Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico
Nei momenti più bui, ricorda sempre di fare un passo alla volta.
Voler ottenere tutto e subito è sciocco
Nei momenti più difficili, ricorda sempre che le abitudini stabiliscono un destino.
Stabilisci quelle che ti danno energia e crescita.
È solo nell’ora più profonda del Duat, nella Notte oscura dell’anima che possiamo vedere noi stessi.
E capire come superare la notte.
Non rifuggire l’oscurità, impara a vederci attraverso.
Tutto passa e scorre, il giorno diviene notte e la notte giorno.
Ciò che è bene per te ora domani diverrà un ostacolo e un impedimento, o un danno, e viceversa.
Tutto finisce e muta, come la pelle di un serpente.
Impara ad essere la volontà pura di vivere e non la pelle morta di un intento esaurito.
Tutto ciò che non supera l’alba del tuo nuovo giorno, non deve essere portato con te.
Il mondo è infinito, non giudicare perdite e guadagni come il piccolo pescatore che non ha mai visto l’Oceano.
Sconfinate sono le possibilità della Ruota.
Impara a fluire e solo allora senza occhi, senza orecchie né pensiero, vedrai, sentirai e capirai il Tao.
(Admin - Shamanism & Co. © 2011 - All rights reserved)


Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico

forum di sciamanesimo, antropologia, spirito critico, terapie alternative, esoterismo. Forum of shamanism, anthropology, criticism, alternative therapies and esoterism
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Dieta e pratica sciamanica

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Fenrir



Maschile Tigre
Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 22.07.09
Età : 29
Località : Napoli

MessaggioOggetto: Dieta e pratica sciamanica   Lun 23 Lug 2012 - 22:54

Come accennato QUI in molte pratiche esoteriche si consiglia l'astinenza sessuale e il digiuno completo o parziale prima di una pratica, mentre di la la discussione verte sulla sessualità, qui mi interesserebbe parlare di ciò che concerne la dieta.
Vi sono delle accortezze da tenere per favorire o non intralciare la pratica sciamanica?
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Dieta e pratica sciamanica   Mar 24 Lug 2012 - 8:11

Ciao Fenrir,
ben ritrovato.

In molte culture sciamaniche, come ad esempio quelle dei nativi americani, durante la ricerca della visione si praticava il digiuno. Oppure si veniva sottoposti a pratiche atte a sfinire il fisico, alcune volte fino ad arrivare quasi alla morte. Secondo queste credenze solo in quel momento si avrebbe la certezza di avere una visione.

Altre culture invece fanno uso di sostanze psicotrope, ci sono rituali che durano anche diversi giorni dove ad esempio viene assunto il peyote e nient'altro.

Ma questi esempi si riferiscono a popolazioni autoctone e ovviamente molto differenti dalla nostra realtà.

Comunque credo che sia comunque difficile avere una visione o intraprendere un viaggio sciamanico o fare meditazione se prima si è mangiato un piatto di lasagne e una fiorentina con patatine fritte Very Happy

A parte gli scherzi, in tutte le discipline meditative è consigliata una alimentazione morigerata; e questo, secondo il mio modesto parere, dovrebbe valere anche se non si fanno pratiche del genere se si vuole avere una vita più sana.

Nelle tradizioni orientali si pratica un digiuno di due giorni (non consecutivi) alla settimana, una volta erano anche più rigidi ora quel digiuno si è trasformato in giorni di magro, dove ad esempio viene consentito l'assunzione di frutta o verdura.

Nella pratica del Reiki ad esempio durante l'attivazione da parte del Master Reiki i futuri operatori dovranno osservare due giorni di semi-digiuno (ciò significa mangiare solo una minestra di verdure e della frutta, niente proteine animali).

Spero di averti dato qualche spunto di ricerca, per maggiori approfondimenti puoi dare uno sguardo a questi link:

http://sciamanesimo.forumattivo.com/t1365-ricerca-della-visione-vision-quest

http://sciamanesimo.forumattivo.com/t1368-peyotismo-peyotism

http://sciamanesimo.forumattivo.com/t20-oinn-odino-padre-di-tutti-parte-i

http://sciamanesimo.forumattivo.com/t1384-ayurveda

http://sciamanesimo.forumattivo.com/t584-medicina-tradizionale-cinese

http://sciamanesimo.forumattivo.com/f11-reiki

http://sciamanesimo.forumattivo.com/t55-elenco-di-testi-fondamentali-di-sciamanesimo-opere-generali

Un saluto.

Tila
Tornare in alto Andare in basso
Fenrir



Maschile Tigre
Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 22.07.09
Età : 29
Località : Napoli

MessaggioOggetto: Re: Dieta e pratica sciamanica   Mar 24 Lug 2012 - 14:28

Grazie Smile
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Dieta e pratica sciamanica   Sab 4 Ago 2012 - 19:38

di cosa stiamo parlando? delle forme tradizionali di sciamanesimo? Di quali pratiche parli? Quali hai provato? Per quel che posso dirti, anche se molte pratiche evitano appesantimenti con cibi grassi o di origine animale, non è cosa assoluta in tutte le culture.

Tila io personalmente non ritengo assoluta nemmeno la morigeratezza: se consideri che di tutto può spostare il punto di unione, allora anche una bella indigestione potrebbe essere un propellente adeguato per chi sa sfruttarlo... XDD

ci sono state sette buddidte che in alcune forme di meditazione estreme smettevano di mangiare e bere, portandosi alla morte e alla mummificazione...

Perché la dieta dovrebbe essere argomento di discussione? Circoscriviamo la questione. Perché dovrebbe aiutarci a favorire esperienze di percezione "altre" giusto? In questo caso, anche in questo caso, tutto dipende dalla costituzione della persona. Ci sono alcuni a stomaco vuoto che non riescono a trovare il giusto equilibrio tra rilassatezza e concentrazione, altri invece devono avere una alimentazione leggera.

Se invece Fenrir ci chiedi quale tradizione seguire fedelmente, vediamo di capire quale di queste può essere per te interessante e quali informazioni sono reperibili in merito.

Saluti,

Admin
Tornare in alto Andare in basso
Fenrir



Maschile Tigre
Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 22.07.09
Età : 29
Località : Napoli

MessaggioOggetto: Re: Dieta e pratica sciamanica   Lun 6 Ago 2012 - 8:31

Admin ha scritto:

Perché la dieta dovrebbe essere argomento di discussione? Circoscriviamo la questione. Perché dovrebbe aiutarci a favorire esperienze di percezione "altre" giusto? In questo caso, anche in questo caso, tutto dipende dalla costituzione della persona. Ci sono alcuni a stomaco vuoto che non riescono a trovare il giusto equilibrio tra rilassatezza e concentrazione, altri invece devono avere una alimentazione leggera.

Se invece Fenrir ci chiedi quale tradizione seguire fedelmente, vediamo di capire quale di queste può essere per te interessante e quali informazioni sono reperibili in merito.
Admin
Nah, la domanda principalmente verteva sulla comparazione di una pratica che nell'esoterismo è assai comune "digiuno/astinenza" e la stessa pratica che in sciamanismo invece viene citata in modo più marginale(almeno per il materiale che ho letto io)
Sandra Ingerman non parla di digiuno ma lascia intendere che i cibi e la quantità di cibo possono influire.
Mentre Castaneda lascia intendere che anche la sessualità può influire molto sul livello energetico e sulla possibilità del viaggio
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Dieta e pratica sciamanica   Oggi a 0:24

Tornare in alto Andare in basso
 
Dieta e pratica sciamanica
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico :: SCIAMANESIMO :: I TEMI DELLO SCIAMANESIMO - THEMES OF SHAMANSIM :: PachaMama voglio diventare sciamano: da dove inizio?-
Andare verso: