Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico
Nei momenti più bui, ricorda sempre di fare un passo alla volta.
Voler ottenere tutto e subito è sciocco
Nei momenti più difficili, ricorda sempre che le abitudini stabiliscono un destino.
Stabilisci quelle che ti danno energia e crescita.
È solo nell’ora più profonda del Duat, nella Notte oscura dell’anima che possiamo vedere noi stessi.
E capire come superare la notte.
Non rifuggire l’oscurità, impara a vederci attraverso.
Tutto passa e scorre, il giorno diviene notte e la notte giorno.
Ciò che è bene per te ora domani diverrà un ostacolo e un impedimento, o un danno, e viceversa.
Tutto finisce e muta, come la pelle di un serpente.
Impara ad essere la volontà pura di vivere e non la pelle morta di un intento esaurito.
Tutto ciò che non supera l’alba del tuo nuovo giorno, non deve essere portato con te.
Il mondo è infinito, non giudicare perdite e guadagni come il piccolo pescatore che non ha mai visto l’Oceano.
Sconfinate sono le possibilità della Ruota.
Impara a fluire e solo allora senza occhi, senza orecchie né pensiero, vedrai, sentirai e capirai il Tao.
(Admin - Shamanism & Co. © 2011 - All rights reserved)


Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico

forum di sciamanesimo, antropologia, spirito critico, terapie alternative, esoterismo. Forum of shamanism, anthropology, criticism, alternative therapies and esoterism
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey    Mer 20 Lug 2011 - 14:21

Primo viaggio sciamanico – Alla ricerca dell’animale guida

Secondo alcune tradizioni, come ad esempio per i nativi americani e il core-shamanism, il primo tra tutti i viaggi che dovrà sostenere l’aspirante sciamano sarà nel mondo inferiore per incontrare il proprio animale guida, o animale di potere, o alleato.

Quello che riporto di seguito è uno dei tanti modi per accedere in questo mondo e per iniziare il viaggio, in particolare è quello descritto nei libri di Sandra Ingerman e Michael Harner, di seguito vi riporto i link e i testi di riferimento.

Vi dico che è uno dei tanti modi perché come più volte abbiamo ribadito in questo forum, in questo tipo di viaggio individuale agiscono forze sensoriali e percettive che cambiano da persona a persona ovviamente.

Non mi soffermerò al momento nello spiegare quanti e che tipi di mondo ci sono nella realtà non ordinaria, questo argomento sarà trattato in un altro topic apposito, ma sia chiaro che anche in questo caso dobbiamo cancellare quelle etichette che la società ha dato, nel senso che se parlo di mondo inferiore non sto parlando di qualcosa che può essere associato all’inferno cattolico.

L’unica precisazione che farò è sui termini che userò spesso e cioè realtà non ordinaria e realtà ordinaria, anche questi possono assumere nomi diversi a seconda della tradizione e cultura ma per sommi capi vi basti sapere che quando vi parlo di realtà ordinaria mi riferisco a quella in cui viviamo ogni giorno con la percezione e le etichette che nostro malgrado abbiamo imparato, per chiarire meglio il concetto in questa realtà ordinaria ad esempio non sarà possibile volare come uccelli o parlare con un coyote; la realtà non ordinaria è invece quella che lo sciamano impara a conoscere, è una realtà dove non esistono barriere, dove è possibile parlare con un coyote, trasformarsi in corvo e volare e arrivare a percepire e a “vedere” le energie intorno a noi.


Il primo incontro con il proprio animale sarà nel mondo inferiore, per poter accedervi si deve essere rilassati, ciò significa non aver ansia di incontrarlo e non pensare (almeno cercare di non pensare) a tutti i problemi quotidiani.

È preferibile usare una stanza tranquilla, possibilmente buia, lontana da rumori e ben areata, vi dovrete sdraiare supini a terra con le braccia lungo i fianchi e il palmo delle mani rivolti a terra; anche in questo caso se si riscontrano difficoltà nello stare per terra, come dolori articolari o muscolari ad esempio, ci si può sdraiare in un letto, è importante sentire il corpo rilassato e non percepire alcun dolore o disagio perché andrebbe a distrarre la nostra concentrazione.

Di solito si usa il suono del tamburo per intraprendere questo viaggio, il suo suono ritmico e ripetitivo facilita la predisposizione al rilassamento e al viaggio; quando si acquista una certa pratica in genere è lo stesso sciamano che suona il tamburo, ma come prima esperienza vi suggerisco di cercare brani di tamburo già predisposti con una durata di almeno di 12 minuti (ne troverete diversi gratuiti su internet), anche se avere qualcuno che suona dal vivo per te è una esperienza sicuramente più suggestiva.

Se non avete a disposizione un brano del genere e/o preferite un altro tipo di musica o suono ben venga, ciò che vi deve interessare è il raggiungimento del vostro scopo e non i dettagli di come arrivarci, e poi ogni persona ha una sua personale colonna sonora della vita.

Quando vi sentirete rilassati, distesi e ad occhi chiusi, cominciate a fare dei profondi respiri.

È importante in questa fase la capacità di visualizzare e percepire con tutti i sensi quello che è il mondo non ordinario, ma sia chiaro che all’inizio è normale riscontrare difficoltà e anche se non l’ho detto prima non dovete aspettarvi che al primo tentativo riusciate ad incontrare il vostro animale e interagire con esso; perciò siate sereni il più possibile e perseveranti nel vostro intento.

Come dicevo precedentemente il luogo di incontro nel primo viaggio sarà nel mondo inferiore, per aiutarci mentalmente e per la visualizzazione dobbiamo cercare di immaginare una apertura nel terreno, oppure un pozzo, o una caverna, o delle radici dell’albero; se la visualizzazione è di un posto che conoscete nella realtà ordinaria ne trarrete sicuramente vantaggio; in alcuni libri ho letto che alcuni immaginano ascensori o scale, quindi come capirete non è necessario che sia un posto immerso nella natura.

Per mia comodità descrittiva io mi riferirò da qui in poi ad una caverna, ma non mi stancherò mai di dirvelo vi ricordo che è importante che teniate sempre a mente che tutte le esperienze sono personali.

Oltre a cercare di visualizzare la caverna che vi porterà nel mondo inferiore dovrete cercare di visualizzare l’ambiente circostante e familiarizzare con esso, sentirne l’odore, i rumori, il calore, l’umidità insomma addentrarvi il più possibile in questa visualizzazione, avvicinatevi all’apertura della caverna e toccatene le pareti.

Inoltratevi all’interno senza timore o ansia di alcun genere, guardatevi intorno e cercate sempre di mantenere la visualizzazione più dettagliata possibile, alla fine della caverna potrete incontrare una porta oppure improvvisamente vi troverete in un altro ambiente.

A questo punto lasciate che le immagini, le sensazioni e le percezioni fluiscano liberamente senza porvi i limiti del pensare del mondo ordinario.

In molti descrivono questo luogo come un ambiente naturale incontaminato dall’uomo, con grandi distese di prati verdi, o cascate, ma anche questo in realtà non ha importanza.

Guardatevi intorno, vi accorgerete che sarete l’unico abitante di questo nuovo scenario, cercate di raccogliere più informazioni possibili di quel luogo, vi tornerà utile per i prossimi viaggi.

Cercate di localizzare un animale, molte culture dicono di diffidare degli insetti o dei pesci, o ancora degli animali domestici e di ricercare solo quelli selvatici, ma come sempre il mio consiglio è quello di avere una mente aperta all’esperienza.

Essendo il primo viaggio che affrontate c’è chi pensa che è una regola, dopo aver visto l’animale, ritornare indietro nei propri passi e tornare nel mondo ordinario, in pratica il vostro primo incontro deve essere una specie di imprinting con il proprio animale guida.

Per interagire completamente con esso seguiranno altri viaggi, ma in quel caso per voi sarà più facile e veloce accedervi poiché conoscete già la strada che avete precedentemente percorso.

Come vi ho accennato prima non è detto che il primo viaggio abbia successo, come è altresì possibile che invece il vostro animale guida vi parli già dal primo incontro con esso, come è probabile che lo scenario cambi ad ogni vostra visita.

Secondo me non vi sono vere regole, le uniche forse sono quelle del nostro agire, nel senso che se vi scoraggiate ai primi ostacoli è naturale che sarà difficile per voi riuscire. Siate pazienti e perseveranti, sono due qualità che vengono sempre premiate.

Vi auguro un buon viaggio!

di Tila - Shamanism & Co. ©. 2009-2011 - All rights reserved – Tutti i diritti riservati - Tous droits reserves


Riferimenti e link per approfondimenti:

Autori e tradizioni:

http://sciamanesimo.forumattivo.com/f6-core-sciamanism-michael-harner
http://sciamanesimo.forumattivo.com/f54-sandra-ingerman
http://sciamanesimo.forumattivo.com/f15-american-indian-shamanism-sciamanesimo-indiano-americano

Bibliografia:

http://sciamanesimo.forumattivo.com/t12-la-via-dello-sciamano
http://sciamanesimo.forumattivo.com/t56-elenco-di-testi-fondamentali-di-sciamanesimo-biografie
La via dello sciamano di Michael Harner Ed. Mediterranee
IL viaggio sciamanico - Una guida introduttiva di Sandra Ingerman Ed. Crisalide (versione con CD)

Altri link utili:
http://sciamanesimo.forumattivo.com/f16-animali-totem-e-spiriti-guida-totem-animals-and-allies-spirits
http://sciamanesimo.forumattivo.com/t945-animali-di-potere-guida-totem-famiglio-alleato
http://sciamanesimo.forumattivo.com/t126-animali-totem-riflessioni-e-considerazioni-personali
http://sciamanesimo.forumattivo.com/t215-visualizzazione
http://sciamanesimo.forumattivo.com/f31-il-tamburo-cavallo-dello-sciamano-the-drum-shamanic-horse-for-other-worlds
Tornare in alto Andare in basso
Loken



Gatto
Numero di messaggi : 16
Data d'iscrizione : 08.07.11
Età : 28

MessaggioOggetto: Re: Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey    Gio 21 Lug 2011 - 11:32

l'unica cosa che aggiungo è che non sempre si ci arriva a prima botta (passatemi in termine Very Happy )
ma provate e riprovate Very Happy

Studio, volonta, pratica e pazienza sono sempre buoni alleati Razz
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey    Gio 21 Lug 2011 - 13:40

Loken ha scritto:
l'unica cosa che aggiungo è che non sempre si ci arriva a prima botta (passatemi in termine Very Happy )
ma provate e riprovate Very Happy

Ciao Loken,

beh si infatti l'avevo evidenziato anche io più volte nel mio post, c'è anche da dire che non sempre si riesce alla seconda o terza volta, può capitare anche che si provi per un anno intero senza avere risultati...

Come non è detto che quello sia il metodo più adatto per fare l'incontro con il proprio animale di potere. Forse è quello tra i più conosciuti, infatti se fai una ricerca su internet trovi più o meno una procedura simile, magari cambiano solo alcuni termini.

Cercherò al più presto di completare questa scheda con altre metodologie (e di inserire anche la versione inglese), ma posso anticiparti che in alcune culture l'incontro avviene in sogno ad esempio.

Loken ha scritto:

Studio, volonta, pratica e pazienza sono sempre buoni alleati Razz

Molto bene, come avrai capito questo è un po' l'intento di questo forum, dare la possibilità a tutti di studiare, gratuitamente, l'argomento in tutte le sue sfaccettature.

Ti dirò, ho notato che parole come: perseveranza, pazienza e pratica risultano a molti sconosciute o addirittura ostiche.

E invece, secondo me, per intraprendere questo viaggio verso la conoscenza e la libertà sono tra quelle più usate e messe in pratica.

Ma qui ci sarebbe ancora molto da dire, perciò chiudo per non andare troppo in OT. Very Happy

Buona giornata!

Tila



Tornare in alto Andare in basso
Loken



Gatto
Numero di messaggi : 16
Data d'iscrizione : 08.07.11
Età : 28

MessaggioOggetto: Re: Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey    Sab 23 Lug 2011 - 20:16

il mio metodo, che ho letto in un libro per imparare a meditare (scusate non ricordo il titolo), diceva che prima d'inoltraci nel mondo inferiore, dobbiamo pensare ad una scala che scende verso il basso, scendere uno scalino, un passo alla volta, piano piano senza fretta, fino a raggiungere una porta, aprendo questa porta ci ritroveremmo in un altro mondo, e da qui inizia la nostra ricerca.
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey    Dom 24 Lug 2011 - 14:23

Loken ha scritto:
il mio metodo, che ho letto in un libro per imparare a meditare (scusate non ricordo il titolo), diceva che prima d'inoltraci nel mondo inferiore, dobbiamo pensare ad una scala che scende verso il basso, scendere uno scalino, un passo alla volta, piano piano senza fretta, fino a raggiungere una porta, aprendo questa porta ci ritroveremmo in un altro mondo, e da qui inizia la nostra ricerca.

Ottimo! Il tuo metodo è la dimostrazione di quanto avevo precedentemente scritto nel mio primo post di questo topic e cioè che anche se vengono usate visualizzazioni diverse la discesa verso il mondo inferiore e l'entrata verso un nuovo mondo è uno dei metodi più usati.

Credo che sia per il fatto che sia uno dei pochi che si avvicini di più sia alla nostra cultura che al nostro modo di vivere.

Perciò, anche nel tuo caso anche se non ricordi il titolo del libro o del tipo di meditazione, converrai con me che nonostante alcune diversità la dinamica e il fine ultimo è del tutto uguale a quello impiegato dalla core shamanism.




Ma ora vediamo altri metodi per ricercare il proprio animale guida.

Alcune popolazioni dei nativi americani credono che il proprio animale guida venga assegnato al momento della nascita, nel loro caso non vi è alcuna ricerca poiché dipende dal giorno di nascita e la persona non solo avrà un particolare animale che lo seguirà e gli sarà da guida ma assumerà di esso alcuni caratteri.

Il metodo è simile al nostro appartenere ad un dato segno zodiacale.

Invito chiunque fosse interessato a visionare il seguente link interno dove vi è proprio questo zodiaco degli animali, di ognuno troverete poi il link che vi porterà alla scheda dell'animale associato:

http://sciamanesimo.forumattivo.com/t1016-oroscopo-dei-nativi-americani-e-totem-possibile-relazione


Nelle popolazioni eschimesi lo sciamano dopo aver ricevuto la chiamata dovrà ricercare da solo i suoi spiriti guida, dovrà sostenere diverse prove fisiche e psicologiche prima che essi si presenteranno a lui, e nel farlo assumeranno una forma umana.

L'incontro avverrà generalmente in sogno, dopo un prolungato periodo di digiuno da parte dello sciamano. Più spiriti guida si presenteranno e più lo sciamano sarà potente.

Altra differenza dal metodo più conosciuto è l'identità degli animali, come in quello dello zodiaco dei nativi americani, solo alcuni animali sono spiriti guida tra essi: l'anitra, il gufo, l'orso, il cane e il pescecane.

Tila

Bibliografia:
Lo sciamanismo e le tecniche dell'estasi di Mircea Eliade Edizioni Mediterranee


Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey    Ven 5 Ago 2011 - 9:58

I used google translator for my English version, excuse me if it is not perfect.

Happy reading and thank you.


First shamanic journey - In search of the animal guide

According to some traditions, such as for Native Americans and the core-shamanism, the first of all the journeys that will support the candidate shaman will be in the lower world to meet your animal guide, or animal power, or ally.

What follows is a carryover of the many ways to access this world and to begin the journey, in particular is described in books by Sandra Ingerman, Michael Harner, I report the following links and reference texts.

I tell you, is one of many ways because, as we have reiterated many times in this forum, in this type of individual journey forces acting sensory and perceptual, which varies from person to person obviously.

I will not dwell upon explaining how and what kind of world we are in the non-ordinary reality, this topic will be dealt with in another appropriate topic, but it is clear that in this case we have to remove those labels that society has, in the sense that if I speak of the lower world I'm not talking about something that may be associated with the Catholic hell.

The only explanation that I will be on terms that I use often and that non-ordinary reality and ordinary reality, even these can take on different names depending on the tradition and culture, but in summary suffice it to say that when I speak of ordinary reality I am referring to one in which we live every day with the perception and the labels that we learned to our regret, to clarify the concept of ordinary reality in this example you can not fly like birds or speak with a coyote, the non-ordinary reality is instead that the shaman learns, is a reality where there are no barriers, where you can talk to a coyote, crow and turn into flying and get to hear and "see" the energies around us.


The first meeting with your pet will be in the lower world, to enter you must be relaxed, which means not having anxiety to meet him and not think (at least try not to think) all the daily problems.

It is preferable to use a quiet room, preferably dark, well ventilated and away from noise, if you have to lie supine on the floor with your arms at your sides and palms facing the ground, even in this case if you have difficulty in standing on the ground such as joint pain or muscle, for example, you can lie in a bed, it is important to the body feel relaxed and not feel any pain or discomfort because it would distract our focus.

Most people just use the sound of the drum to take this journey, his rhythmic and repetitive will help them prepare to relax and travel, and when you buy a certain practice is generally the same shaman who plays the drums, but as you first experience I suggest you try drum tracks already in place with a duration of at least 12 minutes (you'll find several free on the Internet), even if you have someone who plays live for you is certainly more impressive experience.

Unless you have a song like that and / or prefer a different type of music or sound is good, what is interesting is that the achievement of your goal and not the details of how to get there, and then each person has a personal soundtrack of life.

When you feel relaxed, relaxed and with eyes closed, begin to take deep breaths.

It is important at this stage the ability to see and feel all your senses to the world that is not ordinary, but it is clear that it is normal to have difficulty at the beginning and even though I've said before you should not expect the first attempt you manage to meet your pet and interact with it, so be calm as possible and persevere in your intention.

As I said earlier in the meeting place of the first journey will be in the lower world, to help us mentally and we need to show to try to imagine a hole in the ground, or a well or a cave, or roots of the tree, if the display is you know a place in ordinary reality it will surely benefit in some books I've read that some imagine elevators or stairs, so it is not necessary as you will see that it is a place surrounded by nature.

For ease of description I will refer me from here on to a cave, but I will continue to tell you I remind you that it is important to keep in mind that all experiences are personal.

In addition to trying to see the cave that takes you to the lower world you try to view the surrounding environment and become familiar with it, to smell, noise, heat, moisture penetrate short as possible in this view, approach toccatene opening of the cave and the walls.

In press forward, without fear or anxiety of any kind, look around you and always try to maintain more detailed view can, at the end of the cave you will encounter a door, or you suddenly find yourself in another environment.

At this point, let the images, sensations and perceptions flow freely without placing limitations of thinking of the ordinary world.

Many describe this place as a natural environment untouched by man, with large expanses of green lawns, or cascades, but this does not really matter.

Look around, you'll find that you are the only inhabitant of this new scenario, try to gather as much information as possible from that place, will come in handy for future journeys.

Try to locate an animal, said to be wary of the many cultures of insects or fish, or even domestic animals and of seeking only the wild ones, but as always, my advice is to have an open mind to the experience.

Being the first journey he met some people think it is a rule, after seeing the animal, go back in your steps and return to the ordinary world, practice your first meeting should be a kind of imprinting with your pet guide.

To fully interact with it will follow other journeys, but in that case for you it will be easier and faster to access because you already know the way you have previously path.

As I mentioned before does not mean that the first journey a success, as it is also possible that instead of your animal guide will speak from the first encounter with it, as it is likely that the scenario changes for each visit.

In my opinion there are no real rules, perhaps they are the only ones of our actions, in the sense that if you put off the first obstacles is natural that it will be difficult for you to succeed. Be patient and persevering, they are two qualities that are always rewarded.

Have a good journey!

of Tila - Shamanism & Co. ©. 2009-2011 - All rights reserved – Tutti i diritti riservati - Tous droits reserves


References and links to more information:


Authors and traditions:

http://sciamanesimo.forumattivo.com/f6-core-sciamanism-michael-harner
http://sciamanesimo.forumattivo.com/f54-sandra-ingerman
http://sciamanesimo.forumattivo.com/f15-american-indian-shamanism-sciamanesimo-indiano-americano

Bibliography:

http://sciamanesimo.forumattivo.com/t12-la-via-dello-sciamano
http://sciamanesimo.forumattivo.com/t56-elenco-di-testi-fondamentali-di-sciamanesimo-biografie
La via dello sciamano di Michael Harner Ed. Mediterranee
IL viaggio sciamanico - Una guida introduttiva di Sandra Ingerman Ed. Crisalide (versione con CD)

Other useful links:
http://sciamanesimo.forumattivo.com/f16-animali-totem-e-spiriti-guida-totem-animals-and-allies-spirits
http://sciamanesimo.forumattivo.com/t945-animali-di-potere-guida-totem-famiglio-alleato
http://sciamanesimo.forumattivo.com/t126-animali-totem-riflessioni-e-considerazioni-personali
http://sciamanesimo.forumattivo.com/t215-visualizzazione
http://sciamanesimo.forumattivo.com/f31-il-tamburo-cavallo-dello-sciamano-the-drum-shamanic-horse-for-other-worlds
Tornare in alto Andare in basso
FOBIA



Maschile Serpente
Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 28.12.11
Età : 27

MessaggioOggetto: Re: Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey    Mer 28 Dic 2011 - 21:11

Ciao Tila

Sono nuovo di questo forum..ed è la prima volta che mi dedico a pratiche simili...tempo fa un mio carissimo amico mi ha parlato dello sciamanesimo affascinandomi non poco...e proprio recentemente ci siamo risentiti...e mi ha invitato a provare il cosi detto viaggio sciamanico.
Mi ha descritto un po l'iter,che combacia molto bene con quello che ho letto poc' anzi.
Mi reputo un ragazzo con i piedi per terra...e soprattutto molto curioso...cosi ho deciso di intraprendere il viaggio..
che devo dire mi ha intimorito abbastanza all'inizio...
influenzato dalla voglia d trovare un animale piacente...ho cominciato a cercare e vagare...ed ecco che è accaduta una cosa che davvero non mi aspettavo...mi è apparso chiaro e limpido un animale di cui non avevo mai pensato di incontrare...quindi al di là delle mie aspettative (1 sorpresa)..
La seconda...più importante..consiste in quello che ho sentito...
non avrei mai immaginato di sentire al cospetto di quell'animale...il suo cuore battere all'unisono cn il mio...una sensazione davvero...unica...un calore enorme...e un'energia...spuntata dal nulla...al di fuori della mia logica..
ho provato a dare un senso a tutto ciò...ma nn capisco ancora bene cosi sia successo...so solo che davanti a lui mi sn sentito lui...dentro...pulsante...ho provato a chiamarlo..ad invitarlo..ma era come se ancora ci fosse del ghiaccio tra d noi...e un enorme rispetto reciproco...forse esagero nel descrivere tutto ciò...ma il fatto è che...voglio sapere cos'è successo...cos'era lui...perche ho provato tutto ciò...cosa mi porta?
Sicuramente non sono il primo ad fare queste domande...ma non so davvero cosa sia successo...mi sn un po documentato...anche sull'animale in questione...e guarda caso combacia cn il mio carattere.
L'ultima domanda e poi termino...e ora...qual'è il mio prossimo passo?!?!?
P.s: complimenti per il forum..davvero ben strutturato e con tematiche davvero interessanti!!
FOBIA
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey    Mer 28 Dic 2011 - 21:37

Ciao Fobia e benvenuto nel forum.

Ti ringrazio per la tua testimonianza, inizio dall'ultima domanda, il tuo prossimo passo?

Credo che ti sia di aiuto continuare con questa esperienza, quindi di ripeterla. Il perchè? Per tante ragioni, per instaurare un rapporto più stretto con il tuo animale guida. Per vedere se è sempre lo stesso animale, e quindi avere una conferma che già dal primo viaggio hai conosciuto il tuo totem e quindi per diventare più sicuro in questi viaggi.

Il viaggio sciamanico può essere fatto con le stesse modalità anche più volte, non ci sono regole prefissate come potrai leggere anche negli altri nostri post che trattano questo argomento.

E poi non è detto che ne hai soltanto uno.

Vedrai che man mano riuscirai ad avere maggiore sicurezza nelle tue esperienze.

Dove ti porta tutto ciò? Dipende solo da te, le culture sciamaniche sono diverse se senti che vuoi veramente intraprendere questo viaggio incomincia con il documentarti, e se posso consigliarti non fermarti mai. Per ciò che riguarda l'animale totem puoi incominciare a fargli domande, nei tuoi prossimi viaggi, domande del tipo cosa ti vuole insegnare, insomma cerca di conoscerlo meglio.

Cerca di farlo in maniera naturale, senza essere alla ricerche di immediate o grosse aspettative, come dice un detto se son rose fioriranno Smile

Questo link parla degli animali totem, guida e alleati in generale, puoi iniziare da lì le cose ti verranno in modo automatico

http://sciamanesimo.forumattivo.com/t945-animali-di-potere-guida-totem-famiglio-alleato

Comunque ricorda che questi sono solo miei pareri, non esistono regole ricordalo.

Un saluto.
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey    Mer 28 Dic 2011 - 21:46

Ciao FOBIA e complimenti per il nick XD!

chiedi

"voglio sapere cos'è successo...cos'era lui...perche ho provato tutto ciò...cosa mi porta? .qual'è il mio prossimo passo?!?!?"

sul cosa è accaduto questo è regno del tonal. Il tuo. Quindi più impari a conoscerme i meccanismi più impari a capire cosa ti accade eventualmente anche in quelle esperienze, almeno in parte. Io condivido l'idea che tutto è interpretazione, dietro la cui cortina e palcoscenico si cela un infinito oscuro che il tonal non può abbracciare del tutto, forse.

su cosa era lui...forse la risposta è: te stesso.

Perché hai provato tutto ciò? Hai deciso tu di incontrare la tua controparte totemica, giusto? :-)

Cosa ti porta? Tutto quello che puoi immaginare e poi mettere in atto con esso. Le due condizioni di norma sono consequenziali e non divisibili.Di certo conoscenza, di livelli e strati del tuo "essere" che prima non conoscevi, e già questo è un bell'inizio.

Il prossimo passo? Consocere meglio questa parte di te, presumo.

Se intendevi altro chiariscimi pure le tue domande e cerco di risponderti per quel che ne so.

Come mai la Paura alla base del tuo nick (se posso chiedere)?
Tornare in alto Andare in basso
FOBIA



Maschile Serpente
Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 28.12.11
Età : 27

MessaggioOggetto: Re: Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey    Mer 28 Dic 2011 - 21:58

Grazie mille per le delucidazioni...mi metto subito a lavoro per quanto riguarda la ricerca..
per quanto riguarda il nick...era il titolo di un mio disegno...che trattava appunto la mia paura personificata..
una personificazione che partiva da dentro di me...e dunque ero io...detta in breve è questo il motivo...spero sia chiaro!
Ancora Grazie
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey    Dom 18 Mar 2012 - 11:16

Nei precedenti post si è accennato il rituale della ricerca della visione di alcuni nativi americani, per approfondimenti vi consiglio la visione del seguente link interno:

http://sciamanesimo.forumattivo.com/t1365-ricerca-della-visione-vision-quest

Buona lettura!
Tornare in alto Andare in basso
Aphroditi



Femminile Capra
Numero di messaggi : 21
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 37
Località : Balcani

MessaggioOggetto: Re: Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey    Ven 6 Lug 2012 - 18:14

Ah Tila, Tila, spero non me ne vorrai.

Ma vedi, leggendo il tuo esempio, tratto dai libri che hai citato, una domanda sorge spontanea: come faccio a essere sicura che quello che vedo non sia frutto della mia fantasia? Ne ho in esubero, negli anni ho imparato a visualizzare con dovizia di particolari qualunque cosa e poi conduco degli studi personali che hanno riempito la mia mente di dati e simbolismi riguardanti questo mondo.

Ho la sensazione che se facessi questo tentativo, accederei al mio enorme bacino di ispirazioni e immagini.
E allora dove sta la certezza di incontrare il proprio animale totemico?

Perdona il dubbio.
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey    Ven 6 Lug 2012 - 21:05

Aphroditi ha scritto:
Ah Tila, Tila, spero non me ne vorrai.

Ma vedi, leggendo il tuo esempio, tratto dai libri che hai citato, una domanda sorge spontanea: come faccio a essere sicura che quello che vedo non sia frutto della mia fantasia? Ne ho in esubero, negli anni ho imparato a visualizzare con dovizia di particolari qualunque cosa e poi conduco degli studi personali che hanno riempito la mia mente di dati e simbolismi riguardanti questo mondo.

Ho la sensazione che se facessi questo tentativo, accederei al mio enorme bacino di ispirazioni e immagini.
E allora dove sta la certezza di incontrare il proprio animale totemico?

Perdona il dubbio.

Capisco perfettamente i tuoi dubbi, sono dubbi che possono venire a chiunque perciò non preoccuparti per la domanda Smile

Nel mondo sottile purtroppo si deve imparare a capire cosa è frutto di fantasia e cosa non lo è, anche io ho una fiorente fantasia; ma la fantasia è semplice fantasia in genere prodotta dalla nostra mente.

Quando si percorre un percorso di crescita di consapevolezza le capacità percettive mutano, e si ascolta con il cuore ad esempio o per chi riesce si "vede" il mondo per quello che è...perciò si capisce la differenza tra fantasia ed esperienza non ordinaria.

La mia risposta ti sembrerà molto criptica perchè lo è in effetti...io non posso dirti cosa è fantasia e cosa non lo è nelle tue esperienze, sarebbe presuntuoso da parte mia... come non posso spiegarti come fare per capirlo da sola.

Come per tutte le esperienze del mondo sottile vanno sperimentate in prima persona e non posso essere spiegate...perchè in realtà non esistono parole che siano in grado di spiegarle.

Buona serata.
Tornare in alto Andare in basso
Aphroditi



Femminile Capra
Numero di messaggi : 21
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 37
Località : Balcani

MessaggioOggetto: Re: Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey    Sab 7 Lug 2012 - 12:40

Ebbene, ho provato a fare il mio primo viaggio, seguendo le tecniche qui segnalate e ho visto un animale. Tuttavia, per le ragioni che ho già esposto, non mi sento sicura che si tratti proprio del mio animale-guida.

Continuerò a esercitarmi ogni giorno, fino a capire cosa succede. Quando avrò le idee più chiare, tornerò a scrivere l'esperienza, così forse potrà servire anche a qualcun'altro.
Tornare in alto Andare in basso
strix



Cavallo
Numero di messaggi : 8
Data d'iscrizione : 01.10.12
Età : 49

MessaggioOggetto: Re: Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey    Mer 7 Nov 2012 - 19:13

Solo qualche parola sulla questione della fantasia.

Ciò che distingue una pratica sciamanica da un esercizio di creazione immaginativa è lo stato di trance. In base alla mia esperienza, posso dire che l’unica fase nella quale l’immaginazione viene volontariamente usata per costruire delle immagini mentali è quella iniziale, con la visualizzazione della caverna, o dell’albero, o di qualunque via d’accesso al mondo inferiore o superiore. Appena il viaggio inizia, tutto quello che lo sciamano deve fare è lasciarsi trasportare dal suono del tamburo. Non bisogna dimenticare che il tamburo è la "cavalcatura" dello sciamano. Anziché creare attivamente delle immagini, lo sciamano si concentra sullo scopo del viaggio, sul motivo per il quale è entrato nella realtà non ordinaria, che a sua volta, come avviene nei sogni, si costruisce da sola, non ha bisogno di essere creata dalla fantasia.

Inoltre il viaggio sciamanico, soprattutto all’inizio, proprio perché è l’esplorazione di un mondo nuovo, presenta sempre delle sorprese, non si ha l’impressione di incontrare qualcosa di già visto in quanto frutto della nostra soggettività.

Indubbiamente però l’allenamento mentale di immaginare, non solo in senso visivo, può essere di grande aiuto. Penso che una buona capacità immaginativa possa facilitare e arricchire il viaggio sciamanico, purché ci si "lasci andare" nella trance. Anche per questo viaggiare con il tamburo è più facile che viaggiare senza.

Felici viaggi a tutti!

Strix
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey    Oggi a 12:27

Tornare in alto Andare in basso
 
Primo viaggio sciamanico - First shamanic journey
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico :: SCIAMANESIMO :: I TEMI DELLO SCIAMANESIMO - THEMES OF SHAMANSIM :: Tecniche e rituali sciamanici - Shamanic methods and rituals-
Andare verso: