Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico
Nei momenti più bui, ricorda sempre di fare un passo alla volta.
Voler ottenere tutto e subito è sciocco
Nei momenti più difficili, ricorda sempre che le abitudini stabiliscono un destino.
Stabilisci quelle che ti danno energia e crescita.
È solo nell’ora più profonda del Duat, nella Notte oscura dell’anima che possiamo vedere noi stessi.
E capire come superare la notte.
Non rifuggire l’oscurità, impara a vederci attraverso.
Tutto passa e scorre, il giorno diviene notte e la notte giorno.
Ciò che è bene per te ora domani diverrà un ostacolo e un impedimento, o un danno, e viceversa.
Tutto finisce e muta, come la pelle di un serpente.
Impara ad essere la volontà pura di vivere e non la pelle morta di un intento esaurito.
Tutto ciò che non supera l’alba del tuo nuovo giorno, non deve essere portato con te.
Il mondo è infinito, non giudicare perdite e guadagni come il piccolo pescatore che non ha mai visto l’Oceano.
Sconfinate sono le possibilità della Ruota.
Impara a fluire e solo allora senza occhi, senza orecchie né pensiero, vedrai, sentirai e capirai il Tao.
(Admin - Shamanism & Co. © 2011 - All rights reserved)


Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico

forum di sciamanesimo, antropologia, spirito critico, terapie alternative, esoterismo. Forum of shamanism, anthropology, criticism, alternative therapies and esoterism
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Kigelia africana

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Kigelia africana   Dom 4 Set 2011 - 12:43


QUESTA SCHEDA CONTIENE INFORMAZIONI CHE POSSONO GENERARE SITUAZIONI DI PERICOLO E DANNI. I DATI PRESENTI HANNO SOLO UN FINE ILLUSTRATIVO E IN NESSUN CASO ESORTATIVO. PRIMA DI PROSEGUIRE SI PREGA DI LEGGERE ATTENTAMENTE LE AVVERTENZE.



AVVERTENZE:

Tutte le informazioni, voci e documenti riportati su Shamanism&Co sono da considerare ad ESCLUSIVO SCOPO DIVULGATIVO!
Le eventuali nozioni e/o procedure mediche, erboristiche di medicina popolare, ecc. NON POSSONO SOSTITUIRE IN ALCUN CASO IL CONSIGLIO DEL MEDICO o di qualunque altro operatore sanitario. Rivolgetevi sempre al vostro medico o altro addetto del settore sanitario per qualsiasi quesito possiate avere.
Shamanism&Co non può esser ritenuto responsabile dei risultati o delle conseguenze di un qualsiasi utilizzo o tentativo di utilizzo di una qualsiasi delle informazioni pubblicate.




La Kigelia africana viene usata nella Medicina Tradizionale Africana e nella medicina popolare per curare molti sintomi, come reumatismi, morsi di serpente e dagli spiriti maligni.

Per approfondimenti sulla Medicina Tradizionale Africana vi invito a consultare il seguente link:

http://sciamanesimo.forumattivo.com/t1188-traditional-african-medicine-medicina-tradizionale-africana

Buona lettura!


FONTE: http://it.wikipedia.org/wiki/Kigelia_africana

Kigelia africana
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Kigelia africana, nota volgarmente con il nome albero delle salsicce, è una specie di pianta appartenente al genere Kigelia.
È un albero che si trova in gran parte dell'Africa tropicale, dall'Eritrea e dal Ciad fino al Sudafrica a sud e al Senegal e alla Namibia a ovest. Il nome "kigelia" deriva dal nome bantu kigeli-kaia usato in Mozambico; il nome volgare si riferisce invece ai peculiari frutti della pianta, che hanno la forma di grandi salsicce allungate (a questa caratteristica si riferisce anche il nome afrikaans della pianta, Worsboom).

L'albero delle salsicce può crescere fino a circa 20 m di altezza. La corteccia è grigia e liscia, e si spella gradualmente nelle piante più vecchie. Nelle regioni dove piove in tutte le stagioni, l'albero è un sempreverde; altrove, è deciduo.

Il frutto della Kigelia è una grande bacca legnosa che può raggiungere il metro di lunghezza e i 18 cm di larghezza, e pesare fino a 10 kg. Pende dai rami, a cui è collegata da filamenti simili a corde. La polpa è fibrosa e contiene numerosi semi, e dà nutrimento a numerose specie di mammiferi, inclusi babbuini, facoceri, elefanti, giraffe, ippopotami, e porcospini, che con le loro feci contribuiscono a diffondere i semi dell'ambiente.


FONTE IMMAGINE: http://it.wikipedia.org/wiki/File:Kigelia_afrincana3.jpg


Usi

Nella medicina tradizionale africana, il frutto della Kigelia viene usata per curare reumatismi, morsi di serpente, sifilide e persino l'influenza di spiriti maligni. Se ne ricava anche una bevanda alcolica simile a birra. Il frutto crudo è velenoso e ha un potente effetto purgante; per consumarlo deve essere essiccato, arrostito o lasciato fermentare.

La Kigelia viene anche usata come albero ornamentale, a causa dei suoi fiori colorati e del frutto insolito. Tuttavia, occorre prestare attenzione al luogo scelto per questa pianta, a causa del pericolo costituito dalla caduta dei frutti, molto pesanti, che possono ferire gravemente una persona o danneggiare un veicolo parcheggiato.

Sinonimi

La Kigelia africana è nota con diversi altri nomi, alcuni dei quali ancora in uso:

Bignonia africana
Tecoma africana
Crescentia pinnata
Kigelia pinnata
Kigelia abyssinica
Kigelia aethiopica


Bibliografia

Del Hoyo, J., Elliott, A., & Sargatal, J., a c. di (1997). Handbook of the Birds of the World 4: 415. Lynx Edicions.
Huxley, A., a c. di (1992). Kigelia. In The New RHS Dictionary of Gardening 2: 735. Macmillan.
Joffe, P. (2003). PlantZAfrica: Kigelia africana.
McBurney, R. (2004). African Wild Harvest. Royal Botanic Gardens, Kew.



FONTE IMMAGINE: http://it.wikipedia.org/wiki/File:Kigelia_africana_fruits.jpg


FONTE IMMAGINE: http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Kigeliaflower.JPG


FONTE: http://en.wikipedia.org/wiki/Kigelia

Kigelia
From Wikipedia, the free encyclopedia

Kigelia is a genus of flowering plants in the family Bignoniaceae. The genus comprises only one species, Kigelia africana, which occurs throughout tropical Africa from Eritrea and Chad south to northern South Africa, and west to Senegal and Namibia.


Attribution: I, Jessp
FONTE IMMAGINE: http://en.wikipedia.org/wiki/File:Kigelia_africana_in_Murchison_Falls_National_Park.jpg


Etymology

The genus name comes from the Mozambican Bantu name, kigeli-keia, while the common name Sausage Tree refers to the long, sausage-like fruit. Its name in Afrikaans Worsboom also means Sausage Tree, and its Arabic name means "the father of kit bags" (Roodt 1992).

Growth

It is a tree growing up to 20 m tall. The bark is grey and smooth at first, peeling on older trees. It can be as thick as 6 mm on a 15-cm branch (Roodt 1992). The wood is pale brown or yellowish, undifferentiated and not prone to cracking (Roodt 1992).

The tree is evergreen where rainfall occurs throughout the year, but deciduous where there is a long dry season. The leaves are opposite or in whorls of three, 30–50 cm long, pinnate, with six to ten oval leaflets up to 20 cm long and 6 cm broad; the terminal leaflet can be either present or absent. The flowers (and later the fruit) hang down from branches on long flexible stems (2-6 metres long). Flowers are produced in panicles; they are bell-shaped (similar to those of the African Tulip Tree but darker and more waxy), orange to reddish or purplish green, and about 10 cm wide. Individual flowers do not hang down but are oriented horizontally. Some birds are attracted to these flowers and the strong stems of each flower make ideal footholds. Their scent is most notable at night indicating their reliance on pollination by bats, which visit them for pollen and nectar.

The fruit is a woody berry from 30–100 cm long and up to 18 cm broad; it weighs between 5–10 kg, and hang down on long, rope-like peduncles. The fruit pulp is fibrous and pulpy, and contains numerous seeds. It is eaten by several species of mammals, including Baboons, Bushpigs, Savannah Elephants, Giraffes, Hippopotami, monkeys, and porcupines. The seeds are dispersed in their dung. The seeds are also eaten by Brown Parrots and Brown-headed Parrots, and the foliage by elephants and Greater Kudu (Joffe 2003; del Hoyo et al. 1997). Introduced specimens in Australian parks are very popular with cockatoos.


Attribution: I, J.M.Garg
FONTE IMMAGINE: http://en.wikipedia.org/wiki/File:Fruit_I_IMG_8997.jpg


Cultivation and uses

In African herbal medicine, the fruit is believed to be a cure for a wide range of ailments, from rheumatism, snakebites, evil spirits, syphilis, and even tornadoes (Watkins 1975). An alcoholic beverage similar to beer is also made from it. The fresh fruit is poisonous and strongly purgative; fruit are prepared for consumption by drying, roasting or fermentation (Joffe 2003; McBurney 2004). In Botswana the timber is used for makoros, yokes and oars (Roodt 1992). Kigelia is also used in a number of skin care products.

The tree is widely grown as an ornamental tree in tropical regions for its decorative flowers and unusual fruit. Planting sites should be selected carefully, as the falling fruit can cause serious injury to people, and damage vehicles parked under the trees.


Synonymy

Some synonyms are still accepted by a few horticulturists as distinct species, but botanical studies agree that the genus contains only one species (Joffe 2003, GRIN).

Bignonia africana Lam. (basionym)
Tecoma africana (Lam.) G.Don
Crescentia pinnata Jacq.
Kigelia pinnata (Jacq.) DC.
Kigelia abyssinica A.Rich.
Kigelia aethiopica Decne.


References

del Hoyo, J., Elliott, A., & Sargatal, J., eds. (1997). Handbook of the Birds of the World 4: 415. Lynx Edicions.
Huxley, A., ed. (1992). Kigelia. In The New RHS Dictionary of Gardening 2: 735. Macmillan.
Joffe, P. (2003). PlantZAfrica: Kigelia africana.
McBurney, R. (2004). African Wild Harvest. Royal Botanic Gardens, Kew.
Roodt, Veronica (1992). Kigelia Africana in The Shell Field Guide to the Common Trees of the Okavango Delta and Moremi Game Reserve. Gaborone, Botswana: Shell Oil Botswana
Germplasm Resources Information Network (GRIN): Kigelia africana.
Travel Africa: Sausage Tree.
Kigelia africana in West African plants - A Photo Guide.



Attribution: I, J.M.Garg
FONTE IMMAGINE: http://en.wikipedia.org/wiki/File:Flower_I_IMG_4092.jpg



FONTE IMMAGINE: http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Kigelia_fruit.jpg
Tornare in alto Andare in basso
 
Kigelia africana
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico :: SCIAMANESIMO :: I TEMI DELLO SCIAMANESIMO - THEMES OF SHAMANSIM :: Sciamanesimo e Mondo vegetale - Shamanism and Plants :: Plants G - O-
Andare verso: