare carni e pesci, come rimedio casalingo per allontanare le tarme dagli armadi (ottimo e più profumato sostituto della canfora), per preparare decotti rinfrescanti e dalle qualità digestive o pediluvi, o trattato con alcool per ricavarne un profumato e aromatico liquore dalle proprietà digestive, stimolanti, antisettiche ed è utile contro tosse e bronchite.[1] Veniva inoltre utilizzato per preservare libri e pergamene e per preparare le classiche coroncine d'alloro.


FONTE IMMAGINE: http://it.wikipedia.org/wiki/File:AlloroFogliePart010010001.png

Tradizione

Nella mitologia greco-romana l'alloro era una pianta sacra e simboleggiava la sapienza e la gloria: una corona di alloro cingeva la fronte dei vincitori nei giochi Pitici o Delfici[2] e costituiva il massimo onore per un poeta che diveniva un poeta laureato. Da qui l'accezione figurativa di simbolo della vittoria, della fama, del trionfo e dell'onore[senza fonte]. Inoltre questa pianta era sacra ad Apollo poiché Dafne, la ninfa di cui il dio si invaghì, si trasformò in alloro per sfuggirgli (sarebbe stato proprio Apollo, infatti, a rendere questo albero sempreverde)

Curiosità

Fred Perry adottò come simbolo dei suoi capi di abbigliamento due rami di alloro incrociati.

Note

1. ^ "Spezie", di Chiara Verlato, pubbl. su "Sapere & Salute", anno 10, dic.2005, num.56, pag.X-XI
2. ^ Mario Pescante; Gianfranco Colasante, Olimpiadi antiche in Ferretti, C.; Frasca, A. (a cura di), Enciclopedia dello Sport, Garzanti, 2008. ISBN 978-88-11-50522-8 URL consultato il 13-01-2010.


Bibliografia

* Sandro Pignatti, Flora d'Italia, Bologna, Edagricole, 1982. ISBN 88-506-2449-2

* T.G. Tutin, V.H. Heywood et alii, Flora Europea, Cambridge University Press, 1976. ISBN 0-521-08489-X



FONTE IMMAGINE: http://it.wikipedia.org/wiki/File:Laurus_nobilis_g4.jpg



FONTE: http://en.wikipedia.org/wiki/Bay_Laurel

Bay Laurel
From Wikipedia, the free encyclopedia

The Bay Laurel (Laurus nobilis, of the Lauraceae family), also known as Sweet Bay, Bay Tree, True Laurel, Grecian Laurel, Laurel Tree, or simply Laurel, is an aromatic evergreen tree or large shrub with green, glossy leaves, native to the Mediterranean region.

Characteristics

The laurel can vary greatly in size and height, sometimes reaching 10–18 metres (33–59 ft) tall.

The laurel is dioecious (unisexual), with male and female flowers on separate plants.[1] Each flower is pale yellow-green, about 1 cm diameter, and they are borne in pairs together beside a leaf. The leaves are 6–12 cm long and 2–4 cm broad, with a characteristic finely serrated and wrinkled margin. The fruit is a small, shiny black berry about 1 cm long.[1]


FONTE IMMAGINE: http://en.wikipedia.org/wiki/File:2010-08-01_Laurus_nobilis.jpg

Ecology

Laurus nobilis and Ilex aquifolium are widespread relics of the laurisilva forests that originally covered much of the Mediterranean Basin when the climate of the region was more humid. With the drying of the Mediterranean during the Pliocene era, the laurel forests gradually retreated, replaced by more drought-tolerant sclerophyll plant communities familiar today. Most of the last remaining laurisilva forests around the Mediterranean are believed to have disappeared approximately ten thousand years ago at the end of the Pleistocene era when the Mediterranean Basin became drier and with a harsher climate, although some remnants of the laurel forest flora still persist in the mountains of southern Spain, north-center of Portugal and northern Morocco. Indigenous laurisilva forest also persists in Madeira in the North Atlantic Ocean which has moderated these climatic fluctuations.

Chemical constituents

The most abundant essential oil found in laurel is cineole, also called eucalyptol.[1] The leaves contain about 1.3% essential oils (Ol. Lauri folii), consisting of 45% eucalyptol, 12% terpenes, 3-4% sesquiterpenes, 3% methyleugenol, and other α- und β-pinenes, phellandrene, linalool, geraniol, and terpineol.

In the fruit, there are both essential and fatty oils present. The fruit is pressed and water extracted to obtain these products. The fruit contains up to 30% fatty oils and about 1% essential oils (terpenes, sesquiterpenes, alcohols, and ketones).

Food

The plant is the source of several popular spices, used in a wide variety of recipes, particularly among Mediterranean cuisines.[1] Most commonly, the aromatic leaves are used, fresh or dried. For cooking purposes, whole bay leaves have a long shelf-life of about one year, under normal temperature and humidity.[2]Bay leaves are used almost exclusively as flavour agents during the food preparation stage: even when cooked, whole bay leaves can be sharp and abrasive enough to damage internal organs, so they are typically removed from dishes before serving, unless used as a simple garnish.[2]

Ground bay leaves, however, can be ingested safely and are often used in soups and stocks, as well as being a common addition to a Bloody Mary.[2] Dried laurel berries and pressed leaf oil can both be used as robust spices, and even the wood can be burnt for strong smoke flavouring.[2]

Medicine

Aqueous extracts of bay laurel are used as diuretics, and can also be used as astringents and even as a reasonable salve for open wounds.[3]

In massage therapy, the essential oil of bay laurel is reputed to alleviate arthritis and rheumatism, while in aromatherapy, it is used to treat earaches and high blood pressure.[4] A traditional folk remedy for rashes caused by poison ivy, poison oak, and stinging nettle is a poultice soaked in boiled bay leaves.[5]

Other uses

Laurel is widely cultivated as an ornamental plant in regions with mediterranean or oceanic climates, and as a greenhouse plant in colder regions.

Symbolism

Bay laurel was used to fashion the laurel wreath of ancient Greece, a symbol of high status. A wreath of bay laurels was given as the prize at the Pythian Games because the games were in honor of Apollo, and the laurel was one of his symbols: the laurel tree was first formed when the nymph Daphne was changed into a laurel tree because of Apollo's pursuit of her. Daphne is the Greek name for the tree.

The symbolism carried over to Roman culture which held the laurel as a symbol of victory.[6] It is also the source of the words baccalaureate and poet laureate, as well as the expressions "assume the laurel" and "resting on one's laurels".

In the Bible, the laurel is often an emblem of prosperity and fame. In Christian tradition, it symbolizes the resurrection of Christ.

In Chinese folklore, there is a great laurel tree on the moon, and the Chinese name for the laurel, (traditional Chinese: 月桂), literally translates to "moon-laurel". This is the subject of a story of Wu Gang, a man who aspired to immortality and neglected his work. When the deities discovered this, they sentenced Wu Gang to fell the laurel tree, whereupon he could join the ranks of the deities; however, since the laurel regenerated immediately when cut, it could never be felled. The phrase (simplified Chinese: 吴刚伐木) ("Wu Gang chops the tree") is sometimes used to refer to endless toil, analogous to the legend of Sisyphus in Greek mythology.

In popular culture

* The national emblem of Greece consists of a blue escutcheon with a white cross totally surrounded by two laurel branches.
* The state flag (and battle ensign) of the Dominican Republic features a coat of arms framed with bay laurel and palm.
* The state flag (and naval ensign) of Peru features a coat of arms framed with bay laurel and palm.
* Bay laurel leaves are used in the design of the 10-yen coin in Japan.
* Numerous Scottish clans such as Clan Arthur, Clan Buchanan, Clan Elphinstone, Clan MacLaren, Clan Murray, and Clan Maclaine of Lochbuie use bay laurel branches in their clan crests.



FONTE IMMAGINE: http://en.wikipedia.org/wiki/File:Laurus-nobilis-flowers.JPG

Notes

1. ^ a b c d Vaghan, p.150.
2. ^ a b c d Green, p.19.
3. ^ Nayak, et al. (2006).
4. ^ Encyclopedia of Herbs. "Bay Laurel: Laurus nobilis". AllNatural.net. http://www.allnatural.net/herbpages/bay-laurel.shtml. Retrieved 2010-12-31.
5. ^ Wood, p.43.
6. ^ De Cleene, p.129.



References

* De Cleene, Marcel; Lejeune, Marie Claire (2003). Compendium of symbolic and ritual plants in Europe, Volume 1. Man & Culture. OCLC 482791069.
* Green, Aliza (2006). Field Guide to Herbs & Spices. Philadelphia: Quirk Books. ISBN 1594740828. http://books.google.com/books?id=oGaF5FZ-sMMC&lpg=PA17&dq=bay%20laurel%20berries&pg=PA17#v=onepage&q=bay%20laurel%20berries&f=false. Retrieved 2010-12-31.
* Nayak S.; Nalabothu P.; Sandiford S.; Bhogadi V.; Adogwa A. (April 2006). "Evaluation of wound healing activity of Allamanda cathartica. L. and Laurus nobilis. L. extracts on rats". US National Library of Medicine. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16597335. Retrieved 2010-12-30.
* Wood, Jamie; Steinke, Lisa (2010). The Faerie's Guide to Green Magick from the Garden. New York: Random House. ISBN 1587613549. http://books.google.com/books?id=61Vm30HszfkC&lpg=PA43&dq=bay%20laurel&pg=PA43#v=onepage&q=bay%20laurel&f=false. Retrieved 2010-12-31.
* Vaughan, John Griffith; Geissler, Catherine (2009). The New Oxford Book of Food Plants. Oxford: Oxford University Press. ISBN 019954946X. http://books.google.com/books?id=UdKxFcen8zgC&lpg=PA150&dq=bay%20laurel&pg=PA150#v=onepage&q=bay%20laurel&f=false. Retrieved 2010-12-31.
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Alloro   Ven 22 Apr 2011 - 8:23

L’alloro non è colpito dal fulmine
(Proverbio spagnolo)

È una pianta solare, protegge dalle negatività, usata nella magia per la purificazione prima dei rituali, si pensa che portare con sé alcune foglie diventano un talismano contro gli influssi negativi.

In antichità veniva usato come rimedio per debellare la peste, c’era l’abitudine, come prevenzione, di appendere ai rami delle piante suppliche di salute.

Tra le sue proprietà terapeutiche, grazie ai suoi oli essenziali, scopriamo che è un ottimo espettorante, antisettico utile in caso di malattie da raffreddamento, digestivo, rilassante.

Usato come antidolorifico in casi di reumatismi e strappi muscolari.

Come avevo accennato nel post precedente anche a questa pianta è legata una storia di amore non corrisposto, secondo il mito greco Apollo era innamorato di Daphne figlia del dio del fiume Peneo.

Ma ella non voleva saperne dell’amore di Apollo e per questo fuggì, trovandosi vicino ad un precipizio, dove sotto c’era il fiume, chiese al padre di essere trasformata in pianta per poter sfuggire al suo inseguitore senza morire.

Una volta trasformata in una splendida pianta di alloro Apollo ne fece una pianta sacra, consentendo soltanto ai poeti ed eroi di cingersi la testa con le foglie di questa profumatissima pianta.

Nel Medioevo si usava coronare i neodottori con foglie di alloro e da questa tradizione nasce il nome di laurea, veniva donato agli sposi come augurio di felicità.

Tra le usanze popolari i contadini usavano bruciarne delle foglie, in primavera, e interpretando il crepitio delle fiamme potevano prevedere come sarebbe stato il raccolto, questo metodo venne impiegato anche come mezzo di divinazione generico, se le foglie crepitano allegramente si pensa che preannunci felicità e fortuna nel caso contrario, cioè se brucia in silenzio, diventa un presagio di insuccesso e di sfortuna.


Ecco una ricetta per un bagno antistress di alloro:

si lasciano macerare 100 grammi di foglie fresche in un litro di acqua e si fanno bollire per 10 minuti, poi si filtra e si mette nell’acqua del bagno. Serve come rinforzante dei nervi e combatte la stanchezza e lo stress.


Simbolicamente è associato al potere, alla potenza, alla gloria, protetto dagli dèi possiede virtù eccezionali tra le quali ad esempio proteggere dal fuoco divino.

Forse è per questo che anticamente per proteggersi dai fulmini si riteneva opportuno mettersi un ramo di alloro sulla testa.

Secondo gli antichi greci aveva proprietà di ispirare sogni premonitori e di far diventare veggenti. Da qui nasce l’arte divinatoria chiamata dafnomanzia.


Bibliografia e riferimenti:

Il grande libro delle piante magiche di Laura Rangoni Ed. Xenia
Dizionario dei simboli, dei miti e delle credenze di Corinne Morel Ed. Giunti
http://en.wikipedia.org/wiki/Daphne
http://it.wikipedia.org/wiki/Dafnomanzia


di Tila - Shamanism & Co. ©. 2009-2011 - All rights reserved – Tutti i diritti riservati - Tous droits reserves
Tornare in alto Andare in basso
 
Alloro
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico :: SCIAMANESIMO :: I TEMI DELLO SCIAMANESIMO - THEMES OF SHAMANSIM :: Sciamanesimo e Mondo vegetale - Shamanism and Plants :: Plants A - F-
Andare verso: