Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico
Nei momenti più bui, ricorda sempre di fare un passo alla volta.
Voler ottenere tutto e subito è sciocco
Nei momenti più difficili, ricorda sempre che le abitudini stabiliscono un destino.
Stabilisci quelle che ti danno energia e crescita.
È solo nell’ora più profonda del Duat, nella Notte oscura dell’anima che possiamo vedere noi stessi.
E capire come superare la notte.
Non rifuggire l’oscurità, impara a vederci attraverso.
Tutto passa e scorre, il giorno diviene notte e la notte giorno.
Ciò che è bene per te ora domani diverrà un ostacolo e un impedimento, o un danno, e viceversa.
Tutto finisce e muta, come la pelle di un serpente.
Impara ad essere la volontà pura di vivere e non la pelle morta di un intento esaurito.
Tutto ciò che non supera l’alba del tuo nuovo giorno, non deve essere portato con te.
Il mondo è infinito, non giudicare perdite e guadagni come il piccolo pescatore che non ha mai visto l’Oceano.
Sconfinate sono le possibilità della Ruota.
Impara a fluire e solo allora senza occhi, senza orecchie né pensiero, vedrai, sentirai e capirai il Tao.
(Admin - Shamanism & Co. © 2011 - All rights reserved)


Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico

forum di sciamanesimo, antropologia, spirito critico, terapie alternative, esoterismo. Forum of shamanism, anthropology, criticism, alternative therapies and esoterism
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 LA TESI Il cervello umano al limite "Mai più intelligenti di così"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: LA TESI Il cervello umano al limite "Mai più intelligenti di così"   Gio 4 Ago 2011 - 6:23

FONTE: http://www.repubblica.it/scienze/2011/08/01/news/il_cervello_umano_al_limite_mai_pi_intelligenti_di_cos-19857329/

Questa tesi non è nuova: molte volte è stato proposto sulla base di alcune osservazioni scientifiche che la mente umana e le nostre capacità intellettive avessero un limite.

Leggendo l'articolo ho avuto due sentimenti contrastanti: da una parte un senso di "futura" impotenza...riflettendo sulla idea che con mezzi "tradizionali" la specie umana non è in grado di evolversi e (spero) migliorarsi, sotto tanti aspetti.

Da un altro lato, forse, è meglio così. La intelligenza che tanto ci caratterizza o ci caratterizzerebbe rispetto ad altri animali (che hanno apparati cognitivi tanto funzionali quanto elaborati e complessi e nulla hanno in difetto rispetto a noi) ci ha condotto ad olocausti immani a creare concetti ed idee che in natura non venivano socialmente usati da nessun altro essere senziente, e che ci ha portato a piegare il mondo in funzione ad essi. A consumarlo, divorarlo, spesso in modi che farebbero accaponare la pelle ad un Alien di Scott.

Meglio così? Meglio destinati all'estinzione lenta e graduale della nostra specie? Non credo che andrà in questo modo (forse se si esauriranno le risorse e il cibo sulla Terra, oltre alle guerre inizieremo a mangiarci l'un l'altro). La selezione naturale per milioni di anni ha selezionato il più "forte" in contesti ambientali in cui l'individuo veniva "messo alla prova" rispetto a tanti fattori (ambiente, predatori, capacità di procacciarsi il cibo, interazione coi simili). Ma mai prima d'ora una specie è stata capace di capire come è fatta "dentro" a livelli atomici, e poter fare us pratico di questa conoscenza per manipolare il proprio corpo e la propria capacità intelletiva e percettiva.

Un ultima immagine, prima della chiusura a commento dell'articolo: milioni di individui umani, alti, belli perfetti, longevi, ma anche pacati, e un pò scemi. Tanto scemi. Perfetti per essere inseriti in contesti sociali per i quali sono tagliati su misura. Non si nasce più con un bagaglio "sconosciuto di capacità" che lasciano la sfida all'individuo di poterli mettere a frutto nel mondo. Si nasce, più ancora di prima, con un bagaglio che è adatto al contesto in cui la persona deve eessere inserita (a ben vedere questo tipo di selezione è già in atto in molte specie animali e vegetali, uomo compreso). Forse questa "bovineria" è il grande regalo che ci darà la genetica, grazie ad un sapiente uso della biopolitica. Forse....o forse saremo in grado di stabilire un limite.
Tornare in alto Andare in basso
 
LA TESI Il cervello umano al limite "Mai più intelligenti di così"
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico :: OFF TOPIC :: Off Topics-
Andare verso: