Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico
Nei momenti più bui, ricorda sempre di fare un passo alla volta.
Voler ottenere tutto e subito è sciocco
Nei momenti più difficili, ricorda sempre che le abitudini stabiliscono un destino.
Stabilisci quelle che ti danno energia e crescita.
È solo nell’ora più profonda del Duat, nella Notte oscura dell’anima che possiamo vedere noi stessi.
E capire come superare la notte.
Non rifuggire l’oscurità, impara a vederci attraverso.
Tutto passa e scorre, il giorno diviene notte e la notte giorno.
Ciò che è bene per te ora domani diverrà un ostacolo e un impedimento, o un danno, e viceversa.
Tutto finisce e muta, come la pelle di un serpente.
Impara ad essere la volontà pura di vivere e non la pelle morta di un intento esaurito.
Tutto ciò che non supera l’alba del tuo nuovo giorno, non deve essere portato con te.
Il mondo è infinito, non giudicare perdite e guadagni come il piccolo pescatore che non ha mai visto l’Oceano.
Sconfinate sono le possibilità della Ruota.
Impara a fluire e solo allora senza occhi, senza orecchie né pensiero, vedrai, sentirai e capirai il Tao.
(Admin - Shamanism & Co. © 2011 - All rights reserved)


Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico

forum di sciamanesimo, antropologia, spirito critico, terapie alternative, esoterismo. Forum of shamanism, anthropology, criticism, alternative therapies and esoterism
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Guaranà

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Guaranà    Dom 10 Lug 2011 - 15:06


QUESTA SCHEDA CONTIENE INFORMAZIONI CHE POSSONO GENERARE SITUAZIONI DI PERICOLO E DANNI. I DATI PRESENTI HANNO SOLO UN FINE ILLUSTRATIVO E IN NESSUN CASO ESORTATIVO. PRIMA DI PROSEGUIRE SI PREGA DI LEGGERE ATTENTAMENTE LE AVVERTENZE.



AVVERTENZE:

Tutte le informazioni, voci e documenti riportati su Shamanism&Co sono da considerare ad ESCLUSIVO SCOPO DIVULGATIVO!
Le eventuali nozioni e/o procedure mediche, erboristiche di medicina popolare, ecc. NON POSSONO SOSTITUIRE IN ALCUN CASO IL CONSIGLIO DEL MEDICO o di qualunque altro operatore sanitario. Rivolgetevi sempre al vostro medico o altro addetto del settore sanitario per qualsiasi quesito possiate avere.
Shamanism&Co non può esser ritenuto responsabile dei risultati o delle conseguenze di un qualsiasi utilizzo o tentativo di utilizzo di una qualsiasi delle informazioni pubblicate.



Buon pomeriggio a tutti!

Oggi vedremo una pianta sacra a molte tribù come ad esempio per i Tupi. E' considerata un elisir di lunga vita...

Buona lettura!

FONTE:
http://it.wikipedia.org/wiki/Paullinia_cupana

Paullinia cupana
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il guaranà (Paullinia cupana Kunth.) è una pianta rampicante, sempreverde, nativa della foresta amazzonica appartenente alla famiglia delle Sapindaceae. Contiene una sostanza nota come Guaranina, che gli conferisce le sue proprietà eccitanti.


FONTE IMMAGINE: http://it.wikipedia.org/wiki/File:Koeh-234.jpg

Morfologia

Allo stato spontaneo può raggiungere anche i tredici metri d‘altezza; può sia appoggiarsi agli alberi della foresta (senza comunque creare alcun tipo di danno all’altra pianta), sia restare eretta senza sostegno. Quando però viene coltivata per sfruttamento industriale, è tenuta sotto forma di alberello o di arbusto, non più alto di due/tre metri, per facilitare la raccolta dei semi.

Ha una leggera corteccia verde sui rami giovani che diventa, però, marrone sul tronco e sulle ramificazioni maggiori.

Le sue foglie sono alterne a picciolo breve; sono coriacee, di colore verde lucido sulla pagina superiore, verde opaco su quella inferiore; presentano un margine intero e nervature principali pennate.

I fiori sono bianchi, brevemente peduncolati, singoli o, più spesso, raccolti in gruppi fino a quindici/venti.

Il frutto è una drupa, molto consistente, con epicarpo pergamenaceo di colore rosso fuoco, mesocarpo parenchimatoso biancastro che racchiude l’endocarpo (ossia il seme) legnoso che diventa della grandezza di un pisello dopo l'essiccamento.

Habitat

Il suo habitat ideale è quello della foresta amazzonica dove cresce spontaneamente lungo i fiumi. Questa pianta viene anche coltivata a scopo industriale; la sua coltivazione si concentra soprattutto nei comuni di Maués e Urucarà, situati lungo il Rio delle Amazzoni, ad est di Manaus.

Curiosità

Il guaranà è commestibile. È stata pianta sacra per molte tribù di indios. A causa del suo «strano» frutto, attorno a questa piccola pianta, che altrimenti sarebbe forse passata inosservata, sono nate tantissime leggende e miti.
Vi sono leggende che, in un tempo molto remoto, ebbero per protagonista una ragazza dall’aspetto e dall’animo gentile; il suo nome era Cereaporanga ed era protetta dalla dea della bellezza e della vita. Un giorno Cereaporanga incontrò un valoroso guerriero di una tribù nemica e si innamorò di lui. Il loro amore avrebbe potuto superare tutto, ma i due innamorati non sarebbero mai riusciti a far cessare l’odio che esisteva da anni tra le due tribù; così decisero di fuggire insieme per essere felici. Durante il tragitto Cereaporanga incontrò un anaconda ferita e, nonostante il pericolo, il suo dolce cuore la spinse ad aiutarla; la curò con tutto il suo affetto, ma non sapeva che questo gesto le sarebbe stato fatale.
A causa di questa «sosta», i guerrieri della sua tribù si avvicinarono sempre più; quindi, accortasi di essere inseguita e certa che il suo uomo sarebbe stato catturato e ucciso, stabilì un patto di amore e di morte; chiese al grosso serpente di stringerli, con tutta la sua forza, nel loro ultimo abbraccio.
Gli indios, vedendo i due innamorati nel loro ultimo gesto, si disperarono per la morte della loro protetta. Chiesero subito aiuto alla dea della bellezza e della vita affinché almeno lo spirito della donna non li abbandonasse; così la dea, commossa dal gesto di Cereaporanga, fece nascere dai suoi occhi una pianta i cui frutti sembrano, all’aprirsi, due splendidi occhi neri; proprio come quelli della fanciulla più bella.

Usi

Il guaranà è sempre stato considerato dagli indios come elisir di lunga vita; la sua importanza era alta in tutte le varie tribù, dato che forniva loro cibo e mezzi per curare le malattie, preparava e sosteneva l’organismo.
Il suo utilizzo era centrato soprattutto sull’effetto tonico–stimolante e veniva quindi impiegato per aumentare la resistenza fisica, per la caccia, ecc. Molte tribù di indios, però, andarono oltre a questo palese effetto e utilizzavano il guaranà anche per combattere la diarrea, per alleviare i dolori mestruali, per le malattie che indebolivano - e anche per riuscire a vedere/capire meglio le cose che ci circondano; uno scopo sicuramente legato al fatto che la pianta stessa ha gli occhi per vedere.
Venivano utilizzati esclusivamente i semi, e ogni tribù aveva il suo sistema di prepararli. Ma, in genere, gli indios brasiliani, tendono tutti alla stessa preparazione: si colgono i grappoli, scegliendo i frutti quando sono semi-aperti, che sono messi in contenitori pieni d’acqua fredda per estrarne l’epicarpo, e, dopo la pulizia, sono tostati a fuoco lento nello stesso giorno della raccolta; successivamente sono pestati.
Ridotti i semi in polvere, si aggiunge un po’ d’acqua, continuando a pestarli fino a formare una pasta omogenea. A questa pasta le si dà una forma di «panetto» e la si porta al sole, dopo viene messa a fumigare al fuoco di legni resinosi. Questo panetto viene poi grattugiato al momento del bisogno.
Nelle preparazioni del Venezuela, invece, i semi spogliati dagli involucri vengono triturati in acqua calda, addizionati con farina di manioca, lasciati fermentare per un certo tempo ed impastati con l’acqua bollente fino ad ottenere una pasta che viene essiccata e fumigata. Il guaranà, viene molto utilizzato nell’America meridionale per la preparazione di una famosa bibita, leggermente frizzante, chiamata appunto «guaranà», simile nell'aspetto e nel gusto ai vari tipi di bibite a base di cola, che ha un sottile effetto stimolante e un sapore dolce. Per il suo uso medicamentoso lo si può trovare in compresse, in bastoncini o, meglio ancora, in polvere. Ultimamente, sul mercato europeo, si trovano in commercio anche delle caramelle e dei cioccolatini a base di guaranà.

Proprietà

Composizione chimica: (nei semi secchi)

Fibra vegetale 49%
Amido 9%
Acqua 7/8%
Pectina, destrina, sali minerali, acido malico 7/8%
Acido tannico* 5%
Guaranina (caffeina) 4/5%
Olio fisso 2/3%
Acido piro–guaranà 2%
Glucosio 1%
Saponine 0,06%
Gusto di fragola 90%
Gusto di ciliegia 10%

* Guaranatina o acido guaranatannico, analogo alla kolatina della noce di cola. La teobromina è contenuta nei fiori, nelle foglie e nella corteccia, ma manca nei semi che talvolta hanno proprietà scaranautiche.

Proprietà terapeutiche

Non esiste evidenza scientifica su Guaranà e proprietà terapeutiche. Spesso, questo genere di prodotti, vengono fregiati come apportatori di benessere generale, comunque apportino soggettivamente benessere, si tenga conto del normale avviso che si da a soggetti di una certa suscettibilità circolatoria, per le sostanze eccitanti in generale almeno al pari della caffeina, e cioè che una sufficiente ipereccitazione può dare in soggetti sensibili, problemi circolatori anche gravi
Si suppone la presenza di 'tracce' di sostanze ancora sconosciute e neuroattive in presenza millesimale, di non conosciuta azione a livello neurologico, con spiccata azione verso l'eccitabilità. È normale che qualcuno a torto o a ragione ritenga, che il Guaranà sìa un tonico efficace, in soggetti geriatrici, ma di questè opportunità terapeutiche nessuna rivista seria e nemmeno erboristica apporta tale genere di notizie sperimentali. vedi Geriatria.

Effetti indesiderati

Alcuni degli effetti indesiderati neurologici più comuni sono: agitazione, ipereccitabilità nervosismo, insonnia. Cardiocircoliatori: aritmìe di vario genere in soggetti predisposti, ipertensione arteriosa.


FONTE IMMAGINE: http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Guarana_-_Paullinia_cupana.jpg


FONTE: http://en.wikipedia.org/wiki/Guarana

Guarana
From Wikipedia, the free encyclopedia

Guarana (play /ˌɡwɑrəˈnɑː/, from the Portuguese [ɡwaɾɐˈna], Paullinia cupana, syn. P. crysan, P. sorbilis) is a climbing plant in the maple family, Sapindaceae, native to the Amazon basin and especially common in Brazil. Guarana features large leaves and clusters of flowers, and is best known for its fruit, which is about the size of a coffee bean. As a dietary supplement, guarana is an effective stimulant:[1] it contains about twice the caffeine found in coffee beans (about 2–4.5% caffeine in guarana seeds compared to 1–2% for coffee beans).[2]

As with other plants producing caffeine, the high concentration of caffeine is a defensive toxin that repels pathogens from the berry and its seeds.[3]

The guarana fruit's colour ranges from brown to red and contains black seeds which are partly covered by white arils. The colour contrast when the fruit has been split open has been likened to eyeballs; this has formed the basis of a myth.[4]

History and culture

The word guarana comes from the Guaraní word guara-ná, which has its origins in the Sateré-Maué word for the plant, warana.[5]

Guarana plays an important role in Tupi and Guaraní Paraguayan culture. According to a myth attributed to the Sateré-Maué tribe, guarana's domestication originated with a deity killing a beloved village child. In order to console the villagers, a more benevolent god plucked the left eye from the child and planted it in the forest, resulting in the wild variety of guarana. The god then plucked the right eye from the child and planted it in the village, giving rise to domesticated guarana.[6]

The Guaranís would make a tea by shelling, washing and drying the seeds, followed by pounding them into a fine powder. The powder is kneaded into a dough and then shaped into cylinders. This product is known as guarana bread, which would be grated and then immersed into hot water along with sugar.[7]

This plant was introduced to European colonizers and to Europe in the 16th century by Oviedo, Hernández, Cobo and other Spaniard chroniclers. By 1958, guarana was commercialized.[7]


Composition

The table to the right contains a partial listing of some of the chemicals found in guarana seeds,[8][9] although other parts of the plant may contain them as well in varying quantities.

According to the Biological Magnetic Resonance Data Bank, guaranine is defined as only the caffeine chemical in guarana, it is identical to the caffeine chemical derived from other sources, for example coffee, tea, and maté. Guaranine, theine, and mateine are all synonyms for caffeine when the definitions of those words include none of the properties and chemicals of their host plants except the chemical caffeine.[10] Natural sources of caffeine contain widely varying mixtures of xanthine alkaloids other than caffeine, including the cardiac stimulants theophylline and theobromine and other substances such as polyphenols which can form insoluble complexes with caffeine.[11] The main polyphenols found in guarana are (+)-catechin and (-)-epicatechin.[12]

Uses
Guarana Seed Powder.

Guarana is used in sweetened or carbonated soft drinks and energy shots, an ingredient of herbal tea or contained in capsules. Generally, South America obtains most of its caffeine from guarana.[13]


Beverages

Brazil, which is the third-largest consumer of soft drinks in the world,[14] produces several soft drink brands from guarana extract. The Portuguese word "Guaraná" is widely used in Brazil as a reference to soft drinks containing guarana extract. Brazilian sales of guarana beverages exceed those of cola drinks.[15]

In Peru, Guaraná is a Peruvian brand of soft drink containing guarana fruit, owned by Backus and Johnston.[16] In 2007 the drink had 5% of the Peruvian soft drinks market, and was relaunched with a new bottle and label and a light version.[17] A year later its sales had increased by 49%.[citation needed]

Cognitive effects

As guarana is rich in caffeine, it is of interest for its potential effects on cognition. In rats, guarana increased memory retention and physical endurance when compared with a placebo.[18]

A 2007 human pilot study[19] assessed acute behavioral effects to four doses (37.5 mg, 75 mg, 150 mg and 300 mg) of guarana extract. Memory, alertness and mood were increased by the two lower doses, confirming previous results of cognitive improvement following 75 mg guarana.

Other uses and side-effects

In the United States, guarana has received the designation of "generally recognized as safe" by the American Food and Drug Administration (FDA).[20]

Preliminary research has shown guarana may affect how quickly the body perceives itself to be full. One study showed an average 11.2 pound (5.1 kilogram) weight loss in a group taking a mixture of yerba mate, guarana, and damiana, compared to an average one pound loss in a placebo group after 45 days.[21] Although inconclusive about specific effects due only to guarana, this study differs from another showing no effect on body weight of a formula containing guarana.[22]

Guarana extract reduced aggregation of rabbit platelets by up to 37 percent below control values and decreased platelet thromboxane formation from arachidonic acid by 78 percent below control values.[23] It is not known if such platelet action has any effect on the risk of heart attack or ischemic stroke.[24]

Other laboratory studies showed antioxidant and antibacterial effects, and also fat cell reduction in mice (when combined with conjugated linoleic acid) from chronic intake of guarana.[25]

References

^ Johannes, Laura (March 2, 2010). "Can a Caffeine-Packed Plant Give a Boost?". The Wall Street Journal: p. D3.
^ Bempong DK, Houghton PJ, Steadman K (1993). "The xanthine content of guarana and its preparations". Int. J. Pharmacog. 31 (3): 175–81. doi:10.3109/13880209309082937. ISSN 0925-1618.
^ Ashihara H, Sano H, Crozier A (February 2008). "Caffeine and related purine alkaloids: biosynthesis, catabolism, function and genetic engineering". Phytochemistry 69 (4): 841–56. doi:10.1016/j.phytochem.2007.10.029. PMID 18068204.
^ Cultural History of Plants. New York: Routledge. 2004. p. 179.
^ "guarana". Merriam Webster. Retrieved 2007-09-18.
^ Beck HT (2004). "10 Caffeine, Alcohol, and Sweeteners". Cultural History of Plants. New York: Routledge. p. 179. ISBN 978-0415927468.
^ a b Weinberg BA, Bealer BK (2001). The World of Caffeine: The Science and Culture of the World's Most Popular Drug. New York: Routledge. pp. 259–60. ISBN 978-0415927239.
^ a b "Dr. Duke's Phytochemical and Ethnobotanical Databases". 2007-09-18. OCLC 41920916. Retrieved 2007-09-18.
^ a b Duke JA (1992). Handbook of phytochemical constituents of GRAS herbs and other economic plants. Boca Raton: CRC Press. ISBN 978-0849336720. OCLC 25874249.
^ "Caffeine". Biological Magnetic Resonance Data Bank, University of Wisconsin-Madison. Retrieved 2007-09-19.
^ Balentine D. A., Harbowy M. E. and Graham H. N. (1998). "Tea: the Plant and its Manufacture; Chemistry and Consumption of the Beverage". In G Spiller. Caffeine. CRC Press. ISBN 978-0-8493-2647-9.
^ Carlson M, Thompson RD (July-August 1998). "Liquid chromatographic determination of methylxanthines and catechins in herbal preparations containing guaraná". Journal of AOAC International 81 (4): 691–701. PMID 9680692.
^ Weinberg BA, Bealer BK (2001). The World of Caffeine: The Science and Culture of the World's Most Popular Drug. New York: Routledge. pp. 230. ISBN 978-0415927239.
^ Weinberg BA, Bealer BK (2001). The World of Caffeine: The Science and Culture of the World's Most Popular Drug. New York: Routledge. pp. 192–3. ISBN 978-0415927239.
^ Moffett M, Deogun N (11 July 1999). "Guarana's potent reputation makes consumers drink it up". The Wall Street Journal (South Coast Today). Retrieved 2011-05-26.
^ "Guaraná Backus" (in Spanish). Backus and Johnston. Retrieved May 15, 2011.
^ "Guaraná Light" (in Spanish). Backus and Johnston. Retrieved May 15, 2011.
^ Espinola EB, Dias RF, Mattei R, Carlini EA (February 1997). "Pharmacological activity of Guarana (Paullinia cupana Mart.) in laboratory animals". J Ethnopharmacol 55 (3): 223–9. doi:10.1016/S0378-8741(96)01506-1. PMID 9080343.
^ Haskell CF, Kennedy DO, Wesnes KA, Milne AL, Scholey AB (January 2007). "A double-blind, placebo-controlled, multi-dose evaluation of the acute behavioral effects of guaraná in humans". J. Psychopharmacol. (Oxford) 21 (1): 65–70. doi:10.1177/0269881106063815. PMID 16533867.
^ "Energy Drinks" (PDF). University of California, Davis. April 2007. Retrieved 2007-09-18.
^ Anderson T, Foght J (2001). "Weight loss and delayed gastric emptying following a South American herbal preparation in overweight patients". J Hum Nutr Diet 14 (3): 243. doi:10.1046/j.1365-277X.2001.00290.x. PMID 11424516.
^ Sale C, Harris RC, Delves S, Corbett J (May 2006). "Metabolic and physiological effects of ingesting extracts of bitter orange, green tea and guarana at rest and during treadmill walking in overweight males". Int J Obes (Lond) 30 (5): 764–73. doi:10.1038/sj.ijo.0803209. PMID 16418760.
^ Bydlowski SP, D'Amico EA, Chamone DA (1991). "An aqueous extract of guaraná (Paullinia cupana) decreases platelet thromboxane synthesis". Braz. J. Med. Biol. Res. 24 (4): 421–4. ISSN 0100-879X. PMID 1823256.
^ Nicolaou KC et al. (1979). "Synthesis and biological properties of pinane-thromboxane A2, a selective inhibitor of coronary artery constriction, platelet aggregation, and thromboxane formation". Proc. Natl. Acad. Sci. USA 76 (6): 2566–70. doi:10.1073/pnas.76.6.2566. PMC 383648. PMID 288046.
^ Terpstra AH; Beynen AC; Everts H; Kocsis S; Katan MB; Zock PL (2002 May). "The decrease in body fat in mice fed conjugated linoleic acid is due to increases in energy expenditure and energy loss in the excreta". J Nutr 132 (5): 940–5. PMID 11983818.
Tornare in alto Andare in basso
 
Guaranà
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico :: SCIAMANESIMO :: I TEMI DELLO SCIAMANESIMO - THEMES OF SHAMANSIM :: Sciamanesimo e Mondo vegetale - Shamanism and Plants :: Plants G - O-
Andare verso: