Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico
Nei momenti più bui, ricorda sempre di fare un passo alla volta.
Voler ottenere tutto e subito è sciocco
Nei momenti più difficili, ricorda sempre che le abitudini stabiliscono un destino.
Stabilisci quelle che ti danno energia e crescita.
È solo nell’ora più profonda del Duat, nella Notte oscura dell’anima che possiamo vedere noi stessi.
E capire come superare la notte.
Non rifuggire l’oscurità, impara a vederci attraverso.
Tutto passa e scorre, il giorno diviene notte e la notte giorno.
Ciò che è bene per te ora domani diverrà un ostacolo e un impedimento, o un danno, e viceversa.
Tutto finisce e muta, come la pelle di un serpente.
Impara ad essere la volontà pura di vivere e non la pelle morta di un intento esaurito.
Tutto ciò che non supera l’alba del tuo nuovo giorno, non deve essere portato con te.
Il mondo è infinito, non giudicare perdite e guadagni come il piccolo pescatore che non ha mai visto l’Oceano.
Sconfinate sono le possibilità della Ruota.
Impara a fluire e solo allora senza occhi, senza orecchie né pensiero, vedrai, sentirai e capirai il Tao.
(Admin - Shamanism & Co. © 2011 - All rights reserved)


Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico

forum di sciamanesimo, antropologia, spirito critico, terapie alternative, esoterismo. Forum of shamanism, anthropology, criticism, alternative therapies and esoterism
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Essere nel sogno - Una iniziazione al mondo degli stregoni

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Essere nel sogno - Una iniziazione al mondo degli stregoni   Ven 21 Set 2012 - 7:19

Titolo: Essere nel sogno - Una iniziazione al mondo degli stregoni
Autore: Florinda Donner Grau
Edizioni: Il Punto d'Incontro


Buondì a tutti,
questo testo farà addentrare il lettore in quel mondo così ben narrato nei libri di Carlos Castaneda, ritroveremo quindi i personaggi e luoghi descritti in precedenza da Carlos.

Florinda racconta le sue primissime esperienze che l'hanno catapultata nel mondo degli stregoni, le sue difficoltà iniziali nel comprendere e nel modificare la sua socializzazione così ben radicata in lei.

Per approfondimenti sull'autrice e sullo sciamanesimo Tolteco (visione di Castaneda) vi invito a visionare i seguenti link interni, intanto, a seguire, vi propogno qualche stralcio dal testo...buona lettura!

http://sciamanesimo.forumattivo.com/f8-toltec-shamanism-carlos-castaneda-sciamanesimo-tolteco-castaneda

http://sciamanesimo.forumattivo.com/t758-florinda-donner-grau


FONTE: Essere nel sogno - Una iniziazione al mondo degli stregoni di Florinda Donner Grau Ed. Il Punto d'Incontro

“Uno stregone non è consapevole soltanto di realtà diverse”, continuò, “ma usa quella conoscenza nella vita pratica. Gli stregoni sanno - non soltanto intellettualmente, ma anche praticamente - che la realtà, o il mondo come lo conosciamo, consiste soltanto di un assenso estorto ad ognuno di noi. Quell’assenso potrebbe essere fatto crollare, poiché si tratta soltanto di un fenomeno sociale. E quando crolla, l’intero mondo crolla con esso.”


“Il mondo degli stregoni è un mondo di solitudine, tuttavia, in esso l’amore è per sempre. Come il mio amore per il nagual Juliàn. Ci muoviamo nel mondo degli stregoni da soli, rendendo conto soltanto dei nostri atti, dei nostri sentimenti e della nostra impeccabilità”


“La maggior parte delle persone non ha la capacità né la grandezza di spirito per sognare. Non può far altro che vedere il mondo come ordinario e ripetitivo. E sai perché?” chiese, fissandomi col suo sguardo penetrante. “Perché se non combatti per evitarlo, il mondo è davvero ordinario e ripetitivo. La maggior parte delle persone sono così coinvolte con se stesse che sono diventate idiote. Gli idioti non hanno desiderio di combattere per evitare l’ordinarietà e la ripetitività.”


"...i nagual hanno rotto lo specchio del riflesso del sé”, disse Zuleica, come se avesse seguito il corso dei miei pensieri. “I nagual sono in grado di vedersi nello specchio della nebbia, che riflette soltanto l’ignoto. È uno specchio che non riflette più la nostra normale umanità, espressa a ripetizione, ma rivela il volto dell’infinito.
“Gli stregoni credono che quando il volto del riflesso del sé e il volto dell’infinito si fondono, un nagual è totalmente pronto a spezzare i vincoli della realtà e a scomparire come se non fosse fatto di materia solida. Isidoro Baltazar era pronto da lungo tempo.”
Tornare in alto Andare in basso
 
Essere nel sogno - Una iniziazione al mondo degli stregoni
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico :: LIBRI E COLLEGAMENTI WEB - BOOKS AND WEBSITES :: La biblioteca dello sciamano - Shaman Library-
Andare verso: