Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico
Nei momenti più bui, ricorda sempre di fare un passo alla volta.
Voler ottenere tutto e subito è sciocco
Nei momenti più difficili, ricorda sempre che le abitudini stabiliscono un destino.
Stabilisci quelle che ti danno energia e crescita.
È solo nell’ora più profonda del Duat, nella Notte oscura dell’anima che possiamo vedere noi stessi.
E capire come superare la notte.
Non rifuggire l’oscurità, impara a vederci attraverso.
Tutto passa e scorre, il giorno diviene notte e la notte giorno.
Ciò che è bene per te ora domani diverrà un ostacolo e un impedimento, o un danno, e viceversa.
Tutto finisce e muta, come la pelle di un serpente.
Impara ad essere la volontà pura di vivere e non la pelle morta di un intento esaurito.
Tutto ciò che non supera l’alba del tuo nuovo giorno, non deve essere portato con te.
Il mondo è infinito, non giudicare perdite e guadagni come il piccolo pescatore che non ha mai visto l’Oceano.
Sconfinate sono le possibilità della Ruota.
Impara a fluire e solo allora senza occhi, senza orecchie né pensiero, vedrai, sentirai e capirai il Tao.
(Admin - Shamanism & Co. © 2011 - All rights reserved)


Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico

forum di sciamanesimo, antropologia, spirito critico, terapie alternative, esoterismo. Forum of shamanism, anthropology, criticism, alternative therapies and esoterism
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari   Lun 29 Giu 2009 - 22:43

In questo spazio si riporteranno le traduzioni degli articoli precedenti, già postati.

Chiediamo a tutti coloro che hanno qualcosa da dire, sia a favore che "contro", di prendere parte alla discussione e al confronto.

Ciò che fa di questo forum qualcosa di speciale dovrebbe essere la possibilità di discutere senza peli sulla lingua o reticenze di questioni inerenti le terapie alternative e classiche, della spiritualità e della pseudotale.

La libertà di opinione e di confronto è cio che rende questo forum cio che vuole e aspira ad essere: una Agorà di confronto per offrire a chi legge tutti gli strumenti per farsi una idea il piu profonda e approfondita possibile.


Apriamo le danze flower
Tornare in alto Andare in basso
White Queen



Femminile Cavallo
Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 13.02.09
Età : 38

MessaggioOggetto: Traduzione post BERT HELLINGER'S SOUL ENTANGLEMENTS   Gio 9 Lug 2009 - 19:17

Salve a tutti, con questo post inizio la mia opera di traduzione di pagine già pubblicate. Si tratta di traduzione libera il più fedele possibile all'originale inglese. Admin ed io abbiamo deciso di cominciare con questo argomento (costellazioni familiari di Bert Hellinger) perché ci siamo resi conto che di pagine in italiano su internet non se ne trovano. Va bene, chiudo la premessa e vi invito alla lettura! flower

Traduzione del post: BERT HELLINGER'S SOUL ENTANGLEMENTS http://sciamanesimo.forumattivo.com/costellazioni-familiari-e-sistemiche-f52/bert-hellinger-s-soul-entanglements-t135.htm


FONTE: http://www.selectsmart.com/hellinger.html

La discutibile storia della terapia della Tradings Prints - “Soul Entaglements” di Bert Hellinger

Una lettera all'editore - Ashland Daily Tidings, Ashland, Oregon
20 Ottobre 2003
di Lorie Anderson

Un'altra volta la Tradings ha promosso una dubbia pratica come novità: “Movimenti dell'anima” terapia creata da Bert Hellinger. Il giornalista non ha rivelato perché è così controversa. Lo è a causa delle sue teorie contorte, non verificabili e datate?
Hellinger dice che i nostri problemi derivano da “pasticci dell'anima” rivelati attraverso “costellazioni familiari”, una forma di gioco di ruolo di gruppo. L'articolo parla di “magia” e “mistero” dato che dei rappresentanti “conoscono” i sentimenti di persone che non hanno mai incontrato. O l'hanno fatto? Una costellazione familiare può includere rappresentanti di genitori deceduti, antenati, bambini nati morti, feti, ex consorti, colpevoli nei confronti dell'albero genealogico, ecc. Ai vivi non viene di solito chiesto nulla ed i morti non sono più disponibili ad attestare l'accuratezza delle rappresentazioni.
Alcune delle discutibili posizioni di Hellinger includono:

Una vittima di cancro al seno può segretamente voler morire a causa di un'inconscia e femminile “guerra contro la propria madre”.

L'omosessualità è spesso la conseguenza del fatto che un ragazzo debba assumere i sentimenti di una sorella deceduta in mancanza di sorelle che lo possano fare.

Stupro ed incesto creano un legame: il colpevole deve ricevere “rispetto dovuto” prima che la vittima si possa legare a qualcun altro.

La punizione verso un colpevole di stupro dovrebbe essere evitata in quanto potrebbe portare la vittima al suicidio.

Una vittima può mettere fine ad un incesto dicendo alla propria madre “lo faccio per te” e al proprio padre “lo faccio per mia madre”.


Un mistero rimane: perché la Tidings continua ad intrappolare nelle novità delle false pratiche?

Lorie Anderson
(fine della lettera all'editore)

__________________________________________________________________

ALCUNE BIZZARRE CITAZIONI DI HELLINGER SULL'INCESTO

“Adesso riguardo l'incesto. Se vi siete confrontati con casi di incesto una dinamica molto comune è che la moglie si tira indietro con il marito, rifiuta una relazione sessuale. Di seguito, come una specie di compensazione, una figlia prende il suo posto. Questo è un meccanismo inconscio, per nulla consapevole. Ma vedi, con l'incesto ci sono due colpevoli, uno sullo sfondo e uno alla luce del sole. Non puoi risolverlo finché non viene introdotto il colpevole nascosto. Esistono delle frasi molto strane che vengono alla luce. La figlia può dire alla madre “lo faccio per te. E può dire al padre “lo faccio per mamma”. Qual è l'effetto di queste frasi? L'incesto non può proseguire. Se vuoi fermarlo questo è il modo migliore privo di accuse.

Se porti un colpevole davanti alla giustizia allora la vittima pagherà per quanto è stato fatto al colpevole.”

Hellinger continua raccontando la storia di una vittima di incesto/abusi che si suicidò perché il colpevole era stato accusato.


LETTERA DI HELLINGER – POEMA A HITLER:

[Nota di Lorie Anderson: personalmente trovo offensivo questo poema, ma capisco che mentre alcuni possono interpretarlo come antisemita, altri possono argomentare che esprime un punto di vista riguardo l'eguaglianza del valore umano nei confronti delle azioni di ciascuno, anche le azioni di un Hitler. Lo includo qui per curiosità e discussione.]

Nota del traduttore: “la seguente lettera in forma poetica fu scritta da Bert Hellinger ad Adolf Hitler. Appare nell'originale tedesco a pagina 247 dell'ultimo libro di Bert chiamato“Gottesgedanken” (“riflessioni divine”) pubblicato nel 2004. Ho fatto questa nuova traduzione in inglese americano odierno.”
Thomas Mellett
Van Nuys, California
10 Aprile, 2006
Tombuoyed@aol.com


Hitler,
Ti considero un essere umano
Proprio come me,
Con un padre, con una madre,
E con un destino definito.

Sei perciò superiore a me?
O sei inferiore?

Sei migliore di me
O peggiore di me?

Se tu sei superiore, allora così sono io.
Se tu sei inferiore, allora così sono io.
Se sei migliore di me o peggiore
Allora lo sono anch'io.

Perché io sono un essere umano proprio come te.
Se io ti rispetto, allora rispetto me stesso.
Se io ti detesto, allora detesto me stesso.

Oso amarti?
Sono obbligato ad amarti?
Perché se non lo faccio,
Come posso permettermi
Di amare me stesso?

Se riconosco che tu eri umano
Proprio come me,
Allora devo guardare a qualcosa
Che ha creato entrambi ---

Uguali ---
Qualcosa che ha creato te così come me ---
Qualcosa che determina anche
In che modo siamo entrambi distrutti.

Come potrei eventualmente escludere me stesso
Dalla nostra fondamentale fonte comune ---
Nel contempo ti sto escludendo?

Come potrei mai biasimare questa causa finale
E innalzarmi così tanto
Fintanto continuo a biasimarti?

Ancora non oso avere pietà di te.

La causa fondamentale della tua ascesa e caduta
Non è differente dalla mia.

La onoro in te
Così come la onoro in me stesso
E mi arrendo a tutto
Quello che ha creato in te ---

E a tutto quello che ha creato in me ---
Così come a tutto quello che ha creato
In ogni altro essere umano.

COMMENTI E DISCUSSIONI sono benvenuti.

LINK A COMMENTI CRITICI

“La controversa terapia di Bert Hellinger” Un riassunto di due articoli che apparvero originariamente nella rivista antifascista danese “Alert!” tradotto in inglese da Herman Nimis, settembre 2005.
“Costernazioni familiari e comportamenti transgenerazionali” sito web sudafricano Skeptics; forum thread, 2007
“Danzando con le anime” di Florian Burkhardt, Indymedia Ireland, 12 Maggio 2006. Articolo e commenti di lettori. Guardare anche i commenti dei lettori in un ampio estratto di questo articolo pubblicato nel blog chiamato "warren ellis is web 9.0," 6 Maggio 2006.
“Una lettera aperta chiarificatrice alla Comunità delle Costellazioni Sistemiche da DGfS e ISCA”, scritta qualche tempo dopo il Febbraio 2008.

LINK CORRELATI
Articolo del NY Times.com: “Per dichiarazioni psicoterapiche, prova d'appello degli Skeptics” di Benedict Carey, 10 Agosto, 2004
Rassegna scientifica dello studio della sanità mentale. “Investigazioni oggettive di dichiarazioni controverse e anti convenzionali nella psicologia clinica, psichiatria ed assistenza sociale.”
“Perché le false terapie sembrano funzionare” di Barry L. Beyerstein, Ph.D.
Il dizionario degli Skeptics – (New Age) psicoterapie
____________________________________________

Un tipo di terapia con supporto scientifico tradizionale e degno di nota:
Istituto Beck per la teoria cognitiva e ricerca.


Ultima modifica di White Queen il Gio 9 Lug 2009 - 19:36, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
White Queen



Femminile Cavallo
Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 13.02.09
Età : 38

MessaggioOggetto: Traduzione post BERT HELLINGER'S SOUL ENTANGLEMENTS   Gio 9 Lug 2009 - 19:22

MESSAGGI EMAIL DIRETTI (per la maggior parte) A LORIE DAI LETTORI (con il loro permesso alla pubblicazione) e LE REPLICHE DI LORIE:

Oggetto: il lavoro di Bert Hellinger sulle costellazioni familiari transgenerazionali
Data: 12/10/2003
QUALCUNO SCRIVE:

Ho personalmente sperimentato il lavoro di Hellinger e l'ho trovato alquanto potente. Sì, ho provato i sentimenti della persona che stavo rappresentando nella costellazione. Dato che eravamo sempre liberi di attingere ad ogni blocco della Coscienza Universale dove ogni pensiero, sentimento ed esperienza è registrata come una frequenza vibrazionale potevamo avere accesso ad ogni cosa che ci ha preceduto, anche quando non era una nostra esperienza personale. Posso capire il tuo scetticismo se non hai partecipato a questi lavori. Ma posso dirti che mi ha impressionato e sono stato coinvolto in terapie alternative per circa 25 anni.

Se ti interessa saperne di più, non esitare a contattarmi.

Data: 12/11/2003
LORIE REPLICA:

Grazie per aver scritto.

Una varietà di esperienze alternative posso far sentire potenti colori che ne sono coinvolti, specialmente tra coloro predisposti ad esserne sensibili, ma questo non mi dice niente riguardo la loro efficacia come psicoterapia. Solo test oggettivi possono misurarla. Per me le premesse devono almeno avere un senso e non ce l'hanno.

Come sai di aver provato esattamente quello che l'altra persona provava? Molte persone che sono rappresentate in questa terapia sono decedute e nessuno può sapere cosa la persona avrebbe detto. Anche se una persona vivente concorda che tu hai sentito le stesse cose che ha provato o prova, le persone hanno così tanto in comune che non mi sorprenderebbe. Quello che tu hai sperimentato potrebbe essere semplicemente stata comunanza umana. Nonostante differenti culture, specialmente in questi giorni e tempi, gli umani sono molto simili, ma sarebbe per lo meno più interessante vedere quanto bene le persone stiano quando interpretano persone di cultura enormemente differente.

Tuttavia si potrebbero allestire alcuni test per vedere se i rappresentanti in modo affidabile fanno notare i sentimenti delle persone che rappresentano facendolo da bendati, esperimenti controllati condotti da un gruppo oggettivo. Forse la Fondazione per l'educazione James Randi potrebbe accettare un'applicazione del metodo Hellinger o uno dei suoi sostenitori per vedere se possono dimostrare le dichiarazioni paranormali di questa terapia (per esempio che un “rappresentante” conosca misteriosamente cosa un completo estraneo stia provando/pensando stando in una certa posizione in relazione agli altri in una “costellazione familiare”) - e vincere un premio di un milioni di dollari se lo fanno.

Nello stesso tempo l'articolo della Tidings che ha sollecitato la mia lettera all'editore riporta che Hellinger dice che non dobbiamo porci domande sul mistero, solo lasciare che accada, quindi Hellinger potrebbe non approvare alcuno studio alla cieca ed imparziale. Inoltre Hellinger ammette che mette da parte una costellazione familiare se non sta funzionando. E' di certo conveniente promuovere un metodo terapeutico come efficace e mettere da parte quei gruppi che non sembrano incontrare i risultati positivi aspettati.

Qual è la tua testimonianza che ogni pensiero, sentimento ed esperienza di tutti quelli che abbiano vissuto sia trattenuta come un documento permanente in forma di frequenze vibrazionali?

Sono nate 106,456,367,669 persone, secondo una stima ben ponderata che ho trovato on line. Dobbiamo anche considerare quante altre creature con pensieri, sentimenti ed esperienze siano vissuti. E non dimentichiamoci che Hellinger include embrioni abortiti e feti nelle costellazioni familiari. Contemporaneamente ognuno di noi deve avere un numero astronomico di sentimenti, pensieri ed esperienze nella nostra vita.

Mi stai chiedendo di credere che tutti questi pensieri e sentimenti fluttuino per sempre attorno a noi come vibrazioni ed inoltre che semplicemente stando in un certo modo con un gruppo di persone
si possa in qualche modo catturare queste vibrazioni e sperimentarle come unico pensiero e sentimento di ogni essere che sia mai stato concepito?

Trovo più facile credere che il potere della suggestione, del pensiero selettivo e della comunanza umana tra altri tipici tratti umani, possano far sì che la gente creda di star ricevendo i pensieri/sentimenti/esperienze di qualcun altro.

Detto questo sono tuttavia contenta che tu abbia trovato questa terapia potente.

(Nota: questa replica è stata edita poco dopo la ricezione, per maggiore chiarezza.)

Data:12/12/2003
LUI/LEI SCRIVE DI NUOVO:

Ciao Lorie,

ho trovato la tua risposta abbastanza interessante. Potresti aver ragione ed io non ho modo di provare il contrario. Personalmente credo che la conoscenza dei ricercatori influisca sui risultati nella stessa maniera in cui i pregiudizi di una persona sono fattori nei risultati dei test muscolari, se sai di cosa parlo. L'intenzione deve sempre essere pura.

Fino a scovare frequenze che sono specifiche, assolutamente. Puoi attingere alla banca dati universale nella stessa maniera in cui puoi attingere alla banca dati di un computer sebbene attraverso intenzioni... che possono darti accesso alle informazioni che hai specificatamente richiesto. Comunque il tuo personale trattamento di queste informazioni è influenzato dai tuoi filtri subconsci o risonanze che influenzano il risultato. Quindi è tutto molto soggettivo ma molto potente per le persone esperte che sanno come lavorare questo favoloso apparato di frequenze. Mi è piaciuto il nostro scambio ma devo interromperlo in questo momento. Ti auguro il meglio per quello che stai facendo e sospetto che i nostri cammini si incroceranno di nuovo nel futuro. Sentiti libera di usare la mia email ma per favore non includere il mio nome completo o quello della compagnia. Grazie.

Oggetto: Terapia delle costellazioni
Data: 9 Giugno 2004
QUACUNO SCRIVE:
Domanda, hai mai sentito parlare di una terapista che pratica la terapia delle costellazioni che si arrabbia e diventa ostile nei confronti del suo cliente/paziente? L’ho recentemente sperimentato. La mia terapista era visibilmente arrabbiata ed ostile nei miei confronti quando non ero d’accordo con lei. Durante una costellazione voleva che guardassi un foglio di carta che rappresentava mia madre e dicessi a mia madre “Potrei ucciderti”. Le dissi che non lo avrei fatto perché non provavo questi sentimenti.

E’ una norma in questo tipo di terapia? E’ anche normale che la terapista si arrabbi o si turbi? Credo di no. Dal quel momento ho cancellato l’appuntamento successivo e sto cercando un’ altra terapista. Conosco questa terapista da molti anni. Non ho proseguito su basi regolari ma recentemente ho accettato di fare la terapia delle costellazioni. Funzionerà o no? Ho solo trovato la terapista sbagliata? Apprezzerei i tuoi commenti.

Grazie.

Data: 9/6/2004
LORIE REPLICA:
Mi dispiace tu abbia avuto un’esperienza così negativa. Come puoi dedurre dai miei commenti on line, sono abbastanza scettica nei confronti di questa terapia. Credo che alcuni la trovino potente ed utile ma avrei bisogno di vedere alcuni studi oggettivi sulla sua efficacia a breve e lungo termine per poter credere che riduce significativamente difficoltà psicologiche. Le premesse fondamentali mi sembrano sbagliate.

Ho visto che parlare con un oggetto inanimato rappresentante una persona significativa nella vita di una persona può aiutare alla pratica dell’espressione dei sentimenti o ad elaborare i propri sentimenti o servire come un rilascio di forti emozioni – simile al chiedere ad una persona cosa direbbe ad un'altra se fosse seduta nella stanza in quel momento ma personalmente non vedo il beneficio nel dire ad un pezzo di carta rappresentante tua madre che potresti ucciderla. Accidenti! Forse dire “Mi sento furiosa perché hai fatto xyz” o “Non ti permetterò più di farmi del male” ma UCCIDERE?!? Penso che i sensi di colpa che scaturirebbero da una simile dichiarazione avrebbero molto più peso di qualsiasi beneficio.

Ti applaudo per aver resistito alla terapeuta rifiutandoti di esprimere sentimenti che non provavi. Spero tu riconosca la forza psicologica del difendere le tue opinioni.

Sospetto che la terapista creda nella rabbia repressa e nella terapia primaria e che il confrontare e provocare l’ostilità degli assistiti per rilasciare rabbia risulti essere una catarsi per l’assistito e quindi una risoluzione della rabbia. Questo approccio potrebbe presumere, per la psicoanalisi, che tutti noi proviamo una forte ostilità nei riguardi del genitore dello stesso sesso perché inconsciamente vorremmo fare sesso col genitore del sesso opposto, che tendiamo a reprimere questa rabbia spingendola nella parte inconscia della mente, che questa rabbia inconscia causa molte delle nostre difficoltà psicologiche e che il rilasciare questa rabbia repressa porta ad una migliore condizione psicologica – troppe ipotesi, se me lo chiedete. Penso che nessuna di queste siano basate su ricerche scientifiche.

Bert Hellinger è considerato un'autorità nella terapia delle costellazioni familiari e da quello che ho letto on line, la tua terapista smentisce l'approccio di Hellinger. Per esempio leggo:”lo stile di Hellinger è calmo, concentrato, mai apertamente incoraggiante alla catarsi.” E non credo che avrebbe considerato un pezzo di carta capace di rappresentare qualcuno in una costellazione familiare (benché non sia positiva al riguardo.) La tua terapista non sembra seguire l'approccio di Hellinger comunque non sto dicendo che questo rende il suo approccio meno valido di quello di Hellinger perché anche il suo approccio non ha alcun senso per me.

La psicoterapia presenta un'ampia varietà di ipotesi e metodologie, molte non basate su alcuna prova scientifica oggettiva, o al meglio deboli prove. Data questa situazione, questa professionista accreditata può creativamente inventare i propri assunti ed i propri approcci alla psicoanalisi, è importante per i consumatori essere perspicaci e fare un giro.

Di nuovo, mi dispiace che tu abbia sperimentato una terapeuta ostile. Sospetto avesse buone intenzioni, per quel che conta.

Comunque io non sono una psicoterapeuta quindi per favore non contare solo sulla mia risposta. Ho una laurea in psicologia e sono una ex assistente sociale, quindi ho familiarità con il campo, ma sto rispondendo di più come qualcuno proteso a discernere i fatti dalla finzione in mezzo a tutte le varie dichiarazioni che bombardano tutti noi.

Buona fortuna

Lorie.
Tornare in alto Andare in basso
White Queen



Femminile Cavallo
Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 13.02.09
Età : 38

MessaggioOggetto: Traduzione post BERT HELLINGER'S SOUL ENTANGLEMENTS   Gio 9 Lug 2009 - 19:25

Oggetto: “Bert Hellinger”
Data: 15 Giugno 2004
QUALCUNO SCRIVE:
Di sicuro sei piena di dubbi. Sulla carta niente di tutto questo ha molto senso ma se tu l'avessi sperimentato dovresti fidarti in qualcosa di più grande della Ragione o della Terapia. Il lavoro di Bert Hellinger va molto aldilà della terapia ed è rivoluzionario. Un giorno probabilmente ribalterà la terapia come viene interpretata e praticata oggi.

Avendo frequentato molti dei corsi di Hellinger posso vedere e sentire che funzionano e dopo il lavoro le persone ritornano a raccontare i cambiamenti nelle loro vite che potrebbero sembrare inesplicabili. Non dubito che tu possa dire coincidenze. Di certo i morti non possono rispondere alle domande, ma avere un rappresentante in una costellazione familiare che dice di sentire una particolare canzone e poi il resoconto dell'assistito che dice che quella era la canzone che sua nonna era solita cantare... avere persone che ritornano dopo aver lavorato sul rispetto verso un membro escluso della loro famiglia e scoprire che nel giro di pochi mesi un parente perduto (perduto anche da vent'anni) improvvisamente sente l'urgenza di tornare in contatto... Il sistema semplicemente funziona e lo potresti vedere da sola se fossi abbastanza coraggiosa da sottoporre il tuo sé cinico a questo invece di stare in piedi e gettare pomodori.

Una delle cose che viene fuori forte e chiara quando Bert lavora con i terapisti in questo modo è che loro sono le persone peggiori con le quali lavorare, così fissati nelle loro metodologie e bisogno di aiutare gli altri. Dio ci salvi da loro. Questo non è un culto. Anche quando Bert dice cose che sembrano difficili da mandar giù c'è una parte interiore che le accetta perché sono così ovviamente vere ad un livello molto più profondo della ragione pura. Potrebbe essere questa la ragione che tu insegui. Mi chiedo in quale pasticcio tu sia coinvolta.

Data: 26/6/2004
LORIE REPLICA:

Stavo ponderando come e se rispondere al tuo messaggio quando ho realizzato che tu ed io veniamo in qualche maniera da due mondi differenti e così lontani quanto il nostro badare al discernimento tra fatti e finzione. Ho deciso di darci un taglio e rispondere in una maniera che potrebbe interessare o beneficiare altri siccome potrei pubblicare la risposta nella mia pagina web. Sono quasi sicura che le mie parole ti scivoleranno addosso. Sembri molto propenso a far volar via tutti quelli che criticano questo tipo di terapia.

Sono giunta a stimare grandemente e a sentirmi illuminata dalla logica, dalla ragione e dall’uso responsabile del metodo scientifico di ricerca, tutte cose derivanti esclusivamente dalla nostra intelligenza avanzata di Homo sapiens. Conto su queste per aiutarmi a valutare la credibilità e l’efficacia delle innumerevoli dichiarazioni di cui tutti sentiamo parlare – senza averne sperimentato ognuna direttamente, il che sarebbe impraticabile se non impossibile da fare nella durata di una vita. Personalmente so che posso essere presa in giro e so che posso fraintendere causa ed effetto quando provo a valutare una pratica o un prodotto. So che non possiamo sempre vedere il quadro generale e siamo influenzati dall’effetto sperato/placebo, dall’illusione, dalla pressione del gruppo a cui si appartiene, dalla pressione del marketing, dalle frodi, dai pregiudizi, eccetera…

Una terapia può essere significativamente efficace, me ne rendo conto, anche se le premesse sono difettose e non supportate, ma non possiamo conoscere la sua efficacia senza valutazioni scientifiche. I partecipanti di Hellinger non sono selezionati a caso e sospetto siano tipicamente auto-proiettati a credere in eventi paranormali, così gli aneddoti saranno per forza favorevoli. Alcuni studi hanno mostrato che le persone inclini a credere a spiegazioni paranormali tendono anche a svalutare quanto spesso vari eventi accadano naturalmente per caso.

Potenzialmente alcuni che provano questa terapia e non ne traggono benefici potrebbero tranquillamente ritirarsi o mettere da parte il proprio senso critico, per timore di rimproveri o sensi di colpa per essere stati troppo “coinvolti” oppure difficili con cui lavorare, come vedo tu tendi a descrivere quelli che non accettano l’approccio.

Anche se la terapia è efficace il suo successo può facilmente essere dovuto a fattori non collegati alle sue premesse e a dichiarazioni paranormali come che i rappresentanti conoscono i reali sentimenti e pensieri di perfetti estranei e che ogni evento legato ad un'esclusione nella famiglia di un assistito attraverso la storia può grandemente incidere sul suo benessere psicologico attuale. Per il primo caso non stupisce che molte persone si sentano bene (il che non vuol dire necessariamente ottenere miglioramenti psicologici) quando hanno a disposizione attenzione, cameratismo, supporto, la convinzione di star acquisendo una comprensione profonda e l'aspettativa che un metodo li aiuterà.

Di sicuro per prima cosa cercherei spiegazioni plausibili a dichiarazioni non plausibili. Innanzitutto la tua “prova” in forma di aneddoto è senza senso perché ci sono così tante cose che potrebbero interferire con una chiara valutazione. Ecco perché noi umani abbiamo brillantemente escogitato il metodo scientifico della ricerca, per controllare questo tipo di variabili. Le seguenti tendenze possono ben spiegare la percezione del soprannaturale e gli esiti riusciti delle costellazioni familiari: pensiero selettivo/errore di conferma, rafforzamento comune, errore post hoc ergo proctor hoc (presumere una relazione di causa ed effetto tra eventi che accadono in sequenza), illusione, ipotesi ad hoc (giustificare risultati insoddisfacenti invocando un'altra ipotesi non supportata e non testabile), effetto P.T. Barnum (la nostra tendenza a percepire descrizioni comuni e generali come uniche e sagaci per noi come individui), errore regressivo (valutare un prodotto o una terapia come miglioramento in modo errato ignorando la tendenza naturale di molti problemi fisici o mentali a crescere e calare o risolversi da soli senza intervento esterno) e errore pragmatico (per esempio presumere che esiti positivi siano conseguenza di una terapia quando potrebbero essere il risultato di qualcosa completamente ordinario o secondario a quella terapia).

(Vedere il dizionario Skeptic per ulteriori definizioni e spiegazioni dei termini citati).

Forse questo approccio dovrebbe essere in primo luogo considerato come una religione o un sistema di fede, se ci viene chiesto di credere semplicemente che le premesse e le dichiarazioni siano vere. Capisco che se una costellazione familiare non sta funzionando mette da parte il gruppo. E' un buon modo per far sembrare che le costellazioni funzionano sempre. Se voglio affermare che tutte le mele nella mia botte sono buone posso semplicemente rimuovere quelle cattive e dire: “Vedi, è proprio come ti dicevo”.

Tra l'altro non ho mai menzionato nulla riguardo la terapia di Hellinger come “culto”. Mi chiedo perché tu l'abbia tirato fuori.

A parte tutte le critiche verso questa terapia, sono contenta che tu abbia trovato questo metodo efficace. Ma spero e credo che i miei commenti possano aiutare alcune persone ad esaminare questo approccio con occhio critico per vedere se è credibile e giusto per loro prima che ci investano le loro emozioni, il loro tempo e i loro soldi.

Grazie per aver scritto

Lorie

___________________________________

___________________________________

Data: 18 Novembre 2004
Jeff Drake (Arlington, Virginia) scrive:
Ho fatto il lavoro di costellazioni familiari di Hellinger. E’ stata una meravigliosa catarsi emozionale ed un lavoro per me molto potente. Penso sia prezioso essere in contatto con le proprie emozioni e non stiparle come noi (specialmente uomini) negli Stati Uniti e in molte altre culture abbiamo imparato a fare. Non ci è mai stato descritto che i sentimenti che provavamo fossero di qualcun altro ma i nostri. Per me è stata una vera apertura ad una maggiore empatia con gli altri. Ho capito meglio le dinamiche della mia famiglia ed ho provato una compassione per tutti di gran lunga maggiore. Ho provato una “connessione spirituale”? A dire il vero sì. Queste erano le parole che usavo dopo aver partecipato e questo è il modo migliore che ho per descrivere parti della mia esperienza. Il terapista ha condotto il lavoro senza descriverci cosa sarebbe successo o cosa avremmo sperimentato o avremmo dovuto sperimentare quindi non ho percepito un suo tentativo di influenzare le nostre interpretazioni dell’esperienza. Abbiamo raggiunto il nocciolo della questione per quanto riguarda le nostre relazioni familiari e per noi stessi quali individui che derivano dalla nostra infanzia e storia familiare.

Apprezzo la tua disponibilità a dialogare con le persone riguardo il lavoro di Hellinger. Dal momento che non hai personalmente fatto il lavoro, potresti (essendo un’empirica) prendere nota della grande quantità di persone che l’hanno trovato eccellente, quanti di nessun valore e quanti una via di mezzo. Mettimi nella colonna di quelli che l'hanno sperimentato e credono sia molto prezioso. E' una cosa da guardare “con occhio critico per vedere se è credibile e giusto...prima” di investirci emozioni, tempo e soldi. Ma ho imparato che è molto più importante fidarsi delle persone che conosco perché molte cose devono essere sperimentate per essere conosciute. Non possiamo mai sapere in anticipo quanto qualcosa sarà prezioso – richiede la nostra partecipazione e poi la nostra valutazione. Anche allora la nostra conoscenza è limitata a quanto successo il quel preciso momento, con quel preciso gruppo di persone o quel preciso professionista di costellazioni familiari.

Un giorno o l'altro provaci con un professionista rispettato e con esperienza. Trova un modo per essere testimone del lavoro, per parlare con le persone che l'hanno fatto. Se conti sul dizionario Skeptic per indicarti lavori di valore – buona fortuna! Mentre noi non dobbiamo accettare ciecamente tutto quello che la gente ci dice, gli autori di quel dizionario evidentemente derivano tutto da un paradigma che metterà in dubbio il valore delle cose, sia che l'abbiano fatte o meno, anche nel caso in cui le persone che hanno seguito quel programma o pratica, o fatto quell'esperienza, l'abbiano trovata estremamente preziosa.

Le persone che hanno trovato prezioso il lavoro di costellazioni familiari di Bert Hellinger dovrebbero fidarsi dell'essere stati abili nel giudicare il suo valore.

Auguri
Jeff
Tornare in alto Andare in basso
White Queen



Femminile Cavallo
Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 13.02.09
Età : 38

MessaggioOggetto: Traduzione post BERT HELLINGER'S SOUL ENTANGLEMENTS   Gio 9 Lug 2009 - 19:26

Data: 20 Novembre 2004
LORIE REPLICA:

Ciao Jeff,

grazie per aver scritto. Penso che molto di quello di cui potremmo discutere sia riassunto nell'intervento che leggi qui.

Non posso dire dal tuo messaggio se tu hai partecipato alla terapia di Hellinger come assistito o “rappresentante” ma se eri un rappresentante e le emozioni che hai provato erano le tue e non quelle della persona che stavi rappresentando allora direi che non hai avuto un'esperienza alla Hellinger. La posizione di Hellinger, da quanto ho capito, è che il rappresentante nella costellazione familiare di qualcuno serva come una specie di antenna per la comunicazione che si emana dall'anima di qualcuno – canalizzando, se preferisci, nella storia familiare di un assistito, l'anima di qualcuno che sta fluttuando in una specie di coscienza universale. Quindi, se le emozioni che hai provato erano le tue mentre facevi il rappresentante, allora la costellazione familiare alla Hellinger apparentemente non ha funzionato.

La catarsi e il sentirsi maggiormente in contatto con le tue emozioni può creare l'idea di un'esperienza potente, ma anche questo non sembra essere il principale senso del lavoro di Hellinger, da quanto ho capito, ma forse secondario o periferico. E la catarsi può non essere così buona come dicono per la salute mentale. Hellinger non sembra puntare affinché i partecipanti sperimentino la catarsi.

Ci sono molti tipi di terapie ed anche esperienze comuni (a volte anche film e libri, un gruppo affettuoso e piacevole e/o incontro familiare, incontri intimi, eccetera) che tirano fuori o ammettono espressioni di emozioni forti e personali e danno un quadro di noi stessi e delle nostre famiglie, molti tipi di esperienze in cui quando ti allontani senti che qualcosa di potente è appena accaduto. Ma quella di Hellinger reclama la fama e questa è la parte maggiore di quanto io contesto, che lui dichiari che i rappresentanti nelle costellazioni familiari sentano e sperimentino effettivamente i ricordi e le emozioni uniche di qualcun altro, che sia vivo, morto, un feto o qualcuno al di fuori della famiglia che è stato emarginato/escluso anche da generazioni da quella che molto vagamente viene definita “famiglia” di un assistito.

Qui non stiamo parlando dei rappresentanti che entrano in contatto con i loro sentimenti, né dell'empatia e neanche del proiettare i propri sentimenti – ma delle connessioni soprannaturali dell'anima. Non me la bevo.

Non penso spetti a me la responsabilità di fare ricerche su questa dubbia terapia. Sono d'accordo con Carl Sagan ed altri brillanti scienziati i quali suggeriscono che l'onere della prova spetti a quelli che fanno dichiarazioni straordinarie (per esempio di tipo paranormale). Non vedo alcuna prova evidente che le affermazioni paranormali di Hellinger o di qualcun altro siano basate sui fatti. Vedo ragioni più semplici per spiegare perché alcune persone si possano sentire contente o incluse dopo aver partecipato ad un'esperienza di terapia di gruppo di Hellinger o di altro tipo: un gruppo solidale e premuroso ed un terapista col quale puoi fidarti a condividere emozioni private, l'enfasi sul perdono e la riconciliazione, la convinzione che qualcosa di spirituale stia avendo luogo, il senso di sollievo della catarsi eccetera.

Non vedo valide testimonianze per sostenere quello che io considero supposizioni offensive riguardo omosessualità, adozione, vittime di stupro ed incesto, vittime di cancro eccetera. Sicuramente dice cose che hanno senso, non discuto. Ma personalmente trovo che i suoi aspetti positivi siano “senso comune”. Accade spesso, soprattutto tra le persone bisognose, che se si sente qualcosa che ha senso e viene compreso, si aprirà la mente anche ai nonsense che vi sono incorporati.

Io non “dipendo” dal dizionario Skeptic o da alcuna organizzazione del tipo, ma mi sento molto grata nei loro confronti! Mi sembra di aver fatto un colpo grosso scoprendoli. Apprezzo particolarmente James Randi -- grande idea quella di offrire un milione di dollari a chiunque potesse dimostrare le proprie dichiarazioni paranormali sotto condizioni controllate mutuamente accettate. Un autentico genio! Lui è un grande mago e ce ne vuole uno (esperto nel creare illusioni) per riconoscere e smascherarne un altro. Ho trovato la scoperta di queste risorse un’esperienza “potente”, rivelatrice e profonda. Gli umani sono auto-ingannatori, me stessa inclusa, e siamo vulnerabili ai tentativi degli altri, anche se bene intenzionati, di deluderci.

Grazie a siti di questo tipo, ho svuotato il mio armadietto dei medicinali di spazzatura “omeopatetica” fasulla (dopo aver letto innumerevoli ore di pro e contro riguardo all'argomento ed aver finito sentendomi davvero disgustata!) e non ho sprecato più i miei soldi con inutili magneti curativi, pillole alle erbe alla moda e non testate, eccetera. Naturalmente continuo a provare cose che non sono perfettamente testate, se le premesse sembrano plausibili e appaiono sane, ma sono conscia che potrei prendermi in giro e non concordo con alcune cose scritte in quei siti, ma è questo il punto! -- usare le capacità del pensiero critico. Non mi sono mai sentita più “illuminata”, così come incuriosita ed impressionata dalla realtà, dalla natura, dallo spazio, dal tempo, dalla terra, dalla natura umana e via dicendo da quando ho scoperto questo tip di siti.

Sicuramente durante i tuoi studi professionali hai scoperto l'effetto placebo e capito che a volte crediamo che qualcosa sia causato da A quando in realtà è causato da B. Come terapista, penserei che tu voglia informazioni oggettive su cosa è utile e cosa no. Non sono così arrogante da presumere che le mie teorie e percezioni personali siano un indicatore accurato su come le cose realmente funzionino.

Tu dici che “la nostra conoscenza è limitata a quanto successo il quel preciso momento, con quel preciso gruppo di persone o quel preciso professionista di costellazioni familiari”. Concordo. Non possiamo sapere quanto sia utile una terapia basandoci sulla nostra limitata percezione. Non possiamo neanche sapere quanto sia utile basandoci sulla nostra personale percezione di come gli altri la trovino. Possiamo non ascoltare quelli con opinioni discordanti, per una ragione. Anche quelli che riportano l'esperienza come utile finiscono per non fare alcun significativo cambiamento a livello emozionale o mentale o comportamentale, eppure non è questo di cui la terapia si occupa maggiormente?

Ricordo quando consigliavo assistiti (da assistente sociale, anni fa) che dicevano di sentirsi molto bene dopo avermi visto, ma che continuavano nei comportamenti distruttivi. Questo non era sufficientemente buono per me. Un giorno mi imbattei in una donna alcolizzata che mi disse che le avevo salvato la vita consigliandola anni prima. Quanto avrei voluto sapere che cosa aveva funzionato e datole la forza per smettere di bere. E' precisamente questa la ragione per la quale supporto i fautori di varie terapie affinché cerchino prove scientifiche per testare i loro presupposti, ipotesi e risultati -- nella maniera più oggettiva possibile, non basandosi sulla fiducia ma sui fatti. Ma devono essere disposti a lasciar andare quelle cose che non reggono un esame scrupoloso.

Intanto io continuerò ad usare il mio senso comune ed eliminare ogni terapia che sembra basata su presupposti dubbi ed oltraggiosi. Certamente non sperimenterò personalmente (ed eventualmente neanche potrei) decine di migliaia di dubbie se non pericolose terapie giusto per analizzarle, criticarle legittimamente o rigettarle immediatamente.

Detto questo, sono contenta che tu abbia trovato l'esperienza potente ed utile.

Grazie per aver scritto.

_________________________________________

_________________________________________

Data: 29 Marzo 2005
Post di Karen sulla bacheca delle discussioni
Dopo aver letto i commenti di Lorie Anderson riguardo questa forma di “terapia familiare” vorrei condividere la mia personale esperienza. Vivo in Svizzera da oltre vent'anni e ho frequentato i Familienaufstellungen nach Bert Hellinger (terapia delle costellazioni familiari, lo so ora) a Feldkirch, Austria vicino al confine svizzero, otto anni fa per pressapoco metà anno, sotto forma di sessioni serali e del fine settimana. Ero anche presente ad una conferenza tenuta da Bert Hellinger stesso a Dornbirn, Austria. Sono stata costretta ad andarci dal mio ex marito ed all'inizio provavo un leggero fascino per il concetto generale e per le emozioni forti spesso scatenanti dai membri del gruppo facenti parte la costellazione o da quelli la cui famiglia veniva “costellata” (penso di aver appena inventato una parola).

Tuttavia col passare del tempo mi sentivo a disagio. Sentivo che la mia integrità era stata compromessa, che ero stata costretta non solo dal mio ex marito (che insisteva nel dire che la mia inabilità ad accettare la madre della sua figlia illegittima come membro legittimo della nostra famiglia stava causando il crollo del nostro matrimonio) ma anche dal “terapista” che cercava ripetutamente di mettermi in bocca parole che io rifiutavo di dire, sulla base del fatto che non rispecchiavano i miei sentimenti.

Guardandomi indietro direi che questa “terapia” ha fatto molto più male che bene a me ed al mio matrimonio. Sicuramente non lo consiglierei a nessuno con qualunque tipo di stato emotivo instabile, il che escluderebbe una larga parte dei pazienti psichiatrici. Per favore notate che entrambe le associazioni di psicologi riconosciute in Svizzera e a quanto ne so, la principale associazione di psicologi in Germania, hanno emanato severe ammonizioni nei confronti di questa forma di “terapia”.

Colin Goldner, uno psicologo clinico, ha scritto parecchi libri che includono critiche al metodo di Bert Hellinger (in tedesco, non sono sicura della traduzione). Mi chiedo se James Randi conosca il lavoro di Goldner. Ho trovato il tuo sito oggi mentre cercavo informazioni circa questo fenomeno per la mia famiglia americana, vale a dire in inglese. Ora il mio ex marito sta cercando di costringere le mie due figlie adolescenti a frequentare una sessione del fine settimana di costellazioni familiari la prossima settimana; la mia figlia minore che ha appena trascorso tre settimane sotto osservazione in ospedale come forma di intervento di crisi per la sua depressione, non vuole andarci. Anche la sua psichiatra ha sconsigliato il mio ex marito nel portarla.

Apprezzerei commenti (costruttivi), in particolar modo da quelli con esperienze simili circa quanto io personalmente considero essere una forma abusiva di terapia.

Cordiali saluti,
Karen

(Nota: potete trovare la mia replica e rispondere a Karen nella bacheca delle discussioni per questa pagina.)

Data: 2 Aprile 2005
Karen scrive a me direttamente:

Ciao Lorie

dopo la mia esperienza personale con questo fenomeno, vale a dire il soccombere all’esca di una potenziale rapida sistemata basata su principi mistici ed esoterici di un guru che attribuiscono molti disordini psicologici e sicuramente anche quelli fisici al disturbo di un presunto “ordine naturale” tra uomini e donne, membri di una famiglia, deboli e forti, vittime e colpevoli, applaudo il tuo obiettivo di promuovere il pensiero critico tra quelli che sono nel mercato della psicoterapia, che ne fruiscano o lo forniscano

E’ inquietante notare che il metodo di Hellinger sia stato vastamente accettato in Europa e sia anche praticato da molti “terapisti” che mancano di credenziali tanto accademiche quanto professionali da parte di ogni associazione professionale generalmente riconosciuta. Questo significa che alcuni individui che cercano un valido aiuto possono cadere preda di pseudo- professionisti ben intenzionati ma potenzialmente pericolosi o essere manipolati da ben intenzionati ma mal consigliati professionisti “qualificati”. In entrambi i casi la situazione è allarmante.

Mi sorprende venire a sapere della mancanza di un critico esame minuzioso in America riguardo al metodo delle costellazioni familiari usato da Bert Hellinger – a volte mi chiedo se ci sia qualche prova scientifica per appoggiare in toto la psicoterapia o se sia per la maggior parte basata su una filosofia/visione del mondo e se ci sia una differenza tra fede nella psicologia e fede religiosa.

Cordiali saluti
Karen

______________________________________

ALTRI COMMENTI DI LORIE
Rifugio per senzatetto della Beloved Comunity di James Twyman a Baghdad
Indigo/Psychic Children
Kinesiologia Applicata/Specializzata; Neurogenesi Applicata Pre-diabete
Esplosione dei tostapani
-------------------------------------------

RIFIUTO DELLE RESPONSABILITA': Le considerazioni espresse in questa pagina web sono solamente quelle di Lorie Andreson e non riflettono quelle del sito ospite, Selectsmart.com. Ogni riferimento ottenuto attraverso questa pagina web ad un specifico prodotto commerciale o non, procedimento o servizio non costituisce o implica una responsabilità, raccomandazione o il favorire da parte dell'autore di questa pagina web o di Selectsmart.com di un prodotto, procedimento o servizio o i suoi produttori o fornitori. Le considerazioni ed opinioni espresse in ogni documento di riferimento o sito web collegato a questa pagina web non precisano o riflettono necessariamente quelle dell'autore di questa pagina web o di Selectsmart.com.

RIFIUTO DELLA RESPONSABILITA' CIVILE: Né l'autore di questa pagina web né Selecsmart.com danno garanzie, esplicite o sottintese, incluse garanzie di commerciabilità e capacità di un particolare scopo o assumono alcuna responsabilità civile legale per la precisione, completezza, validità o utilità di alcun prodotto, servizio o informazione presentato ed indicato da siti esterni o da collegamenti ipertestuali di questa pagina web.

© 2003-2009 Lorie Anderson, Selectsmart.com. Tutti i diritti riservati.
Tornare in alto Andare in basso
lucenelcielo



Femminile Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 22.09.09

MessaggioOggetto: Re: Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari   Mar 22 Set 2009 - 6:20

Ciao!io ho lett ttt ma no credo che sia bello sparare a zero sulle costellazioni familiari.Una mia amica le ha fatte e dice che si sente meglio.
Dice che aveva tanta rabbia dentro e con le costellazioni ora si sente + leggera.E poi se jellinger scive una poesia a Hitler non è una cosa brutta.

Sono Lucia!
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari   Mar 22 Set 2009 - 8:00

lucenelcielo ha scritto:
Ciao!io ho lett ttt ma no credo che sia bello sparare a zero sulle costellazioni familiari.Una mia amica le ha fatte e dice che si sente meglio.
Dice che aveva tanta rabbia dentro e con le costellazioni ora si sente + leggera.E poi se jellinger scive una poesia a Hitler non è una cosa brutta.

Sono Lucia!

Buongiorno e benvenuta Lucenelcielo!
Permettimi solo di chiederti due cose prima di iniziare a parlare dell’argomento.

1) Sarebbe gradita una tua presentazione nella sezione apposita( presentazione degli iscritti). Cosi li possiamo sapere se ti va chi sei, quali sono le tue passioni e cosa ti ha spinto a scrivere in questo forum.

2) Ti prego di leggere con attenzione il regolamento. Attualmente è in fase di rivisitazione tra me e i moderatori, ma la Carta costituzionale (passatemi il termine, ma è di questo che si tratta) attualmente vigent
e prevede regole precise sia per il modo di scrivere in seno a questo forum sia per il modo di presentare le cose. Nel primo caso mi sembra sia esplicitamente spiegato che le abbreviazioni on la k, le parole come “ttt” e cose di questo genere sono sconsigliate, per quanto possano fare guadagnare qualche millesimo di secondo a chi scrive. In compenso, sene perde in chiarezza, in capacità e pazienza che da sole possono fare a volte la differenza durante un confronto critico e civile. È anche una forma di rispetto nei confronti di chi legge i nostri interventi, perché se scrivi per esteso e in ITALIANO dai agli altri un messaggio: voglio essere chiaro con chiunque parla con me. Queste le spiegazioni. La legge esiste. Ti chiedo quindi di seguire ciò che iscrivendoti hai sottoscritto di accettare (le regole del buon vivere in seno al forum). Restano fuori da questa casistica errori di battitura che generalmente sono involontari.

Terminata questa premessa, giungiamo all’argomento del tuo intervento.

Definisci sparare a zero: Innanzitutto nella sezione dedicata alle costellazioni familiari di Bart Hellinger sono stati postati tutti gli elementi che possono iniziare a delineare il suo metodo e che iniziano a fornire tutte le possibili discussioni nate attorno alla sua “terapia”. Fornire tutte le campane che trattano della questione non mi sembra sparare a zero anzi, mi sembra invece un ottimo tentativo di dare a chi legge la possibilità di farsi una idea il più accurata possibile vista la documentazione postata. Se tu hai della documentazione puoi sempre proporla non dimenticando mai di citare adeguatamente le fonti mi raccomando 
Il fatto che una tua amica le ha fatte e si sente meglio mi rende una persona felice, ma dal punto di vista degli obiettivi di questa discussione, questa affermazione risulta personale e senza alcune rilevanza nei termini della ricerca e del confronto critico. Bada bene non ho detto inutile ma irrilevante: riportare invece le esperienze magari sarebbe piu interessante anche se non direttamente utile.
Dici che la tua amica si sente più leggera. Ti pregherei di leggere bene se non lo hai già fatto, il post che White queen ha con molta pazienza e capacità elaborato da un originale in lingua inglese: l’obiettivo di questo topic è quello di analizzare la validità del metodo hellinger non quello di fare romanticismo sulle esperienze di persone che non hanno postato direttamente esperienze. Citare eventi e fonti non ben definite, per di più sotto forma episodica è spesso uno dei più importanti tentativi di auto giustificazione. Non sto dicendo che tu lo faccia, ma essendo lo scopo di questo forum quello di imparare ad esercitare lo spirito critico, credo che sia necessario ricordare che affermazioni con un minimo di validità, soprattutto per questioni cosi di peso come una terapia, o presunta tale, non possono basarsi sulla auto giustificazione, tantomeno sulla auto dimostrazione sulla base di un episodio per sentito dire. Qui ci si informa, ci si confronta e si cresce.

Ovvio, ciò che tu credi e pensi delle costellazioni fa parte del tuo foro interiore, tuttavia ti chiedo in questa sede se vuoi di proporre costruttivamente la tua aderenza a cio che stimi e credi.
In caso contrario, esistono molti altri forum che parlano di argomenti come questi senza mettere in discussione nulla. Siamo in una democrazia e ognuno ha la libertà di scegliere la propria via per vivere nei limiti della civiltà 
Mi fa piacere che tu abbia scritto e abbia sollevato il problema. Resto in attesa di un tuo riscontro,

Admin
Tornare in alto Andare in basso
lucenelcielo



Femminile Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 22.09.09

MessaggioOggetto: Re: Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari   Mar 22 Set 2009 - 12:51

Admin ha scritto:
lucenelcielo ha scritto:
Ciao!io ho lett ttt ma no credo che sia bello sparare a zero sulle costellazioni familiari.Una mia amica le ha fatte e dice che si sente meglio.
Dice che aveva tanta rabbia dentro e con le costellazioni ora si sente + leggera.E poi se jellinger scive una poesia a Hitler non è una cosa brutta.

Sono Lucia!

Buongiorno e benvenuta Lucenelcielo!
Permettimi solo di chiederti due cose prima di iniziare a parlare dell’argomento.

1) Sarebbe gradita una tua presentazione nella sezione apposita( presentazione degli iscritti). Cosi li possiamo sapere se ti va chi sei, quali sono le tue passioni e cosa ti ha spinto a scrivere in questo forum.

2) Ti prego di leggere con attenzione il regolamento. Attualmente è in fase di rivisitazione tra me e i moderatori, ma la Carta costituzionale (passatemi il termine, ma è di questo che si tratta) attualmente vigent
e prevede regole precise sia per il modo di scrivere in seno a questo forum sia per il modo di presentare le cose. Nel primo caso mi sembra sia esplicitamente spiegato che le abbreviazioni on la k, le parole come “ttt” e cose di questo genere sono sconsigliate, per quanto possano fare guadagnare qualche millesimo di secondo a chi scrive. In compenso, sene perde in chiarezza, in capacità e pazienza che da sole possono fare a volte la differenza durante un confronto critico e civile. È anche una forma di rispetto nei confronti di chi legge i nostri interventi, perché se scrivi per esteso e in ITALIANO dai agli altri un messaggio: voglio essere chiaro con chiunque parla con me. Queste le spiegazioni. La legge esiste. Ti chiedo quindi di seguire ciò che iscrivendoti hai sottoscritto di accettare (le regole del buon vivere in seno al forum). Restano fuori da questa casistica errori di battitura che generalmente sono involontari.

Terminata questa premessa, giungiamo all’argomento del tuo intervento.

Definisci sparare a zero: Innanzitutto nella sezione dedicata alle costellazioni familiari di Bart Hellinger sono stati postati tutti gli elementi che possono iniziare a delineare il suo metodo e che iniziano a fornire tutte le possibili discussioni nate attorno alla sua “terapia”. Fornire tutte le campane che trattano della questione non mi sembra sparare a zero anzi, mi sembra invece un ottimo tentativo di dare a chi legge la possibilità di farsi una idea il più accurata possibile vista la documentazione postata. Se tu hai della documentazione puoi sempre proporla non dimenticando mai di citare adeguatamente le fonti mi raccomando 
Il fatto che una tua amica le ha fatte e si sente meglio mi rende una persona felice, ma dal punto di vista degli obiettivi di questa discussione, questa affermazione risulta personale e senza alcune rilevanza nei termini della ricerca e del confronto critico. Bada bene non ho detto inutile ma irrilevante: riportare invece le esperienze magari sarebbe piu interessante anche se non direttamente utile.
Dici che la tua amica si sente più leggera. Ti pregherei di leggere bene se non lo hai già fatto, il post che White queen ha con molta pazienza e capacità elaborato da un originale in lingua inglese: l’obiettivo di questo topic è quello di analizzare la validità del metodo hellinger non quello di fare romanticismo sulle esperienze di persone che non hanno postato direttamente esperienze. Citare eventi e fonti non ben definite, per di più sotto forma episodica è spesso uno dei più importanti tentativi di auto giustificazione. Non sto dicendo che tu lo faccia, ma essendo lo scopo di questo forum quello di imparare ad esercitare lo spirito critico, credo che sia necessario ricordare che affermazioni con un minimo di validità, soprattutto per questioni cosi di peso come una terapia, o presunta tale, non possono basarsi sulla auto giustificazione, tantomeno sulla auto dimostrazione sulla base di un episodio per sentito dire. Qui ci si informa, ci si confronta e si cresce.

Ovvio, ciò che tu credi e pensi delle costellazioni fa parte del tuo foro interiore, tuttavia ti chiedo in questa sede se vuoi di proporre costruttivamente la tua aderenza a cio che stimi e credi.
In caso contrario, esistono molti altri forum che parlano di argomenti come questi senza mettere in discussione nulla. Siamo in una democrazia e ognuno ha la libertà di scegliere la propria via per vivere nei limiti della civiltà 
Mi fa piacere che tu abbia scritto e abbia sollevato il problema. Resto in attesa di un tuo riscontro,

Admin


Ciao Admin (ma hai un nome?)
Mi sembra esagerato farmi notare questa cosa del linguaggio. Ognuno ha il diritto di esprimersi come ritiene opportuno, e non capisco perché io non posso farlo qui. Comunque visto che mi costringi, non userò + queste parole che tanto ti danno fastidio. Volevo dire che sono critiche troppo facili quelle che fai tu qui. Prima di tutto perché il potere di guarigione spirituale delle costellazioni deve essere provato. Solo una persona sterile può fermarsi su cose come queste.
Se vuoi che ti metta una citazione eccotela qui:
Le Costellazioni Familiari secondo Bert Hellinger, sono assai diffuse nei paesi di lingua tedesca ed ora cominciano ad essere conosciute nel resto del mondo per la profondità e l'efficacia. Vengono utilizzate nei più disparati campi della vita associata, laddove esistono dei sistemi, per questo si chiamano anche Costellazioni sistemico-fenomenologiche.

Efficacissime nella terapia familiare, di gruppo, di coppia, individuale, nella scuola, negli ospedali, negli uffici, in azienda, nelle carceri, la loro caratteristica principale è quella di fare riferimento agli "ordini dell'amore" e alle forze guaritrici delle origini del sistema familiare.

"Ogni essere umano è parte di un tutto chiamato Universo. Egli sperimenta i suoi pensieri e i sentimenti come qualcosa di separato dal resto: una specie di illusione ottica della coscienza. Questa illusione è una specie di prigione. Il nostro compito deve essere quello di liberare noi stessi da questa prigione attraverso l'allargamento del nostro circolo di conoscenza e comprensione, sino ad includere tutte le creature viventi e l'interezza della natura nella sua bellezza." A. Einstein.

Spesso la nostra vita viene condizionata da destini e sentimenti che non sono veramente nostri, anche malattie gravi, desiderio di morte, problemi sul lavoro possono essere dovuti a grovigli sistemici familiari che vengono portati alla luce attraverso il processo delle Costellazioni.
Sembra che continui ad agire dentro di noi una struttura arcaica, cieca e inconscia, preposta alla coesione e all'appartenenza nel sistema familiare. Per questo, se in una famiglia è stato dimenticato un membro o escluso, per questa legge inconscia, un altro membro giovane, di generazioni successive, che nulla sa di questo suo predecessore, porterà su di sé il destino di questi e cercherà di seguirlo nella sua tragica sorte.


Le Costellazioni Familiari sono orientate alla soluzione più che all'analisi del problema, possono quindi rivelarsi utili per portare alla luce irretimenti inconsci che rendono difficile la vita di coppia, e le relazioni in genere, per alleviare situazioni difficili legate a divorzi, separazioni, adozioni, morti precoci, aborti, bambini difficili, ecc., per attenuare e comprendere disturbi fisici e psichici di ogni genere, per trovare soluzioni a difficoltà legate al lavoro e alla professione.

Cosa sono:
Le Costellazioni Familiari, messe a punto da Bert Hellinger consentono di scoprire, portare alla luce e sciogliere "irretimenti" familiari che si trasmettono di generazione in generazione e che sono causa di malattie e disturbi psichici e fisici.

Rappresentano dunque un valido contributo per affrontare varie problematiche, siano esse relazionali, professionali o legate a malattie.

Per cogliere appieno il significato di questo approccio è importante assumere una prospettiva sistemica. In un sistema il singolo non è importante di per sé ma in funzione di qualcosa di più grande, il sistema appunto. Esistono tanti sistemi, quello che ci viene in mente subito è l'ecosistema, di cui si parla molto, c'è anche un sistema azienda, un sistema famiglia e così via.

Sembra che in ogni sistema ci siano delle forze assai potenti per cui il singolo è per così dire responsabile per la parte che gli compete, spesso a sua insaputa, del funzionamento del tutto. Un altro esempio è il sistema assai complesso dell'organismo vivente.

E' abbastanza intuitivo pensare che da certi sistemi si possa uscire, per esempio da una associazione sportiva e da altri no, primo fra tutti l'ecosistema ma anche il sistema familiare.

Nella terapia familiare l'individuo allora non è mai preso come elemento isolato ma inserito in un determinato contesto di relazioni, questo permette di trovare legami e connessioni quasi sempre inconsci, con destini difficili nel sistema-famiglia.

Attraverso il metodo delle Costellazioni Familiari possiamo allora rendere consapevoli certi processi destinati normalmente a restare e agire nell'oscurità e nello stesso tempo ristabilire il collegamento con le forze vitali delle origini, in accordo e all'unisono con gli "ordini dell'Amore".
Vai all'inizio

Gli "ordini dell'Amore":
Nella pratica delle Costellazioni Familiari è emerso che esistono in ogni sistema familiare degli ordini strutturali fissi per mantenere in equilibrio il sistema e provvedere alla sua sopravvivenza. Bert Hellinger ha dato loro il nome di "Ordini dell'Amore" ovvero ciò che crea l'appartenenza al clan e ne garantisce la sopravvivenza dei suoi membri. Si tratta di una componente arcaica della struttura familiare tanto potente da indirizzare i destini dei singoli e influire in modo incisivo nella vita di tutti noi. Questi ordini sono dati, così come esiste un ordine, seppure in continua trasformazione, nel sistema stellare, così esiste un ordine nel sistema familiare. Da qui il termine Costellazioni Familiari.

Nel sistema familiare vige un senso dell'ordine e dell'equilibrio, la coscienza del clan, per cui ogni torto fatto ad un predecessore deve essere compensato da un successore. Questa coscienza si fa carico delle persone escluse e dimenticate dalla nostra anima e non si arrende fino a che non viene ridato, all'escluso, un posto e la dignità nel nostro cuore.

Quindi, finchè una persona è esclusa o dimenticata, nel sistema agisce una pressione affinché un successore in qualche maniera ne difenda i diritti, identificandosi con lui, a volte imitandone il destino negativo come una malattia o la morte precoce. Si parla allora di "irretimento".
Senza elencare tutti gli Ordini dell'Amore, ci limitiamo qui a fare alcuni esempi che riguardano questa "Coscienza familiare cieca" che regola l'equilibrio di compensazione fra i vari membri.

Una signora in un seminario racconta la sua ansia per via delle tendenze suicide della figlia che da qualche settimana si fanno sempre più frequenti, nella rappresentazione del sistema familiare emerge che la prima moglie del nonno della signora è morta di parto.

Questo avvenimento in una famiglia è vissuto con tale drammaticità che si tende a rimuovere i sentimenti e la consapevolezza ad esso collegati, così la donna viene dimenticata, anche se proprio con la sua morte ha fatto posto ad un'altra persona(la seconda moglie). Non viene però dimenticata dall'istanza interiore della famiglia per cui risulta che la signora e la figlia sono identificate con questa donna morta di parto di cui magari non hanno mai saputo nulla.

La figlia inoltre, con i suoi tentativi di suicidio, sembra portare in atto , per amore, la tendenza "lo faccio al posto tuo", per trattenere la madre in vita.

La soluzione è possibile quando la prima moglie viene rimessa in scena e onorata nel suo sacrificio e quando la figlia non cerca più di sostituirsi alla madre e al suo destino.

Un'altra signora racconta di incidenti continui del giovane figlio, nella messa in scena della costellazione familiare emerge che la donna è stata precedentemente fidanzata ad un giovane scomparso in guerra e dimenticato, così il figlio tenta inconsciamente di seguirlo nel suo destino, la soluzione in questo caso è molto chiara, ci si inchina profondamente davanti al rappresentante del fidanzato dicendo: "Tu hai un posto nel mio cuore, e rimani il primo, mi sono sposata e ho questo figlio, guardaci benevolmente".Queste si chiamano Frasi risolutrici.

Quindi, per amore ci si ammala e spesso si muore anche, un amore cieco e arcaico che colpisce, è il caso di dirlo, proprio i membri più fragili, i bambini. I bambini non possono sottrarsi a questa istanza, loro farebbero tutto per i genitori e la coesione del nucleo familiare.

In un libro curato da Gunthard Weber, uno dei più noti terapeuti di Costellazioni in Germania, che ha seguito passo passo il lavoro di Bert Hellinger, si racconta di un padre affranto dalla disperazione per aver una volta rimproverato il figlio che poi si impicca la notte seguente.

A distanza di anni il padre ricorda improvvisamente che, prima del rimprovero, un giorno a pranzo aveva annunciato l'arrivo di un fratellino e il figlio aveva esclamato preoccupatissimo: "ma non c'è abbastanza posto", quindi si era ucciso per far posto.
Vai all'inizio
Le Violazioni agli Ordini dell'Amore:
Finchè gli Ordini dell'Amore vengono rispettati e seguiti , possiamo vivere con serenità le nostre relazioni e la vita sarà senza gravi difficoltà o problemi.
Se gli Ordini dell'Amore non vengono rispettati, ci saranno conflitti e problemi nelle relazioni, ci potranno essere anche conseguenze molto gravi come malattie fisiche e psichiche e la morte.
Vai all'inizio
I Bambini:
I bambini sono i più colpiti dalle violazioni degli Ordini dell'Amore, essi non si possono difendere; nei sistemi familiari i bambini sono quelli che amano di più: pur di mantenere l'appartenenza e la coesione del nucleo, sono pronti a sacrificare tutto, compresa la vita. Spesso si ritrovano immischiati in una situazione di arroganza e superiorità, lo fanno per amore quando cercano di riappacificare i genitori o sostituirsi ad uno di loro. Spesso credendo di far bene si mettono dalla parte di uno dei genitori o addirittura svolgono il ruolo di amici e confidenti.

L'Ordine però non può essere violato, nemmeno per amore. Il senso di equilibrio che abbiamo nell'anima è più forte di questo amore , l'equilibrio si mette dalla parte dell'ordine, anche a costo della felicità e della vita. La soluzione allora è prendere coscienza dell'Ordine e seguirlo con amore e umiltà.

La coscienza del sistema familiare pretende un equilibrio e i bambini sono legati a ciascuno dei suoi membri. Essi provano un profondo senso e bisogno di appartenenza al proprio sistema familiare. Cercando di salvare qualcuno, si sentono in armonia con se stessi e la famiglia. Credono di realizzare qualcosa di utile e si sentono così in diritto di mantenere la propria appartenenza. Poco importa poi se questo processo procura loro un danno o mette in pericolo la loro vita.

La convinzione inconscia di poter guarire una persona amata sacrificando la propria salute o di poter restituire la vita offrendo la propria trova la sua origine nel pensiero magico che fa parte della nostra evoluzione.

Se poi questo processo verrà smascherato, se la persona prende coscienza dell'irretimento, non potrà più agire come prima, comprendendo che il proprio sacrificio non porterà alcun vantaggio, anzi aggiungerà altro dolore al dolore.
Vai all'inizio

http://www.costellazionifamiliari.it/cosasono.html


Eccoti accontentato.
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari   Mer 23 Set 2009 - 6:38

Cara Lucenelcielo,

Riguardo al fatto che ti sembra restrittivo un linguaggio consono alla grammatica e alla comprensibilità non solo tua ma anche di chi ti legge, vorrei aprire una piccola parentesi.
Le regole, per quanto spesso possono darci fastidio, hanno una ragion d’essere, cattiva o buona che sia per quel che riguarda chi la deve rispettare.
Nel nostro specifico caso, quando hai sottoscritto la tua regolarizzazione alla partecipazione di questo forum, hai anche sottoscritto il rispetto delle regole interne del forum, che puoi leggere in chiaro anche nella sezione “REGOLAMENTO DEL FORUM – FORUM POLICY”.
Cambiamo contesto e prospettiva: decidi di emigrare in Francia, chiedi e ottieni di diventare cittadina francese e dopo aver sottoscritto la tua accettazione alla Costituzione francese, dopo essere divenuta cittadina, ti metti a contestare le regole e le leggi in seno alla costituzione stessa di cui hai deciso deliberatamente di fare parte. Non è detto che sia sbagliato in se, ma i mezzi e i modi attraverso i quali porti avanti la tua eventuale proposta di modifica dello status quo dovrebbero avere non solo una coerenza interna ama anche usare i mezzi idonei per poter essere promossi.
Quello che voglio dire è semplice: essendo tra l’altro che nessuno ti ha chiesto di fare cose contro la tua stessa libertà e integrità personale, ti ricordo che
“16F. E' vietato scrivere in stile sms usando le k al posto delle C e abbreviando le parole, come nn, sn, x, xchè, e tutte quelle abbreviazioni che ne rendano difficoltosa la lettura e incomprensibile il testo.”

Come da regolamento. Ti chiedo cortesemente di attenerti ad esso pertanto.

Se nel frattempo ritieni che tale regola non sia adeguata, e vuoi proporre ad esempio che tu o magari tutti gli altri potete scrivere con la k, con le ttt con tutte le abbreviazioni che oggi si usano in chat e negli sms, proponi in una lettera formale la cosa nella sezione regolameno. L’Admin (quanto mi piace parlare in terza persona ! E i moderatori di riuniranno per decidere della proposta. Il risultato verrà pubblicato in chiaro nella stessa sezione.
Grazie.

Fine prima parte e inizio seconda sessione:
partiamo dall’inizio, prima di commentare ciò che hai postato.
affermi “Volevo dire che sono critiche troppo facili quelle che fai tu qui.”
Ti ricordo che in questa sede per ora abbiamo tradotto una lunga serie di riflessioni portate avanti da Lorie Anderson cosa dovuta visto che a quanto sembra siamo il primo e unico forum italiano per quel che mi risulta che abbia avuto il desiderio di trattare questo argomento in modo critico. Non esistono da quel che so (ma posso sbagliarmi) altri

Questo pero non fa la differenza: le riflessioni di Lorie Anderson sono dovute e riferite ad interventi, testimonianze e riferimenti chiari riportati da altre persone.
Veniamo al dunque: nell’interbento di Lorie Anderson si pongono criticamente dei dubbi sul metodo usato, principalmente. Io poi personalemnete ho dei dubbi anche sulla confutabilità dei concetti che compongono le ipotesi del metodo qui discusso ( ma è una questione che se sarà verrà trattata più avanti, godiamoci la traversata per ora).
Il metodo previsto in quasi tutti i forum è che si posti, quando di quota e si commentano argoemnti precedenti, i motivi che ci fanno dissentire da ciò che è stato scritto e affermato precedentemente.

Puoi per cortesia dirmi in cosa non ti trovi d’accordo?
L’affermazione “no credo che sia bello sparare a zero sulle costellazioni familiari.Una mia amica le ha fatte e dice che si sente meglio.
Dice che aveva tanta rabbia dentro e con le costellazioni ora si sente + leggera. E poi se jellinger scive una poesia a Hitler non è una cosa brutta.” Oltre a non chiarire il punto del tuo dissenso non fa capire nulla del motivo per cui secondo te si sta sparando a zero sul metodo “hellinger”.
Sei pregata di voler circoscrivere le tue affermazioni, in riferimento a quanto detto nei post precedenti. Tra parentesi è Hellinger e non Jellinger.

Questo permetterà alla discussione e al confronto di avere una sua continuità e una sua chiarezza, peraltro indispensabili. Ne trai vantaggio anche tu, perché con questa sparata non stai dando una immagine bellissima di volontà di chiarire e esporre le tue idee a chi ci legge.

Grazie 

Admin


Ultima modifica di Admin il Gio 28 Ott 2010 - 15:54, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
lucenelcielo



Femminile Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 22.09.09

MessaggioOggetto: Re: Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari   Gio 24 Set 2009 - 7:09

Admin ha scritto:
Cara Lucenelcielo,

Riguardo al fatto che ti sembra restrittivo un linguaggio consono alla grammatica e alla comprensibilità non solo tua ma anche di chi ti legge, vorrei aprire una piccola parentesi.
Le regole, per quanto spesso possono darci fastidio, hanno una ragion d’essere, cattiva o buona che sia per quel che riguarda chi la deve rispettare.
Nel nostro specifico caso, quando hai sottoscritto la tua regolarizzazione alla partecipazione di questo forum, hai anche sottoscritto il rispetto delle regole interne del forum, che puoi leggere in chiaro anche nella sezione “REGOLAMENTO DEL FORUM – FORUM POLICY”.
Cambiamo contesto e prospettiva: decidi di emigrare in Francia, chiedi e ottieni di diventare cittadina francese e dopo aver sottoscritto la tua accettazione alla Costituzione francese, dopo essere divenuta cittadina, ti metti a contestare le regole e le leggi in seno alla costituzione stessa di cui hai deciso deliberatamente di fare parte. Non è detto che sia sbagliato in se, ma i mezzi e i modi attraverso i quali porti avanti la tua eventuale proposta di modifica dello status quo dovrebbero avere non solo una coerenza interna ama anche usare i mezzi idonei per poter essere promossi.
Quello che voglio dire è semplice: essendo tra l’altro che nessuno ti ha chiesto di fare cose contro la tua stessa libertà e integrità personale, ti ricordo che
“16F. E' vietato scrivere in stile sms usando le k al posto delle C e abbreviando le parole, come nn, sn, x, xchè, e tutte quelle abbreviazioni che ne rendano difficoltosa la lettura e incomprensibile il testo.”

Come da regolamento. Ti chiedo cortesemente di attenerti ad esso pertanto.

Se nel frattempo ritieni che tale regola non sia adeguata, e vuoi proporre ad esempio che tu o magari tutti gli altri potete scrivere con la k, con le ttt con tutte le abbreviazioni che oggi si usano in chat e negli sms, proponi in una lettera formale la cosa nella sezione regolameno. L’Admin (quanto mi piace parlare in terza persona ! E i moderatori di riuniranno per decidere della proposta. Il risultato verrà pubblicato in chiaro nella stessa sezione.
Grazie.

Fine prima parte e inizio seconda sessione:
partiamo dall’inizio, prima di commentare ciò che hai postato.
affermi “Volevo dire che sono critiche troppo facili quelle che fai tu qui.”
Ti ricordo che in questa sede per ora abbiamo tradotto una lunga serie di riflessioni portate avanti da Lorie Anderson cosa dovuta visto che a quanto sembra siamo il primo e unico forum italiano per quel che mi risulta che abbia avuto il desiderio di trattare questo argomento in modo critico. Non esistono da quel che so (ma posso sbagliarmi) altri

Questo pero non fa la differenza: le riflessioni di Lorie Anderson sono dovute e riferite ad interventi, testimonianze e riferimenti chiari riportati da altre persone.
Veniamo al dunque: nell’interbento di Lorie Anderson si pongono criticamente dei dubbi sul metodo usato, principalmente. Io poi personalemnete ho dei dubbi anche sulla confutabilità dei concetti che compongono le ipotesi del metodo qui discusso ( ma è una questione che se sarà verrà trattata più avanti, godiamoci la traversata per ora).
Il metodo previsto in quasi tutti i forum è che si posti, quando di quota e si commentano argoemnti precedenti, i motivi che ci fanno dissentire da ciò che è stato scritto e affermato precedentemente.

Puoi per cortesia dirmi in cosa non ti trovi d’accordo?
L’affermazione “no credo che sia bello sparare a zero sulle costellazioni familiari.Una mia amica le ha fatte e dice che si sente meglio.
Dice che aveva tanta rabbia dentro e con le costellazioni ora si sente + leggera. E poi se jellinger scive una poesia a Hitler non è una cosa brutta.” Oltre a non chiarire il punto del tuo dissenso non fa capire nulla del motivo per cui secondo te si sta sparando a zero sul metodo “hellinger”.
Sei pregata di voler circoscrivere le tue affermazioni, in riferimento a quanto detto nei post precedenti. Tra parentesi è Hellinger e non Jellinger.

Questo permetterà alla discussione e al confronto di avere una sua continuità e una sua chiarezza, peraltro indispensabili. Ne trai vantaggio anche tu, perché con questa sparata non stai dando una immagine bellissima di volontà di chiarire e esporre le tue idee a chi ci legge.

Grazie 

Admin


Ciao a tutti.
Ecco le mie opinioni sul post dell’Admin. Spero che facciano riflettere molti e capire che le critiche sterili non servono a nulla.



Una vittima di cancro al seno può segretamente voler morire a causa di un'inconscia e femminile “guerra contro la propria madre”.
È stato dimostrato anche il testo “Metamedicina” lo ha dimostrato.

L'omosessualità è spesso la conseguenza del fatto che un ragazzo debba assumere i sentimenti di una sorella deceduta in mancanza di sorelle che lo possano fare.
Se lo dice uno psicologo allora un fondo di verità ci sarà, non credi?

Stupro ed incesto creano un legame: il colpevole deve ricevere “rispetto dovuto” prima che la vittima si possa legare a qualcun altro.
Ha ragione. Se non perdoni non sarai mai libero, lo dicono tutte le religioni, solo chi non crede più in nulla desidera vendetta


__________________________________________________________________

ALCUNE BIZZARRE CITAZIONI DI HELLINGER SULL'INCESTO

“Adesso riguardo l'incesto. Se vi siete confrontati con casi di incesto una dinamica molto comune è che la moglie si tira indietro con il marito, rifiuta una relazione sessuale. Di seguito, come una specie di compensazione, una figlia prende il suo posto. Questo è un meccanismo inconscio, per nulla consapevole. Ma vedi, con l'incesto ci sono due colpevoli, uno sullo sfondo e uno alla luce del sole. Non puoi risolverlo finché non viene introdotto il colpevole nascosto. Esistono delle frasi molto strane che vengono alla luce. La figlia può dire alla madre “lo faccio per te. E può dire al padre “lo faccio per mamma”. Qual è l'effetto di queste frasi? L'incesto non può proseguire. Se vuoi fermarlo questo è il modo migliore privo di accuse.

Non giudicare e non sarai giudicato


Hellinger continua raccontando la storia di una vittima di incesto/abusi che si suicidò perché il colpevole era stato accusato.
È una prova di cio che dice.


LETTERA DI HELLINGER – POEMA A HITLER:

[Nota di Lorie Anderson: personalmente trovo offensivo questo poema, ma capisco che mentre alcuni possono interpretarlo come antisemita, altri possono argomentare che esprime un punto di vista riguardo l'eguaglianza del valore umano nei confronti delle azioni di ciascuno, anche le azioni di un Hitler. Lo includo qui per curiosità e discussione.]

Nota del traduttore: “la seguente lettera in forma poetica fu scritta da Bert Hellinger ad Adolf Hitler. Appare nell'originale tedesco a pagina 247 dell'ultimo libro di Bert chiamato“Gottesgedanken” (“riflessioni divine”) pubblicato nel 2004. Ho fatto questa nuova traduzione in inglese americano odierno.”
Thomas Mellett
Van Nuys, California
10 Aprile, 2006
Tombuoyed@aol.com


Hitler,
Ti considero un essere umano
Proprio come me,
Con un padre, con una madre,
E con un destino definito.

Sei perciò superiore a me?
O sei inferiore?

Sei migliore di me
O peggiore di me?

Se tu sei superiore, allora così sono io.
Se tu sei inferiore, allora così sono io.
Se sei migliore di me o peggiore
Allora lo sono anch'io.

Perché io sono un essere umano proprio come te.
Se io ti rispetto, allora rispetto me stesso.
Se io ti detesto, allora detesto me stesso.

Oso amarti?
Sono obbligato ad amarti?
Perché se non lo faccio,
Come posso permettermi
Di amare me stesso?

Se riconosco che tu eri umano
Proprio come me,
Allora devo guardare a qualcosa
Che ha creato entrambi ---

Uguali ---
Qualcosa che ha creato te così come me ---
Qualcosa che determina anche
In che modo siamo entrambi distrutti.

Come potrei eventualmente escludere me stesso
Dalla nostra fondamentale fonte comune ---
Nel contempo ti sto escludendo?

Come potrei mai biasimare questa causa finale
E innalzarmi così tanto
Fintanto continuo a biasimarti?

Ancora non oso avere pietà di te.

La causa fondamentale della tua ascesa e caduta
Non è differente dalla mia.

La onoro in te
Così come la onoro in me stesso
E mi arrendo a tutto
Quello che ha creato in te ---

E a tutto quello che ha creato in me ---
Così come a tutto quello che ha creato
In ogni altro essere umano.


È bellissima è una dichiarazione di perdono e amore bellissima! Come fai a dire che è una cosa terribile?
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari   Gio 24 Set 2009 - 12:59

Ciao Lucenelcielo!

passo subito al nocciolo oggi :-) spero che possa aiutarci a fare il punto e a circoscrivere il punto della discussione.


Ciao a tutti.
Ecco le mie opinioni sul post dell’Admin. Spero che facciano riflettere molti e capire che le critiche sterili non servono a nulla.


In primis ti ricordo che il post non è mio ma è il lavoro di faticosa e competente traduzione di un altro nostro membro, nonché moderatore, WhiteQueen.
In secundis ti ricordo che si tratta di riflessioni di Lorie sul metodo Hellinger. È avendolo letto e riletto credo che di tutto si tratti meno che di polemiche sterili. Sterile invece è l’atteggiamento di adozione di idee e concetti senza un minimo di spirito critico. Confronto, discussione e cosi di seguito.

Veniamo alle tue riflessioni 


Una vittima di cancro al seno può segretamente voler morire a causa di un'inconscia e femminile “guerra contro la propria madre”.
È stato dimostrato anche il testo “Metamedicina” lo ha dimostrato.


Piccola correzione metodologica per quel che riguarda il tuo modo di intervenire all’interno di un forum quotando: ti chiedo la cortesia, quando citi altri lavori, altri testi e teorie di fare almeno un piccolo riassunto per far capire a chi legge di cosa stiamo parlando, altrimenti ci ritroviamo come sempre a dire cose di cui nemmeno chi scrive sa esattamente di cosa si tratta, forse.
Stavolta lo faccio io per te, ma mi raccomando dalla prossima per favore cerca di farlo da te, ok?


“Metamedicina” Ogni sintomo è un messaggio.
Edizioni Amrita, Claudia Rainville
Che cosa sostiene questa autrice esattamente? Vediamolo brevemente e poi cerchiamo di capire in che modo è davvero collegato col metodo hellinger, se lo è.
Che cos'è la Metamedicina?
Il termine "Metamedicina" è formato dal prefisso greco meta, che significa "andare al di là". Al di là della fisica non c'è la metafisica, al di là del conscio non c'è l'inconscio, e al di là del conosciuto non c'è l'ignoto?
La Medicina e la Metamedicina potrebbero essere paragonate ad un iceberg. Mentre la Medicina si occupa della parte emergente dell'iceberg, poiché prende in considerazione i sintomi che affliggono materialmente il corpo umano, la Metamedicina agisce sulla sfera emozionale, aiutando il soggetto a liberarsi dalle emozioni che lo fanno star male e che, spesso, danno origine a disturbi psicosomatici.
Gli studi sui rapporti mente/corpo ci informano che l'80% delle malattie sono di origine psicosomatica, ed è appunto sull'aspetto psicosomatico della malattia che interviene la Metamedicina. Essa si basa fondamentalmente su un approccio induttivo, piuttosto che deduttivo, non fa diagnosi, non prescrive farmaci, né alcun tipo di trattamento. Queste le differenze:
Approccio deduttivo. Quando utilizziamo le nostre conoscenze per aiutare gli altri, ci serviamo di questo approccio. Per esempio, dire a una persona "Se hai male al ginocchio vuol dire che fai troppo sport" che, visto da un punto di vista metafisico significa "vuol dire che non sei abbastanza flessibile". Va detto che tali deduzioni possono essere giuste, ma possono anche non esserlo.
Approccio induttivo. Il terapeuta non interpreta a modo suo i sintomi denunciati dalla persona; l'aiuta piuttosto nel processo che la porterà a scoprire da sola la causa della sua sofferenza ed a risolverla. In seguito, potrà guidarla attraverso un processo di liberazione della sua sofferenza emozionale, aiutarla a trovare una soluzione al suo conflitto o incoraggiarla a mettere in atto le azioni che la possono liberare.
Come funziona la Metamedicina?
La Metamedicina utilizza alcune chiavi di interpretazione che esamineremo brevemente.
• 1. La prima chiave interessa l'organo malato e il suo ruolo o la sua funzione.
• 2. La seconda chiave prende in considerazione la manifestazione (il sintomo) che potrebbe essere: dolore, ustione, crampi, sanguinamento, prurito, ecc.
• 3. La terza chiave riguarda la comparsa del sintomo o il momento in cui si sono manifestati i primi sintomi. Le domande da porre dovrebbero essere: "Quando sono cominciati i disturbi? Che cosa è successo nella vita di questa persona, prima che si manifestassero i primi sintomi?
• 4. La quarta chiave riguarda i fenomeni di risonanza. Il sintomo si manifesta con discontinuità o in una situazione particolare o in un momento ben preciso, per esempio al mattino?
• 5. La quinta chiave consiste nell'indagare se il disturbo o la malattia comporta dei vantaggi o una scappatoia per la persona colpita.
• 6. La sesta chiave consiste nel ricercare se questo disturbo impedisce a questa persona di fare qualcosa. Se sono cose che le piacciono, come ballare, è possibile che nasconda un senso di colpa che le crea una forma di autopunizione.
• 7. La settima chiave consisterà nello stabilire se c'è un legame tra ciò che vive o prova la persona e la manifestazione del suo inconscio.
• 8. L'ottava chiave consiste nello scoprire se la persona che ha chiesto il nostro consulto si trova in una fase attiva o di remissione della malattia. La fase attiva dura fino a quando dura il conflitto. Allorché non è più sconvolta, non ha più paura ed ha trovato la soluzione ai suoi problemi, ci sono delle buone possibilità che la sua malattia si trovi in una fase di recupero che la porterà alla guarigione.
• 9. La nona chiave consiste nell'aiutare la persona a trovare la soluzione ai suoi problemi ed aiutarla a trasformare il sentimento o l'emozione in causa.
Se in seguito ci sarà un miglioramento o la sparizione del disturbo, vuol dire che la causa è stata riconosciuta e risolta. In caso contrario, è possibile che ci siano altri elementi responsabili che non sono stati identificati.
Trovi l'articolo completo in: www.metamedicina.com/It/Metamedecine.asp
Libri per approfondire
• Claudia Rainville, Metamedicina - Ogni sintomo è un messaggio.
Edizioni Amrita.
Segue una minibiografia del volume citato.
Dieci anni di lavoro nel campo della microbiologia hanno fornito all'Autrice il rigore, il metodo d'indagine e di analisi necessari per questa ricerca, durata a sua volta dodici anni. L'esperienza personale della malattia (cancro, mal di schiena cronico, depressione nervosa e una quantità di operazioni) e l'autoguarigione completa che ne è seguita l'hanno condotta a testare con altri la sua convinzione:
VI È UNA CORRELAZIONE fra sintomo e causa profonda, confermata dal vissuto personale di migliaia di uomini e donne che si sono rivolti a Claudia Rainville.
Se siete fra coloro che s'interrogano sul senso profondo della loro malattia, questo libro potrebbe condurvi alle cause profonde e dare il via ad un vero processo di autoguarigione.
FONTE: http://www.procaduceo.org/it_strum/metamedicina.htm



Posto che questa è un commento al testo, e non un commento dell’autore stesso, possiamo fare commento di un commento. Appena mi sarà possibile, aprirò un post specifico sull’argomento “Metamedicina”. Ci sono tuttavia alcune importanti riflessioni da fare:
1) Mentre la Medicina si occupa della parte emergente dell'iceberg, poiché prende in considerazione i sintomi che affliggono materialmente il corpo umano, la Metamedicina agisce sulla sfera emozionale, aiutando il soggetto a liberarsi dalle emozioni che lo fanno star male e che, spesso, danno origine a disturbi psicosomatici. E’ ancora da accertare che esista una correlazione cosi potente tra sintomi e patologie corporee (chiaramente quantificabili e studiabili) e la sfera emozionale (che tutto puo voler dire e nulla). Anche le chiavi che vengono identificate….che dimostrazione di esistenza hanno? Da una parte hai i sintomi fisici, dall’altra hai l’emotività…le prime le puoi misurare, la seconda direi di no, non coi mezzi della scinza attuale. Si possono usare concetti, idee sulla emotività…si cerca cosi di creare un connubbio tra misurabile e non misurabile, tra fattuale e ideale, tra cio che è confutabile e cio che non lo è…queste le premesse…come possono le conclusioni essere veritiere e scientifiche?
Nessuno sta dicendo che sia tutto falso (dirlo sarebbe fare l’ennesima affermazione non critica e assoluta, quindi per nulla scientifica). Solo, analizzando il metodo, si notano chiaramente queste fallacità logiche, che di certo smontano ogni pretesa di scientificità. Se un giorno la medicina dimostrerà chiaramente quetsa correlazione, allora si potrà dire che queste teorie stavano cercando, non scientificamente, di dare una risposta ( a modo loro) a ciò che potrà aver trovato risposta, forse…

2) Gli studi sui rapporti mente/corpo ci informano che l'80% delle malattie sono di origine psicosomatica, ed è appunto sull'aspetto psicosomatico della malattia che interviene la Metamedicina. Essa si basa fondamentalmente su un approccio induttivo, piuttosto che deduttivo, non fa diagnosi, non prescrive farmaci, né alcun tipo di trattamento. Queste le differenze:
Approccio deduttivo. Quando utilizziamo le nostre conoscenze per aiutare gli altri, ci serviamo di questo approccio. Per esempio, dire a una persona "Se hai male al ginocchio vuol dire che fai troppo sport" che, visto da un punto di vista metafisico significa "vuol dire che non sei abbastanza flessibile". Va detto che tali deduzioni possono essere giuste, ma possono anche non esserlo.
Approccio induttivo. Il terapeuta non interpreta a modo suo i sintomi denunciati dalla persona; l'aiuta piuttosto nel processo che la porterà a scoprire da sola la causa della sua sofferenza ed a risolverla. In seguito, potrà guidarla attraverso un processo di liberazione della sua sofferenza emozionale, aiutarla a trovare una soluzione al suo conflitto o incoraggiarla a mettere in atto le azioni che la possono liberare.
Sarebbe utile che si citassero queste fantomatiche ricerche che dimostrano all’80 % la correlazione che si vuole dare per assodata. Nell’articolo si parte da questo, senza discuterlo e da li si fanno successivamente delle deduzioni. Questo ad esempio è un modo di restringere le possibilità di osservazione a cio che ci interessa provare, a scapito della veridicità e della osservabilità e confutabilità. L’articolo poi da una definizione di approccio deduttivo ed induttivo assolutamente “sui generis” (e aggiungerei del tutto arbitraria, nello scopo della auto dimostrazione). L’approccio deduttivo è un procedimento logico, nulla ha ache vedere direttamente con l’intento di aiutare gli altri. Ha ragione sulla conclusione dicendo che le conclusioni possono non essere corrette, come l’esempio che fa, assolutamente non critico. Ma è anche vero che si può partire da premesse corrette per arrivare a conclusioni invecee non corrette (ti consiglio di dare una occhiata alla sezione che abbiamo aperto, logica e metodo scientifico, presto prepareremo una traduzione, ma se sai l’inglese è già abbondantemente avvicinabile  Infine,purtroppo, la definizione di approccio induttivo parte da premesse sbagliate (almeno nella definizione logica di induzione) e arriva a conclusioni altrettanto sbagliate e non dimostrate ancora, per quanto spesso si voglia affermare il contrario.



L'omosessualità è spesso la conseguenza del fatto che un ragazzo debba assumere i sentimenti di una sorella deceduta in mancanza di sorelle che lo possano fare.
Se lo dice uno psicologo allora un fondo di verità ci sarà, non credi?



Freud diceva che Mosé era un sacerdote egizio. Ci sono alcune probabilità che lo fosse. La sua teoria che per ora non ha riscontro, è automaticamente vera?
Ti ricordo che con questa affermazione stai per aprire un vaso di Pandora. Atteniamoci all’argomento pertanto. Mi limito a dirti che solo perché una persona che fa lo scienziato afferma che le uova sono cancerogene, non è detto che sia vero. Ci vuole piu di questo per dimostrare la validità di una ipotesi comprendi? Oggigiorno queste premesse di pensiero critico sono state dimenticate, e chiunque crede che si possa affermare con certezza qualsiasi cosa. Di contro, il mettere l’accento sulla confutabilità di un metodo o sulle prove a sostegno di una tesi vengono viste come qualcosa di quasi malefico e oscurantista.
Posso dirti che conosco molte persone omosessuali che non hanno per nulla le caratteristiche portate a sostegno da Hellinger nella sua tesi. Molte persone non hanno sorelle decedute, ne parenti femminili prossimi deceduti. Non mi si venga a dire che Hellinger ha ragione perché lui è uno strumento della “Grande Anima”. Se così è…questa grande anima farebbe bene ad informarsi meglio sul mondo degli esseri umani. Ed evitare affermazioni metafisiche, assolute e criticamente smentibili cosi facilmente 


Stupro ed incesto creano un legame: il colpevole deve ricevere “rispetto dovuto” prima che la vittima si possa legare a qualcun altro.
Ha ragione. Se non perdoni non sarai mai libero, lo dicono tutte le religioni, solo chi non crede più in nulla desidera vendetta


La questione è molto più complessa di quanto non appaia al precetto etico-religioso del “perdona e sarai perdonato”. Chi è vittima di stupro e incest generalmente ha subito uno shock e un trauma che va a condizionargli tutta la vita. A mio modesto parere di chi non si intende di queste cose, forzare qualcuno a perdonare non serve a niente. Hellinger forse pensa che con gli adulti ci si deve comportare come con dei bambini che devono essere paternalisticamente condotti verso la Verità….ma posto che anche Hellinger è un essere umano, come si può pensare che la soluzione a traumi cosi profondi sia quello di dire al soggetto in questione: “Perdona!!!!!”? La catarsi fa sentire bene poco tempo dopo l’esplosione emotiva, ha sicuramente aperto le porte a delle problematiche profonde, ma gli strumenti psicologici che poi vanno adoperati per permettere di guarire queste ferite profonde non possono essere quelle della forzatura della mente del soggetto…questa persona ha già subito una violenza (fisica o mentale che sia)…ha senso sottporla ad un altra violenza (la coercizione mentale) per fargli passare il dolore per la violenza precedente? Si può usare il “male” per risolvere il “male”? Non è anche questa una forzatura? Da quel che ne so, le terapie psicologiche e psicoterapeutiche classiche non hanno nulla a che vedere con questi tentativi da parte del terapeuta di forzare le cose (ma posso anche sbagliarmi, quindi se qualcuno ne sa di più, è invitato ad intervenire ed espanderla nostra conoscenza dell’argomento 


Faccio un ultima premessa, citando ciò che Lorie aveva detto nel suo intervento:

“Mi dispiace tu abbia avuto un’esperienza così negativa. Come puoi dedurre dai miei commenti on line, sono abbastanza scettica nei confronti di questa terapia. Credo che alcuni la trovino potente ed utile ma avrei bisogno di vedere alcuni studi oggettivi sulla sua efficacia a breve e lungo termine per poter credere che riduce significativamente difficoltà psicologiche. Le premesse fondamentali mi sembrano sbagliate.

Ho visto che parlare con un oggetto inanimato rappresentante una persona significativa nella vita di una persona può aiutare alla pratica dell’espressione dei sentimenti o ad elaborare i propri sentimenti o servire come un rilascio di forti emozioni – simile al chiedere ad una persona cosa direbbe ad un'altra se fosse seduta nella stanza in quel momento ma personalmente non vedo il beneficio nel dire ad un pezzo di carta rappresentante tua madre che potresti ucciderla. Accidenti! Forse dire “Mi sento furiosa perché hai fatto xyz” o “Non ti permetterò più di farmi del male” ma UCCIDERE?!? Penso che i sensi di colpa che scaturirebbero da una simile dichiarazione avrebbero molto più peso di qualsiasi beneficio.

Ti applaudo per aver resistito alla terapeuta rifiutandoti di esprimere sentimenti che non provavi. Spero tu riconosca la forza psicologica del difendere le tue opinioni.

Sospetto che la terapista creda nella rabbia repressa e nella terapia primaria e che il confrontare e provocare l’ostilità degli assistiti per rilasciare rabbia risulti essere una catarsi per l’assistito e quindi una risoluzione della rabbia. Questo approccio potrebbe presumere, per la psicoanalisi, che tutti noi proviamo una forte ostilità nei riguardi del genitore dello stesso sesso perché inconsciamente vorremmo fare sesso col genitore del sesso opposto, che tendiamo a reprimere questa rabbia spingendola nella parte inconscia della mente, che questa rabbia inconscia causa molte delle nostre difficoltà psicologiche e che il rilasciare questa rabbia repressa porta ad una migliore condizione psicologica – troppe ipotesi, se me lo chiedete. Penso che nessuna di queste siano basate su ricerche scientifiche.

Bert Hellinger è considerato un'autorità nella terapia delle costellazioni familiari e da quello che ho letto on line, la tua terapista smentisce l'approccio di Hellinger. Per esempio leggo:”lo stile di Hellinger è calmo, concentrato, mai apertamente incoraggiante alla catarsi.” E non credo che avrebbe considerato un pezzo di carta capace di rappresentare qualcuno in una costellazione familiare (benché non sia positiva al riguardo.) La tua terapista non sembra seguire l'approccio di Hellinger comunque non sto dicendo che questo rende il suo approccio meno valido di quello di Hellinger perché anche il suo approccio non ha alcun senso per me.”


Da quel che ho letto su e di Hellinger, questo tipo di coercizione sembra essere straneo al metodo originale (tuttavia ho sotto mano alcune interviste a H. e recentemente pubblicate che mettono in luce alcune cose interessanti, che appena possibile riporterò con tanto di citazione e fonti…). C’è quindi da dedurre che, rispetto alla copia originale, che i sedicenti “terapeuti” tendano a rielaborare con molta arbitrarietà il metodo originale, a volta a quanto pare, con gli effetti descritti e commentati da Lorie….


ALCUNE BIZZARRE CITAZIONI DI HELLINGER SULL'INCESTO

“Adesso riguardo l'incesto. Se vi siete confrontati con casi di incesto una dinamica molto comune è che la moglie si tira indietro con il marito, rifiuta una relazione sessuale. Di seguito, come una specie di compensazione, una figlia prende il suo posto. Questo è un meccanismo inconscio, per nulla consapevole. Ma vedi, con l'incesto ci sono due colpevoli, uno sullo sfondo e uno alla luce del sole. Non puoi risolverlo finché non viene introdotto il colpevole nascosto. Esistono delle frasi molto strane che vengono alla luce. La figlia può dire alla madre “lo faccio per te. E può dire al padre “lo faccio per mamma”. Qual è l'effetto di queste frasi? L'incesto non può proseguire. Se vuoi fermarlo questo è il modo migliore privo di accuse.

Non giudicare e non sarai giudicato


Hellinger continua raccontando la storia di una vittima di incesto/abusi che si suicidò perché il colpevole era stato accusato.
È una prova di ciò che dice.


No, se è vero, è solo un episodio. Per comprovare una teoria ci vuol ben più di un episodio.

E cosa ancora più importante, le premesse di osservazione del fatto devono essere scientifiche. Chi ci dice che quella persona si sia suicidata per quegli specifici irrisolti, chi ci dice che lo abbia fatto perchè lo stupratore è stato accusato? Magari lo ha fatto perché aveva paura del clamore che avrebbe suscitato la cosa…ma questo non è legato alle responsabilità che lo stupratore ha, etiche e con la legge penale. Se cosi fosse, allora non c’entra nulla con la teoria di Hellinger , bensi è legato al modo, oggi, di recepire e vedere casi come questi a livello collettivo, in cui una vittima di atti come questi spesso viene indirettamente stigmatizzata. Se cosi fosse, sarebbe più un problema di come la società vede queste cose, non “come non farla scontare al colpevole per pietà nei suoi confronti”. Ma ovviamente la mia è e resta una ipotesi….l’esempio citato nell’articolo di Lorie non ci da la possibilità di chiarire se H. ha detto esattamente cosi, mi informerò.


LETTERA DI HELLINGER – POEMA A HITLER:

C'è bisogno che ti ripeta che è stato riportato perché era parte della trattazione dall'originale intervento in inglese? Non volendo omettere nulla, lo abbiamo incluso.



Admin
Tornare in alto Andare in basso
lucenelcielo



Femminile Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 22.09.09

MessaggioOggetto: Re: Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari   Gio 24 Set 2009 - 19:50

Caro Admin

Nelle tue parole troppo razionali percepisco davvero un senso di delusione nelle Costellazioni familiari. Forse le hai provate e non hai trovato ciò che pensavi di trovare?

E poi non credo che qualcuno debba passare la vita in questo forum a scrivere interi trattati di disquisizione logica. Non siamo mica tutti antropologi come te o esperti.
Onestamente io mi sono sentita nelle canne quando mi sono dovuta trovare a scriverti, perché non sapevo cosa e come scrivere. Se posso fare un giudizio (non un insulto, di certo non posso essere perseguita “come da regolamento”,come hai fatto per una k e qualche tt) cosi facendo non spingi la gente ad interagire.
Se imponi questa forma al forum scoppierà presto in una bolla di sapone.

Ci sono molti altri forum in cui la gente si sente piu libera di esprimersi senza avere sul collo il fiato di chi vuole spaccare al millimetro con la sua razionalità ogni cosa.

Anche il cuore è importante sai? Nessuno te lo ha mai detto???

Chi ti dice che il metodo di Hellinger non ha aiutato nessuno?!?
Magari per alcuni è utile, magari non è per tutti. Ma solo per coloro che accettano e hanno una sensibilità tale da permettersi di intuire col cuore e con la sua sensibilità profonda cose che ad una mente troppo razionale sfuggisce.

Hellinger non impone nulla a nessuno. Sei libero di fare le costellazioni o non farle. Punto. Se non ti piace cambi strada
questo mi sembra un modo di rispettare le decisioni della gente., a te no???
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari   Gio 24 Set 2009 - 21:21

Ciao Lucenelcielo,

grazie per la tua risposta.

sto per andare a nanna, ma al piu presto ti risponderò.

Lasciami terminare questa piccola apparizione dicendo solo una cosa:

che tu ci creda o meno anche tu quando parli di cuore e di usare il cuore stai usando concetti e un inventario di idee che usi per definire la realtà o cio che tu definisci come tale.

Quindi è un po difficile dire che si possa sentire col cuore se poi è con la mente che dici cose altamente contradditorie, non comprovate e a tratti tendenti sul personale :-) non trovi?

Io non uso il cuore? E con quali super-sensi lo stabilisci? Ancora una volta, o comprovi ciù che dici oppure ha piu senso una modesta affermazione descrittiva che prende in considerazione ciò che puo davvero descrivere in modo ragionevole.

ovviamente se usassi il cuore per come lo definisci tu la penserei come te...oppure volevi dire qualcos'altro???

Puoi spiegarti meglio perché questa cosa davvero non l'ho capita.

Riguardo al forum, ai suoi intenti e a il come esso viene strutturato, faresti meglio a leggiucchiare bene anche le atre sezioni.

é vero qui non si parla a vanvera: se qualcuno dice e afferma qualcosa io mi impegno e chiedo costantemente al forum di impegnarsi a dialogare civilmente ma soprattutto con spirito critico. Questo è lo spirito del forum. La sua anima. Non scetticismo becero, non creduloneria becera, ma volontà di usare bene e a nostro vantaggio l'inventario della razionalità, senza fare pericolose chimere con essa. Comprendi?

Puoi dire quello che vuoi rispettando i presupposti e le regole del forum. Se non li rispetti sarai soggetta a cio che è previsto per chi non rispetta le regole del vivere in civile in collaborazione con gli altri. Non si fanno sconti a nessuno. nemmeno a chi usa....il "cuore".

sei libera di dire quello che vuoi e di esprimere cio in cui credi, ma in questa sede si discute e ci si confronta come ti ho gia detto molte volte.

Ma quando dici a qualcuno in sede pubblica che ha torto, hai la responsabilità di portare avanti il dialogo, oppure semplicemente non porti avanti polemiche sterili.

Infine, ma non per ultimo, come liberamente sei giunta qui, altrettanto liberamente puoi decidere di riprendere il tuo viaggio verso lidi piu consoni alla tua sensibilità e ai tuoi interessi, non c'è nulla di male in questo.

Come per Hellinger, giusto? Lo hai detto tu :-)

Ti auguro una buona serata,

P.S. penso che in fondo questa discussione possa davvero generare rifkessioni profonde e non cagnara, e lo credo davvero.

Quindi visto che il tuo punto di vista mi interessa esattamente come quello di goni altro compagno di viaggio in questo forum, ti chiedo di essere piu precisa nelle tue critiche. e piu centrata sull'argomento.
Tornare in alto Andare in basso
lucenelcielo



Femminile Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 22.09.09

MessaggioOggetto: Re: Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari   Mar 29 Set 2009 - 10:51

Ciao Lucenelcielo,grazie per la tua risposta.

sto per andare a nanna, ma al piu presto ti risponderò.

Lasciami terminare questa piccola apparizione dicendo solo una cosa:
che tu ci creda o meno anche tu quando parli di cuore e di usare il cuore stai usando concetti e un inventario di idee che usi per definire la realtà o cio che tu definisci come tale.
Tu non sai di cosa stai parlando. Parli con la mente non col cuore. Se parli con la mente non vedi la Verità.

Quindi è un po difficile dire che si possa sentire col cuore se poi è con la mente che dici cose altamente contradditorie, non comprovate e a tratti tendenti sul personale :-) non trovi?

Io non ho affermato nulla di contraddittorio. In cosa dici che sono contradditoria?

Io non uso il cuore? E con quali super-sensi lo stabilisci? Ancora una volta, o comprovi ciù che dici oppure ha piu senso una modesta affermazione descrittiva che prende in considerazione ciò che puo davvero descrivere in modo ragionevole.

La mia sensibilità di anni e anni di esperienza mi dice che tu non usi il cuore. Questo mi basta. La mia fede nella Verità mi sostiene sempre. Tu non hai questa fede.

ovviamente se usassi il cuore per come lo definisci tu la penserei come te...oppure volevi dire qualcos'altro???

Puoi spiegarti meglio perché questa cosa davvero non l'ho capita.


Te lo spiego subito. L’uomo sta per affrontare uno dei passi più importanti della sua evoluzione. E questa evoluzione non avverrà con la mente. Se lasci andare al mente tutto andrà bene. La mente ha generato il mondo in cui vivi. Devi solo lasciarti andare non pensare non farti tutte queste domande inutili sono domande inutili. Non interessa a nessuno sapere perché per la tua mente Hellinger non è giusto. La tua mente è la mente senza la mente tutto va avanti lo stesso. Il suo metodo parla all’anima e ha una sensibilità collegata al Tutto. A me questo basta. Lo so. Ne sono certa. E sotto sotto lo sai anche tu…è cosi. Ma ti neghi la Verità e la purezza della Vita. E prima o poi lo capirai. Magari questo accadrà a tue spese. Ma saranno solo semi che tu avrai seminato in un terreno fatto di oscurità…


P.S. penso che in fondo questa discussione possa davvero generare rifkessioni profonde e non cagnara, e lo credo davvero.

Quindi visto che il tuo punto di vista mi interessa esattamente come quello di goni altro compagno di viaggio in questo forum, ti chiedo di essere piu precisa nelle tue critiche. e piu centrata sull'argomento.


Bene allora inizia a pensare col cuore.
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari   Mer 30 Set 2009 - 16:32

Io non ho affermato nulla di contraddittorio. In cosa dici che sono contradditoria?

Contraddittorio è il dire che si pensa col cuore, quando poi usi concetti del tuo inventario che fanno parte della “mente”, anche se sarebbe meglio dire, della tua percezione di realtà.


La mia sensibilità di anni e anni di esperienza mi dice che tu non usi il cuore. Questo mi basta. La mia fede nella Verità mi sostiene sempre. Tu non hai questa fede.

La fede cieca nella V/verità, la cosiddetta fede, pur sempre umana ma indiscutibile e non confutabile, ha in se i germi della Ignoranza e della distruzione. È quella fede che ha fatto perdere la vita a milioni di persone nei secoli passati, nei secoli bui, nelle guerre di religione, che ancora infiammano la vita umana, negli stermini etnici e/o nel razzismo che ancora fa ogni giorno tante vittime quanto il tuo cuore neppure può immaginare, posto che il tuo “cuore”, possa davvero pensare e immaginare.
Io non ho questa fede. È vero. E sono grato a me stesso per la scelta deliberata che ho compiuto nel non credere ciecamente a nulla. La felicità pensi possa essere portata dalla fede cieca? O forse è la frenesia che ti viene messa sul vassoio? La completezza in se stessi pensi che possa essere portata dalla fede cieca? O è ancora un tapparsi gli occhi per non integrare nella nostra percezione di realtà cio che non vogliamo acecttare o semplicemente imparare e vedere? Credi che la mente sia cosi terribile? A volte lo è…se le tue abitudini mentali ti inducono a credere che, mascherate, possono presentar tisi come “le parole del cuore” a cui credere ciecamente 

Te lo spiego subito. L’uomo sta per affrontare uno dei passi più importanti della sua evoluzione. E questa evoluzione non avverrà con la mente. Se lasci andare al mente tutto andrà bene. La mente ha generato il mondo in cui vivi. Devi solo lasciarti andare non pensare non farti tutte queste domande inutili sono domande inutili. Non interessa a nessuno sapere perché per la tua mente Hellinger non è giusto. La tua mente è la mente senza la mente tutto va avanti lo stesso. Il suo metodo parla all’anima e ha una sensibilità collegata al Tutto. A me questo basta. Lo so. Ne sono certa. E sotto sotto lo sai anche tu…è cosi. Ma ti neghi la Verità e la purezza della Vita. E prima o poi lo capirai. Magari questo accadrà a tue spese. Ma saranno solo semi che tu avrai seminato in un terreno fatto di oscurità…

Ti chiedo per cortesia di aprire un topic autonomo su quyesto tema…e sono sicuro che ne emerfìgerà qualcosa di molto interessante…potresti chiamarlo “il salto evolutivo della specie umana” o qualsiasi cosa ti passa per la mente…ops, volevo dire il cuore…fai tu. In questa sede dico solo brevemente che non hai prove per dimostrare questo. Dei semplici cambiamenti nell’assetto culturale e sociale, per quanto ti sembrino positivi, non sono sufficienti pr avvalirare la tua tesi, se tuttavia hai altri argomenti da portare in sede di discussione, sei la benvenuta. Riguardo invece a Hellinger, almeno ame interessa capire cosa non funziona in un metodo che in molti definiscono non scientifico, alle soglie della religione (vedi Lorie ad esempio). Una volta che qualcuno solleva il problema, io generalmente mi facciod elle domande e ci ragiono sopra. La vera sfida sta nell’andare fino in fondo anche se i motivi personali che ti spingono a credere ciecamente in qualcosa (in modo ascientifico e acritico) vogliono farti fare marcia indietro…oppure cercano di dirigere la direzione e gli esiti della tua ricerca….per una persona che vuole credere nella energia universale, sarà ,olto piu facile trovarsi spiegazioni (magari non comprovate davvero e a loro volta acritiche) che vogliano dimostrare i suoi attaccamenti emozionali. Comprendi?

Infine…io percepisco la realtà sulla base di un inventario che puo essere modificato. Tutto qui. Se hai prova a favore della tesi per cui si puo sentire col cuore, apri un pot coerente con l’argomento e porta a sostegno della tua tesi degli argomenti.


Buona giornata!!!


_____________________________________________________


Aggiornamento del 01/10/2009


Per ora mi limito a postare ciò che ho rintracciato sul sito di Hellinger. Si parla di un nuovo “prodotto”, pubblicizzato come ancora migliore rispetto al precedente.


FONTE: http://www.hellinger.it/

ANDARE CON LO SPIRITO – Le costellazioni spirituali
La forma NUOVA ed ELEVATA delle Costellazioni Familiari
“Con questa nuova forma di costellazioni ho potuto mostrare cosa significa entrare in una dimensione spirituale. I movimenti dello spirito seguono altre regole e noi, in unisono con loro, impariamo a percepire e a muoverci in un modo nuovo e adeguato a ciò. Come puó riuscire questo, lo dimostro insieme a mia moglie nella formazione e nei vari camp di apprendimento e specializzazione in Italia e al estero.“
Bert Hellinger
Bert Hellinger chiama questa nuova forma di costellazioni come la insegna oggi ANDARE CON LO SPIRITO e HELLINGER SCIENCIA.
________________________________________
Bert Hellinger ha visto che c’è una grande richiesta ad essere introdotti direttamente da lui personalmente nelle costellazioni spirituali, il livello elevato delle NUOVE costellazioni familiari. Perciò si mette a disposizione come docente della Hellinger Sciencia per insegnamenti e formazioni di questa forma evoluta delle costellazioni familiari e offre per la prima volta a ROMA un’ Intensiv - Camp di apprendimento per “Andare con lo spirito”.
Colloro che conoscono Bert Hellinger sanno, che si inserisce sempre nel flusso della vita, qualunque direzione prenda, e questo senza valutazione e senza farsi fermare da nessuno. Dagli inizi delle costellazioni familiari fino a quello che Bert Hellinger offre oggi, era una strada lunga. Questo itinerario Bert Hellinger lo continua a percorrere. Su questa strada gli si aprono sempre nuovi contesti che si manifestano nelle nuove costellazioni familiari, nelle “costellazioni spirituali”.
Molti si appellano a Bert Hellinger ed offrono persino dei corsi di formazione senza aver capito gli ordini dell’amore da lui descritti e senza seguirli nella loro vita e nel rapporto con i loro clienti. Perciò Bert Hellinger ha capito la necessità, di insegnare più frequentemente questi ordini e di dimostrarli e di offrirli seriamente agli interessati


NOTA dell’Admin: premesso che da quanto leggo il sembra che la traduzione abbia perso qualche filo logico e sintattico, cio che mi chiedo è: in cosa sarebbero poi cosi diverse queste fantomatiche “costellazioni spirituali”? Se ne dice poco, il prodotto verrà lanciato tra poco ovviamente e quindi da quel che se ne deduce ancora non esistono molti elementi per giudicare. Tuttavia è emblematico il COME vengono definite:
- il livello elevato delle NUOVE costellazioni familiari. Rispetto a cosa? Le costellazioni familiari non andavano bene? E perché? Che cosa dovrebbero invece aver portato a perfezione queste fantomatiche nuove tecniche?
- senza farsi fermare da nessuno…non so come commentare la cosa…la trovo curiosa (a me sembra personalmente fuori luogo), specie se presente nel sito che dovrebbe presentare in modo professionale qualcosa che abbia a che fare con una presunta metodologia terapeutica…poi, ovviamente, dipende sempre di che tipo di “terapia” parliamo e che definizione diamo del concetto di terapia….
- Hellinger come docente della Hellinger Sciencia: questa menzione merita un capitolo a parte, che verrà presentato nel prossimo post.

Sarebbe interessante che qualche rappresentante, qualche costellatore, qualsiasi tra coloro che conoscono davvero bene le costellazioni prendesse parte a questo dibattito.

Le porte del confronto resteranno sempre aperte 
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari   Mar 13 Ott 2009 - 16:48

Qui di seguito riporto la presentazione dei nuovi termini con cui Hellinger presenta le sue idee sulle costellazioni familiari.

Successivamente i commenti.

FONTE: http://www.hellinger.it/hellinger_sciencia.html

Hellinger Sciencia
LE COSTELLAZIONI FAMILIARI SECONDO BERT HELLINGER E LA HELLINGER SCIENCIA
di Maria Sophie Hellinger

L’EVOLUZIONE
Le costellazioni familiari praticate oggi in tutto il mondo vengono generalmente chiamate metodo Hellinger e indicate come costellazioni familiari secondo Bert Hellinger. “Le costellazioni familiari sono Bert Hellinger”, scrive Bert Ulsamer nel suo ultimo libro pubblicato di recente.Hellinger nel corso dei suoi lunghi anni di studio e con la pratica è giunto alla comprensione che mettendo in scena diversi membri della famiglia, si possano modificare molti destini pesanti .

L’AMBITO DI AZIONE
Circa 25 anni fa Bert Hellinger ha cominciato a trasmettere le proprie scoperte nell’ambito di piccoli seminari specializzati. A quel tempo non sapeva ancora quali scoperte fenomenali avesse realmente fatto e quale tesoro nascondessero. Pensava che le sue comprensioni, che allora metteva in pratica nelle costellazioni familiari, avevano sì reso possibile a molte persone cambiamenti sostanziali di vita, ma che queste rientravano nell’ambito della psicoterapia, e quindi la pratica delle costellazioni familiari doveva essere sopratutto nelle mani di psicoterapeuti e di professionisti affini. Nel frattempo però Hellinger riconobbe che le sue comprensioni e il metodo delle costellazioni da lui ulteriormente sviluppato fosse così profondo e ad ampio raggio, da trovare di fatto accesso in tutti gli ambiti della vita e dare nuovi importanti impulsi che vanno ben oltre l’ambito della psicoterapia. In realtá non è possibile costringere le costellazioni entro determinati limiti e lasciarne prerogativa ad alcuni settori professionale. Gli ordinamenti che in esse agiscono e che Bert Hellinger ha messo in luce ed esplorato in tutta la loro portata nei diversi ambiti della vita, verebbero altrimenti fondamentalmente equivocati. E pertanto anche le possibilitá che le rappresentazioni familiari offrono non potrebbero essere fruite in tutta la loro pienezzae potenzialitá.
Bert Hellinger ha trasmesso generosamente e senza riserve il suo sapere e le sue competenze a tutti coloro che intendessero apprenderle e utilizzarle, senza avanzare per sé alcuna pretesa o intervenendo sotto forma di guida o di controllo. E’ per questi motivi che le costellazioni hanno trovato così rapida diffusione.
LO SVILUPPO
Chi conosce Hellinger sa che il suo nome è sinonimo di apertura, disponibilità, liberalità, deferenza, partecipazione, rispetto e amore. Sembrano vecchie parole ma oggi hanno più importanza che mai poiché mostrano che niente può rimanere statico in un approccio alla vita caratterizzato da questi contenuti, ma che tutto procede e che è in atto qualcosa di grande, che porta sempre in avanti. Rimanendo con una simile attitudine, ognuno di noi può rimettersi e beneficiare di questa forza che conduce in avanti. Essa rende manifesto che non esiste una fine di una situazione e neppure uno stare, ma che tutto è in continuo movimento e tende ad espandersi e a diventare più ampio, più grande, più profondo, più alto.
Bert Hellinger ha continuato negli anni la sua ricerca sempre più approfonditamente confrontandosi anche con nuove richieste. Solo col tempo si è reso conto di cosa avesse realmente scoperto e la portata dei benefici effetti che le costellazioni possono avere praticamente in tutte le relazioni e in tutti gli ambiti della vita.
Per ben sei anni Bert Hellinger ha rivolto la sua attenzione e indagato in quel fenomeno che di fatto influenza tutti gli ambiti della vita con un movimento che ne inibisce le potenzialitá e le opportunitá. Solo in seguito è riuscito a cogliere le grandi connessioni ad esso legate e ha potuto condividerle con altri. Si tratta delle sue intuizioni e comprensioni fondamentali relative ai diversi modi di agire della nostra coscienza.
Hellinger negli ultimi anni ha rilevato che le costellazioni, come si sono fatte fino ad oggi, possono considerarsi superate. Egli ha continuato a modificarle ulteriormente con altre nuove conoscenze e le ha innalzate ad un nuovo livello. Questa nuova modalità di lavoro, così come oggi Hellinger la pratica e la insegna l’ha definita “andare con lo spirito “e “Hellinger sciencia”.
HELLINGER SCIENCIA
La "Hellinger sciencia" è una scienza universale delle relazioni umane in tutti gli ambiti della vita. Essa mostra che ogni azione, ogni atto che l’uomo compie, è sempre in relazione con le azioni e gli atti delle altre persone. Ognuno si troverà prima o poi faccia a faccia con le proprie azioni e dovrà affrontarne le conseguenze.
Le costellazioni familiari, in questa nuova forma ampliata da Bert Hellinger, portano a riconoscere le leggi essenziali per tutte le relazioni umane. Con le nuove costellazioni familiari, si aprono vie e possibilità completamente nuove, che non pongono al centro la causa del problema, ma l’uso, il riconoscimento e l’inclusione di queste leggi. Tali leggi sono alla base di ogni relazione. Bert Hellinger le chiama: gli ordini dell’amore in movimento.
Questi ordini sono molto sottili e spesso agiscono dapprima sul piano inconscio e questo ne rende difficile l’osservazione. Il pericolo sta proprio in questa non osservazione.
Saggi famosi come Kungtse e Laotse hanno riconosciuto queste leggi già nella preistoria. Sono state allora descritte ne “ I Ching” nel segno numero 37.
LE NUOVE COSTELLAZIONI FAMILIARI E IL LORO EFFETTO
Bert Hellinger ha avuto bisogno di migliaia di costellazioni per verificare questi ordini in tutte le relazioni della vita per poter poi riconoscere che procedere secondo determinati schemi e tecniche nelle nuove costellazioni “andare con lo spirito”, è superfluo.
Queste nuove costellazioni familiari mostrano, accanto alla psicoterapia, il loro valido aiuto e permettono di andare avanti in molte altre forme e attività della vita non prese in considerazione dal metodo usato fino ad oggi. Per esempio in professioni a carattere terapeutico, nell’educazione, nella professione e nel lavoro in genere, nell’approccio col danaro, o nel prendere decisioni per il futuro. O anche scelta di una professione, per costituire un’azienda, nel fondere gruppi di aziende e gruppi politici. Oppure nella scelta dei criteri per svolgere un’ attività di grande responsabilità o in genere per continuare un’impresa , sia nell’ambito delle idee che in ambito pratico, poiché tutto in fondo ha a che fare con esseri umani e con le loro reciproche relazioni.
Nelle nuove costellazioni familiari si mostra che ognuno può essere aiutato, sia il bambino che la madre o il padre, sia l’imprenditore , il politico,o lo sportivo, ad entrare con gli altri in quella relazione che unisce anziché dividere. Si tratta di mettere in pratica gli ordini fondamentali della vita e dell’amore.
Queste leggi tendono a fare sì che tutto ciò che era diviso e in discordia, e che era stato separato in una qualche forma artificiosa, si ricomponga pacificamente e possa trovare un’unità. Questo momento di unione, nel riconoscere rispetto e considerazione a ciò che è stato, è fautore di pace.
Se queste leggi vengono osservate, riconosciute, rispettate come base di ogni società, portano immancabilmente alla pace, alla riconciliazione e al successo. La Hellinger sciencia è pertanto anche una scienza del successo.

LA DIFFERENZA
La differenza fra le costellazioni familiari tradizionali e le nuove costellazioni può essere riconosciuta solo da chi si è totalmente dato ad esse, vale a dire da chi ha partecipato senza riserve ai seminari in cui Bert Hellinger ha introdotto e messo in partica questa nuova modalità .
Il costellatore può sperimentare su di se l’esperienza di essere preso da un’altra forza e sentirsi coinvolto in qualcosa di totalmente nuovo. Improvvisamente sperimenta che ciò che si manifesta in una costellazione diventa dentro di lui e nella sua consapevolezza una realtà che fino ad ora aveva sperimentato solo parzialmente.
Per il costellatore esperto non è certo semplice imparare nuovamente daccapo, tanto più che le costellazioni tradizionali, pur entro i loro limiti, continuano ad avere la loro ragion d’essere.
Le costellazioni tradizionali costituiscono la base delle nuove costellazioni progredite, e restano la base per questo nuovo piano spirituale. Se il costellatore è pronto ad inoltrarsi in ambiti più profondi, gli si schiudono possibilità del tutto nuove e molto più profonde.
Le nuove costellazioni conducono essenzialmente in altre dimensioni, in cui spazio e tempo non esistono più e in cui il passato, il presente e il futuro si incontrano nello stesso punto. Qui è conservato tutto: ciò che è stato, ciò che è e ciò che sarà. Le nuove costellazioni utilizzano un metodo completamente nuovo che conduce in altri ambiti. Qui non sono necessari rituali, cerimonie e simboli. E’ necessario solo l’adeguata apertura e queste altre dimensioni si aprono nel giro di pochi minuti a tutti.
Il modo di procedere in questa nuova forma è più contenuto, rispetto a come si era abituati. Nelle nuove costellazioni siamo costretti ad affidarci completamente ad una forza più grande. Poiché il grande segreto dell’effetto rivoluzionario delle nuove costellazioni familiari è una totale sottomissione al lasciarsi condurre e ne consegue l’essere condotti. E’ necessaria la disponibilità del costellatore a non volere nulla per se stesso e ad affidarsi alla guida dello spirito.
Il lasciarsi guidare, e l’ affidarsi totalmente in piena fiducia ai movimenti dello spirito sono le caratteristiche cardine delle nuove costellazioni.
L’arte di questa nuova modalità di fare le costellazioni consiste nel riconoscere le connessioni senza interpretarle perché altrimenti verrebbero fissate e non sarebbero quindi più in movimento e in relazione con tutte le dimensioni presenti e che sono in connessione con tutto.
FORMAZIONE E PERFEZIONAMENTO
Per offrire a tutti la possibilità di sperimentare su se stessi queste nuove costellazioni, per poterle poi trasmettere ad altri, Bert Hellinger propone da poco tempo corsi di formazione e di perfezionamento in questa nuova forma di costellazioni familiari in tutto il mondo. Tutti i corsi attualmente in atto, anche quelli con diploma finale, con Bert e i suoi docenti seguono questo nuovo sviluppo, cosicché i nuovi costellatori vengono introdotti nella modalità dell’ “andare con lo spirito” già durante il periodo della loro formazione. Per coloro che intendono dedicarsi più profondamente a questo lavoro, Bert Hellinger offre, insieme a sua moglie Sophie corsi di formazione intensivi sulle costellazioni familiari progredite “Andare con lo spirito”.
Perciò sono benvenuti sia coloro che hanno subito giá una formazione di costellatore in qualsiasi scuola, sia coloro che già conoscono le costellazioni e le hanno utilizzate e le vogliono usare nella nuova forma e sia coloro che vogliono imparare ad utilizzare le conoscenze della Hellinger sciencia nel loro lavoro e nei loro campi di azione, per diventare fautori di pace nel loro ambiente. Comunque è richiesta la conoscenza delle costellazioni familiari “tradizionali”, meglio se giá esperimentate. Il presupposto fondamentale peró per apprendere questa nuova modalità di fare le costellazioni è unicamente l’atteggiamento conforme, l’esperienza di vita, il rispetto e la gratitudine.
Chiunque voglia crescere negli “ordini dell’amore in movimento” è invitato a questa formazione nella Hellinger sciencia con Bert Hellinger
Tornare in alto Andare in basso
Vale



Scimmia
Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 08.11.13
Età : 48

MessaggioOggetto: Re: Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari   Ven 8 Nov 2013 - 18:30

Ciao a tutti.
Ho conosciuto le costellazioni familiari circa 2 anni fa per coincidenza. Una di quelle coincidenze che non avvengono a caso, parlerei quindi di sincronicità. (Per saperne di più sull'argomento sincronicità, "Le coincidenze per realizzare in modo spontaneo i propri desideri" traduzione di "The spontaneous fulfillment of desire", 2003 Deepak Chopra, M.D.)

Ho partecipato 4 volte a costellazioni con 3 diversi costellatori.

Personalmente non ho vissuto niente di coercitivo all'interno di esse, viene anzi chiesto di mettersi bene in contatto con se stessi e non dire o non fare niente che non si senta di dire o fare. 
Penso che l'andamento di esse dipenda molto dal costellatore, dalla sua personalità, conoscenza dell'argomento e  sensibilità.

E' vero, ci sono delle frasi da dire per risolvere i "disordini familiari", ma se non ci si sente di dirle si devono rispettare i propri tempi. A volte il costellatore aggiunge uno o più rappresentanti o chiede di modificare delle posizioni in modo che di solito, dopo queste modifiche, la persona si sente di dire la frase "chiave" richiesta senza stavolta avvertire alcuno sforzo.

Siamo comunque nel 2013 e credo che le cose siano un po' evolute da quando è iniziata questa conversazione. Gli stessi allievi di Hellinger hanno scoperto nuove interpretazioni delle costellazioni familiari tradizionali e sono nati diversi tipi di costellazioni. Questo è buono e logico dal momento che ogni presa di coscienza porta a evoluzione verso prese di coscienza più evolute appunto.

Personalmente ho trovato molte differenze fra i 3 costellatori e ho potuto fare dei paragoni.

Ma in ogni caso da tutte le costellazioni cui ho partecipato, 2 volte come "protagonista" e una dozzina  come rappresentante, sono nate in me nuove prese di coscienza che hanno smosso rapporti familiari verso migliori modi di comunicare.

Penso che il segreto sia quello di ascoltarsi attentamente, non le miriadi di nozioni che abbiamo appreso nella nostra vita che non sono che pensieri di altri e, anche se spesso scientificamente provati, non possono mai valere per tutti gli esseri umani in toto, ma la nostra intelligenza intuitiva. 

E' stato scientificamente provato che esistono più sinapsi da cuore a cervello che da cervello a cuore (Institute of HearthMath, Boulder Creek, California), quindi le nostre intuizioni, che vengono dal cuore, (altrimenti definite come Buon Senso), dovrebbero guidarci a scegliere fra le nozioni immagazzinate nel nostro cervello prima di agire con il resto del corpo fisico attraverso parole o azioni.

Più che fede cieca, io parlerei di verità che il nostro profondo riconosce come tali. I dubbi sono i benvenuti finchè uno non impara ad ascoltare se stesso e quindi ad agire istintivamente verso il proprio bene che non può che essere anche il bene degli altri.
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari   Sab 9 Nov 2013 - 0:21

Ciao Vale,

Grazie mille per il tuo intervento: questo post è piuttosto vecchio e il tuo intervento dona sicuramente nuova linfa alla discussione :-)

Io faccio parte di quelle persone che ritiene che le costellazioni familiari siano tutto meno che una valida, riconosciuta e seria tecnica di introspezione a scopo di reale terapia. Il motivo? Per me ce ne sono tanti: in primis il fatto che una reale terapia non ti dice cosa è giusto o sbagliato ma ti da degli strumenti...e bada questa non è una cosa su cui si può banalizzare. Dare strumenti significa dare metodologie di indagine (interiore) che poi il paziente può usare per trovare (da solo) le risposte. La guarigione, da traumi ad esempio, può essere accompagnata dal terapeuta solo quando il paziente trova il motivo del suo problema, lo identifica e lo riconosce. Nelle costellazioni famigliari ci si appoggia ad un fantomatico istinto dell'amore, in cui spesso sono altri a dire al "protagonista" cosa è giusto e cosa è sbagliato...senza sapere nulla della biografia del protagonista. Cosa, a mio parere, piuttosto ambigua in quanto si rischia di banalizzare o addirittura fuorviare la comprensione del reale problema (a danno del paziente). Sicuramente coloro che sono "pro" le costellazioni familiari potranno dirmi che io non so di cosa sto parlando in quanto esse si fondano su qualcosa che non può essere misurato, percepito con mezzi scientifici ma col "cuore". Ricordando che il cuore è un muscolo e forse loro parlano di sentimenti e istinto, che nulla è se non una serie di interazioni del nostro encefalo, almeno al livello base, vorrei anche fare presente che non tutti gli istinti sono per il bene degli altri. Se così fosse, il leone non mangerebbe la gazzella ma la soia, ad esempio...o forse nemmeno quella (perché fermarsi li quando si può identificare anche il bene della pianta della soia che ha prodotto embrioni che contengono la vita, cioè i fagioli della soia?). Il problema che pone la tua affermazione è di tipo etico. E credo che una metodologia terapeutica non debba fare questo, ma debba fornire strumenti e non sforzarsi di dire cosa è giusto e cosa non lo è...quello lo fa la religione oppure la morale oppure una dottrina o ideologia di qualsiasi tipo.

Tu dici che

E' stato scientificamente provato che esistono più sinapsi da cuore a cervello che da cervello a cuore (Institute of HearthMath, Boulder Creek, California), quindi le nostre intuizioni, che vengono dal cuore, (altrimenti definite come Buon Senso), dovrebbero guidarci a scegliere fra le nozioni immagazzinate nel nostro cervello prima di agire con il resto del corpo fisico attraverso parole o azioni.

Posso chiederti quali sono queste ricerche scientifiche? puoi citarmi le fonti? te lo chiedo perché è piuttosto singolare che una ricerca scientifica affermi che esistono sinapsi da cuore a cervello. in quanto muscolo, la sua struttura organica è del tutto differente dall'encefalo. oppure non hai dettagliato bene la ricerca di cui parli.

In ogni caso, al di là di tutto, rispetto le opinioni di chi appoggia le costellazioni familiari. Io personalmente, per le ragioni riportate più sopra e per quelle che ti ho esposto, trovo molto più utile la psicanalisi e la psicoterapia.

Diverso è invece il discorso che si potrebbe fare se si cercassero dei parallelismi tra costellazioni familiari e sciamanesimo: paragone questo, che può mettere in luce alcune assonanze e sicuramente delle differenze. Forse il futuro delle costellazioni non è nel volersi mettere al posto di discipline terapeutiche comprovate, ma magari affiancarsi ad esperienze di tipo spirituale che possono sicuramente arricchire il bagaglio di esperienza di chi vuole compiere un atto di fede.

Dimmi cosa ne pensi, mi farebbe piacere.

Buona serata,

Admin
Tornare in alto Andare in basso
Vale



Scimmia
Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 08.11.13
Età : 48

MessaggioOggetto: Re: Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari   Sab 9 Nov 2013 - 13:24

Ciao Admin,
quello che avviene nelle costellazioni familiari non è assolutamente la distinzione fra giusto e sbagliato, anzi questa è una fortissima controindicazione per l'evoluzione personale e così è anche per le costellazioni. Il costellatore ti chiede di guardare ciò che succede nella costellazione, non di giudicare, mai. altrimenti non funziona, non impari, non evolvi. Nelle costellazioni non si parla di guarire, come nelle psicoterapie. Nemmeno si vogliono sostituire alle psicoterapie. Sto studiando con Attilio Piazza allievo di Hellinger e la sua scuola ha comunque "sorpassato" alcune espressioni iniziali. Per esempio Hellinger riferisce alcune responsabilità come quella che traspare dal caso dell'incesto, alla figlia, invece secondo la scuola di Piazza sono i "grandi", in questo caso i genitori, che hanno indirettamente delle richieste sbagliate nei confronti dei figli, il che lo reputo più corretto.

Riguardo la citazione sulle sinapsi, non capisco perchè mi scrivi che non ho in dicato la fonte della scoperta. Ti ho indicato chiaramente INSTITUTE OF HEARTHMATH, BOULDER CREEK, CALIFORNIA, dove vengono fatti questi tipi di studi. Basta digitare su internet e ti puoi informare, no? Il sistema nervoso innerva capillarmente tutto il corpo, come puoi dire che il cuore è semplicemente un muscolo? Il solo movimento è dettato da fasci nervosi..

Io sinceramente mi rifiuto di considerare ancora gli organi interni come organi a se' e non parte di un tutto, che non è solo anatomico, ma anche energetico e molto altro. Non devi confondere il "cuore" poi con il Buonismo, un'altra pessima cosa.

Attilio Piazza (attiliopiazza.com)  ha fatto ultimamente un paragone fra le costellazioni e la psicologia/psicoterapia con la psicologia/psicoterapia e la psichiatria. Quando la psicologia/psicoterapia cominciò a prendere piede, la psichiatria trovò duro ammettere queste nuove scienze, proprio come ora la psicologia trova difficile lasciare uno spazio alle costellazioni, che hanno un fondamento nella psicologia transpersonale. Nessuno ha parlato di soppiantare niente. Semplicemente anche diversi psicologi e psicoterapeuti, che incontro ai seminari, hanno deciso di approfondire questa tecnica perchè si sono accorti dei limiti nel loro lavoro. Come diversi medici allopatici hanno deciso di avvicinarsi alla medicina omeopatica per esempio, considerando i grossi limiti e la dannosità dei farmaci allopatici. 

Sto studiando come Counselor e ci viene detto che il nostro lavoro non si sostituirà mai al lavoro di psichiatri/psicologi/psicoterapeuti, perchè non tratteremo mai con clienti con patologie trattabili da queste altre figure. Semplicemente si è creata con l'evoluzione un'altra fetta di utenza, che ha semplicemente bisogno di stare meglio e superare temporanee difficoltà nella vita, non affetta da patologie.

Mi sto avvicinando da poco allo sciamanesimo e sento che ci sono diversi parallelismi con le costellazioni..diversi costellatori come Paola Fiammenghi e Marco Massignan (quest'ultimo lo trovi su internet, ha una scuola in Veneto, Paola non so se la trovi su internet) hanno un bagaglio culturale sciamanico..Marco addirittura si occupa di guarigione di traumi con tecniche sciamaniche come la capanna del sudore. ("Guarire i traumi", Marco Massignan, 2012, ed. Uno editori)

Ciao e a presto. Vale
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari   Sab 9 Nov 2013 - 13:33

Apprezzo la correzione "del tiro" che hai fatto nei primi paragrafi del tuo ultimo intervento e di sicuro apprezzo che questo Signor Piazza abbia riveduto alcune affermazioni assurde del signor Hellinger. Ma chissà se lo ha fatto o lo farà a 360 gradi? voglio dire...non è mica solo sull'incesto che Hellinger ha letteralmente giudicato e messo avanti il suo giudizio nelle basi delle costellazioni nei confronti dei soggetti colpiti dal trauma giusto? sono sicuro che ne conosci molti altri di elementi di questo tipo (dalla omosessualità ai poveracci che ancora oggi si portano avanti i traumi dei campi di sterminio...e Hellinger onestamente poteva risparmiarsi certe uscite...).

Riguardo la ricerca scientifica: ottimo vedi che hai dettagliato meglio ciò che avevi solo accennato? Ricordo solo en passant che se uno parla di una ricerca scientifica e qualcuno gli chiede maggiori dettagli non è buona regola né creanza rispondergli che se lo può andare a cercare su internet. Siamo in un forum in cui ci siamo iscritti (io in realtà come avatar esisto qui fin dall'inizio) per parlare e confrontarci. Quindi tutti hanno la responsabilità di portare se necessario i dettagli, con lo scopo di confrontarsi, discutere e mettere in evidenza le informazioni, per il bene di tutti appunto. (questo si che sarebbe un gran bell'istinto se tutti lo facessero spontaneamente... .-)

Infine, grazie per aver riportato la tua esperienza e gli studi che stai facendo. sono sicuro che le evoluzioni a cui le costellazioni sono soggette possono protare sicuramente effetti ben piu interessanti di quanto non è accaduto fino ad oggi, anche perché come si sa...quando una cosa nuova invade il mercato della conoscenza o delle terapie alternative, compaiono come funghi esperti mondiali universali che poi spesso fanno più danni che altro. e ormai siamo in una fase avanzata, credo...e forse un poco più matura....
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari   Oggi a 0:23

Tornare in alto Andare in basso
 
Principali critiche al metodo delle Costellazioni Familiari
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico :: TERAPIE ALTERNATIVE E LOGICA - ALTERNATIVE THERAPIES AND LOGIC :: Lo scientismo New Age e le Terapie Alternative - New Age False Science and Alternative Therapies :: Costellazioni Familiari e Sistemiche - Systemic Family Constellations-
Andare verso: