Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico
Nei momenti più bui, ricorda sempre di fare un passo alla volta.
Voler ottenere tutto e subito è sciocco
Nei momenti più difficili, ricorda sempre che le abitudini stabiliscono un destino.
Stabilisci quelle che ti danno energia e crescita.
È solo nell’ora più profonda del Duat, nella Notte oscura dell’anima che possiamo vedere noi stessi.
E capire come superare la notte.
Non rifuggire l’oscurità, impara a vederci attraverso.
Tutto passa e scorre, il giorno diviene notte e la notte giorno.
Ciò che è bene per te ora domani diverrà un ostacolo e un impedimento, o un danno, e viceversa.
Tutto finisce e muta, come la pelle di un serpente.
Impara ad essere la volontà pura di vivere e non la pelle morta di un intento esaurito.
Tutto ciò che non supera l’alba del tuo nuovo giorno, non deve essere portato con te.
Il mondo è infinito, non giudicare perdite e guadagni come il piccolo pescatore che non ha mai visto l’Oceano.
Sconfinate sono le possibilità della Ruota.
Impara a fluire e solo allora senza occhi, senza orecchie né pensiero, vedrai, sentirai e capirai il Tao.
(Admin - Shamanism & Co. © 2011 - All rights reserved)


Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico

forum di sciamanesimo, antropologia, spirito critico, terapie alternative, esoterismo. Forum of shamanism, anthropology, criticism, alternative therapies and esoterism
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Fenrir



Maschile Tigre
Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 22.07.09
Età : 29
Località : Napoli

MessaggioOggetto: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Mar 11 Ago 2009 - 18:30

Bhè questo topic mi piacerebbe incentrarlo sulla fase che precede la scelta del nostro percorso e della parte iniziali di esso. Insomma per dirlo in modo molto semplice:
Come avete iniziato? Ma soprattutto perchè?
Quali sono stati i primi passi?


Io personalmente per esempio vengo da due anni di studio generico dell'esoterismo e dei fenomeni paranormali,credo in Dio ma non pratico come i canoni cattolici dettano perchè non credo nel metodo che viene usato,quindi anche se l'esoterismo mi affascinava e ne ero portato non ho mai praticato nulla perchè andava contro il mio credo.
Poi un giorno all'improvviso ho avuto un enorme istinto di documentarmi sullo sciamanesimo ed ho iniziato a leggere le prime cosucce in rete finchè tutto ciò che ci girava attorno mi ha talmente rapito che ho sentito quasi un obbligo personale a dover iniziare questo cammino qualsiasi sarebbero state le situazioni o gli intoppi.
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Mar 1 Set 2009 - 11:00

Fenrir ha scritto:
Bhè questo topic mi piacerebbe incentrarlo sulla fase che precede la scelta del nostro percorso e della parte iniziali di esso. Insomma per dirlo in modo molto semplice:
Come avete iniziato? Ma soprattutto perchè?
Quali sono stati i primi passi?


Io personalmente per esempio vengo da due anni di studio generico dell'esoterismo e dei fenomeni paranormali,credo in Dio ma non pratico come i canoni cattolici dettano perchè non credo nel metodo che viene usato,quindi anche se l'esoterismo mi affascinava e ne ero portato non ho mai praticato nulla perchè andava contro il mio credo.
Poi un giorno all'improvviso ho avuto un enorme istinto di documentarmi sullo sciamanesimo ed ho iniziato a leggere le prime cosucce in rete finchè tutto ciò che ci girava attorno mi ha talmente rapito che ho sentito quasi un obbligo personale a dover iniziare questo cammino qualsiasi sarebbero state le situazioni o gli intoppi.


Ciao Fenrir.
Il cammino di cui parli, e cioè che inizia dall’esoterismo su un piano generale all’inizio, sembra essere molto comune e diffuso.
In realtà l’interesse per lo sciamanesimo è giunto con episodi particolari della mia vita.
Di cui magari se potrà essere di utilità parlerò più avanti. Basti dire che mi sono trovato a “sapere” alcune cose che poi, dopo attente ricerche, avevano tutte un loro specifico significato e ragion d’essere, in spiegazioni e tradizioni sciamaniche. Almeno cosi mi è sembrato 

Come al solito, nonostante qualsiasi genere di esperienza, mi tengo sempre in modalità “modestia definitoria e spirito critico” anche perché come ben sai chi applica un altro tipo di inventario, iperazionalista, trova spesso in questo genere di esperienze una non ben definita legge di autosuggestione e di capacità della nostra mete di mettere SEMPRE in scena nei sogni particolari acquisiti nella vita quotidiana che noi coscientemente non possiamo ricordare. Bel lungi dal contestare il metodo scientifico, cerco sempre di ricordare che affermare che il metodo scientifico è uno strumento che fa definizioni in costante cambiamento, prorpio in coerenza con cio che gradualemnete apprendiamo del mondo.

Affermare che non esistono fenomeni che oggi vengono frettolosamente accorpati sotto il terminee di paranormale è tanto irrazionale che dire che esistono senza una comprova scientifica.

Non escludo nulla. L’unica cosa che io personalmente esigo da chi presenta una teoria è la disponibilità a confrontarsi e a definire nei particolari le basi dell’inventario che reggono e alimentano la sua/mia visione del mondo.


Ultima modifica di Admin il Gio 29 Dic 2011 - 21:05, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Lupa_Selvaggia



Femminile Dragone
Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 03.12.09
Età : 28
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Gio 3 Dic 2009 - 16:19

Salve a tutti inauguro il mio primo post rispondendo a questa domanda, che credo è quella che dovrebbero porsi tutti prima di iniziare.

Io ho cominciato in un modo del tutto particolare, mi sono interessata all'esoterismo, in seguito al paganesimo, in particolare al cammino celtico. Studiando Archeologia, sono sempre stata appassionata di culture antiche, di conseguenza è uscito fuori tra una pratica e l'altra lo sciamanesimo. Ho cominciato a praticare lo sciamanesimo celtico, interessandomi anche quello norreno. Poi un viaggio in america mi ha condotto nel Nevada e nello Utah...Ho conosciuto meglio la cultura dei nativi americani, e mi sono appassionata. Da un pò di tempo a questa parte ho cominciato a praticare un pò più lo sciamanesimo e un pò meno il paganesimo, benchè il mio cammino sia del tutto personale le due cose di mischiavano in qualche modo. Ho comciato ad avere una visione del mondo meno incentrata sulle divinità ma piuttosto sullo spirito delle cose e delle creature che abitano l'universo, che poi secondo me sono la rappresentazione stessa delle divinità.
Scusatemi se avrei dovuto presentarmi da qualche parte e non l'ho fatto non riesco ad orientarmi ancora bene in questo forum.
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Gio 3 Dic 2009 - 16:32

Lupa_Selvaggia ha scritto:
Salve a tutti inauguro il mio primo post rispondendo a questa domanda, che credo è quella che dovrebbero porsi tutti prima di iniziare.

Io ho cominciato in un modo del tutto particolare, mi sono interessata all'esoterismo, in seguito al paganesimo, in particolare al cammino celtico. Studiando Archeologia, sono sempre stata appassionata di culture antiche, di conseguenza è uscito fuori tra una pratica e l'altra lo sciamanesimo. Ho cominciato a praticare lo sciamanesimo celtico, interessandomi anche quello norreno. Poi un viaggio in america mi ha condotto nel Nevada e nello Utah...Ho conosciuto meglio la cultura dei nativi americani, e mi sono appassionata. Da un pò di tempo a questa parte ho cominciato a praticare un pò più lo sciamanesimo e un pò meno il paganesimo, benchè il mio cammino sia del tutto personale le due cose di mischiavano in qualche modo. Ho comciato ad avere una visione del mondo meno incentrata sulle divinità ma piuttosto sullo spirito delle cose e delle creature che abitano l'universo, che poi secondo me sono la rappresentazione stessa delle divinità.
Scusatemi se avrei dovuto presentarmi da qualche parte e non l'ho fatto non riesco ad orientarmi ancora bene in questo forum.

Ti do il mio benvenuto Lupa Selvaggia e il benvenuto di tulla la comunità.

Per quel che riguarda la presentazione puoi trovare una sezione chiamata "Presentazione degli iscritti", nell'indice principale.

Mi fa anche piacere leggerele tue parole, nel senso che da quel che posso capire hai esercitato continuativamente curiosità e desiderio di conoscere.

Mi farebbe anche piacere se un giorno ti andrà che arricchissi il forum con le tue esperienze e le tue conoscenze, almeno quelle che vuoi condividere Wink

Se ti va, esiste una sezione dedicata allo sciamanesimo celtico. Se vuoi li puoi esprimere e riportare la tua esperienza ed arricchire il patrimonio di conoscenza che qui vogliamo accumulare, a beneficio di tutti.

Una sola domanda dettata dalla curiosità: ad oggi non ho avuto molte esperienze riguardo allo sciamanesimo americano, spesso ho letto e sentito che qui in occidente esso viene depauperato manipolato e distrutto da sedicenti sciamani che riportano e ne sconvolgono i concetti principali, facendo dei melange e delle accozzaglie con la new age e il buonismo etico della nostra società.

Se vuoi, la tua esperienza, nella sezione dedicata allo sciamanesimo americano, potrà essere di grande aiuto.

Nel frattempo, ti do ancora una volta il benvenuto e ti auguro una buona serata,

Admin


Ultima modifica di Admin il Gio 29 Dic 2011 - 20:23, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: re: cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Gio 25 Mar 2010 - 21:51

Buonasera a tutti,

nel mio caso specifico sono stati dei sogni che mi hanno condotto allo sciamanesimo.

Da premettere che sin da bambina ho avuto esperienze particolari. Anni fa ho conosciuto il reiki e più tardi il Taoismo.

E successivamente incominciai a fare sogni inerenti lo sciamanesimo, e con essi è nata una necessità di imparare, di conoscere...un po' come se per tutta la vita non avessi mai bevuto un bicchiere d'acqua ed ora ho una sete insaziabile.


Ultima modifica di Tila il Mer 29 Giu 2011 - 16:02, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Ven 26 Mar 2010 - 7:04

con questo mio intervento rispoindo a temi che un pò tutti i membri, finora, hanno sollevato, e cioè le caratteristiche e le origini del loro interesse per lo sciamanesimo.

Innanzitutto, molti sembrano, anche al di fuori del nostro contesto di discussione, chiamati da esperienze particolari. Per lo piu sogni.

é attraverso il mondo dei sogni infatti che inizia e si innesca spesso l'attrazione per lo "sciamanesimo", per i viaggi sciamanici, etc, cosa che poi porta in genere la persona ad interessarsi nella vita di veglia a questi temi. é importante ricordarlo, anche perché le differenze tra i vari tipi di inizio sembrano anche influenzare fortemente il tipo di evoluzione del percorso del singolo. Qualcuno ad esempio a volte ha parenti che praticano questi cammini e viene introdotto per legittimazione "genealogica".

Negli ambiti sciaamanici non europei (in genere) questo da origine a lignaggi di guaritori e personaggi che spesso si mettono al servizio della comunità. Di padre in figlio o di madre in figlia o di genitore in figlio :-)

Nel nostro contesto, essendo che per secoli le pratiche sciamaniche sono state semanticamente e percettivamente assimilate tutte sotto l'unico fascio della stregoneria o delel preatiche pagane, esse passano spesso sotto il fenomeno culturale e sociale dei guaritori di campagna, dei settimnini, etc. (vedere anche la sezione sui Guaritori di campagna in questo forum se interessa).

Come si può vedere facilmente. i fenomeni sociali influenzano pur sempre la manifestazione di questo genere di "attività". E non è una banalità se pensiamo che l'inquadramento semantico di questi fenomeni influenza e plasma il nostro modo di percepire lo "sciamanesimo". Oggi come oggi, in un mondo che sta vivendo i revival di ogni forma di cultura minore e "perdente" rispetto a quella da cui in massa si sente il bisogno di distaccarsi, anche lo sciamanesimo è stato definito con termini particolari, consoni a queste esigenze culturali e sociali di massa....ma come spesso mi trovo a dire, questo non è assicurazione che potremo con questi termini e con questa semantica conoscere il fenomeno in se. definire il vitello come tonno a 4 zampe è assurdo a dirla cosi....ma se io ho sempre vissuto al mare, e non ho mai visto un vitello, non ho mai vissuto nell'entroterra, la prima volta che ne vedo uno sarà molto probabile che cercherò di definirlo con i termini e i concetti che conosco e uso quotidianamente. Perché ? perché quelli sono gli accordi sociali sui quali ho basato (fino a quel monento) la mia percezione.

I osgni appartengono davvero e del tutto a quell'ambito di percezione che va al di la delle influenze sociali che viviamo? Pissiamo anche chiamarli accorid perché ad un livello piu profondo molti credono che essi possano anche formare la stessapercezione dell realtà che abbiamo, ai livelli piu minuti e fondanti.

Io cerdo che esistano componenti non orinarie che per poter essere percepite dal sognatore vengono tradotte secondo la sua percezione e usando il suo inventario di concetti e idee del mondo.

Tuttavia è anche vero che esistono nei sogni di "chiamata", elementi che fanno presupporre una interazione non del tutto spiegabile con la riflessione e autoriflessione del se nel subconsio e inconsio.

Mi spiego meglio:


In uno dei primi sogni mi trovavo con un uomo di cui non vidi mai il volto o se lo vidi non riusci poi a ricordarmelo, che mi dicevaad un certo punto di guardarmi la mano.
Dentro la carbne del pamo avevo una specie di verme diafano. Seppi che dovevo togliermelo. Estrarlo. Andai cosi ad un rubinetto aprii il flusso dell'acqua e sotto di essa mi tolsi quel verme...che sotto l'acqua si sciolse. Ricordo ancora quella sensazione mentale durante l'estrazione, che sembrava dolore fisico.

Ora, nessuno mi aveva mai detto nulla di sciamanesimo, e da quel poco che sapevo catalogavo gli sciamani come la versione primitiva dei maghi e ,aghetti ed esoteristi che fino ad allora avevo conosciuto da letture varie.

E, da quel che ne so ma NON NE POSSO ESSERE CERTO, nessuno mi aveva mai parlato del fatto che una estrazione di una larva (posto che quella possa essere stata una larva) si effettuava usando poi l'acqua come elemento e strumento per la sua dispersione. Io avrei usato il fuoco all'epoca, per distruggerla! almeno questa mi sembrava la soluzione migliore.

Un anno dopo, seguendo un corso di sciamanesimo del metodo Harner, venni a sapere che era abitudine diffusa di molti sciamani usare l'acqua come elemento fisico/simbolico per la dispersione della larva.

A dire il vero, nessuno è speciale: sembra infatti che questo genere di informazioni cosi particolareggiate sia potenzialmente comune a tutti. Con varie speigazioni, tutti coloro che hanno studiato lo sciamanesimo sembrano concordi nell'affermare che gli insegnamenti ci arriverebbero in modo diretto senza che uno sia necessariamente figlio o meno di uno sciamano riconosciuto nella società umana di riferimento.

MA anche questa è una ipotesi, anche perché non disponiamo di una compelkta serie di etstimonianze di varie culture per rendere valore o confutazione ad essa.

Cio che appare certo è che i sogni hanno spesso un potere di attrazione potente per cio che riguarad lo sciamanesimo.

Il comun denominatore penso sia il fatto che attraverso di essi possiamo ricevere insegnamenti e "potere" che in altra maniera sembra non arrivarci.

PerchP? Se restiamo nell'ambito delle definizioni date da Castaneda, e molti altri antropologi e linguisti, è perché nella veglia giochiamo e condividiamo concetti e inventari di realtà con gli altri per i quali queste altre realtà non sono state incluse, ovverosia....nessuno nella societò che viviamo sembra avere giocato in gruppo la interazione con questi altri mondi.


Ultima modifica di Admin il Gio 29 Dic 2011 - 21:03, modificato 3 volte
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re che cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Ven 26 Mar 2010 - 8:00


Buondì caro Admin,

quello che invece molto spesso mi angustiava era il fatto che il più delle volte quando mi parlavano, nei sogni, non riuscivo a capirli perchè il loro era un linguaggio che in quel momento percepivo essere antico e non riuscivo a comprenderlo.

Buona giornata


Ultima modifica di Tila il Lun 27 Giu 2011 - 21:47, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Brida



Femminile Bufalo
Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 01.06.11
Età : 31

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Sab 4 Giu 2011 - 19:07

Io non ho avuto scelta.
Nella mia famiglia nessuno ha mai studiato ne percorso la mia strada, per quanto ora sappia con certezza anche altri membri avessero ricevuto la cosiddetta "chiamata". Nel mio caso ho conosciuto la mia Guida da bambina e mi ha praticamente addestrato sin da allora a certe cose.
Ne ho preso coscienza con il tempo, perchè crescendo mi rendevo sempre più conto delle cose particolari di cui ero protagonista.
Non nego che soprattutto in passato ho avuto ripetute crisi, e ho continuato a rifiutarmi fino a poco tempo fa.
Però quando ti tocca ti tocca.
Io ho iniziato a documentarmi sullo sciamanesimo solo di recente, rendendomi conto che tutto ciò che sapevo e avevo visto con i miei stessi occhi, aveva dei nomi per così dire.
E mi sono ritrovata a cavallo fra più mondi per così dire, con i miei appoggi e tutto il resto.
Ho appreso tanto. Sia nel campo della veggenza che dei sogni.
Ora penso mi spetti il passo più difficile. Accettare la cosa e portarla qui, dove risiede il mio corpo.
Ho infatti avuto un'ennesima scadenza e non nego di avere una certa apprensione.
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Sab 4 Giu 2011 - 19:52

Grazie per aver condiviso con noi la tua esperienza.

Sono felice per te che hai avuto queste esperienze, il rifiuto è un po una fase tipica, poi i modi di avvicinarsi a questo interminabile viaggio sono molteplici.

Basta vedere tra le varie culture, c'è chi diviene sciamano perchè discende da sciamani, chi ha la tipica chiamata...ecc. e poi c'è da dire che come si sta evolvendo l'uomo (evolvendo per modo di dire...ma tralascio le mie considerazioni al riguardo) sicuramente si evolvono i modi e i mezzi per avvicinarsi a questo mondo.

Personalmente diffido da coloro che fanno corsi, o che dopo aver letto un libro si proclamano sciamani...lo sciamanesimo è tutta un'altra cosa, forse in parte è quello ma è anche molto ma molto di più...

Anche io ho avuto esperienze e guide "particolari" sin da quando ero molto...ma molto piccolina ma credo di non aver appreso abbastanza...anzi mi ritengo ancora immersa nella nebbia...ma anche dire questo comporta da parte mia dare importanza alla mia persona...eheheh Admin mi do' le bastonate da sola Very Happy

Lo sciamanesimo per come lo vedo io è un viaggio, lunghissimo, senza fine e non è detto che ci si arrivi...le prime barriere da eliminare sono gli accordi, l'importanza personale...ma non basta è un continuo lavoro interno ed esterno, modo di comportarsi, modo di vedere e sentire
tutto ciò che ci circonda...è un lavoro che da poco spazio ad altro...ma non è solo questo...

E' un qualcosa di veramente immenso da non poter essere quantificato o classificato con semplici parole...perchè anche le parole dell'inventario che conosciamo vanno eliminate...

Queste erano solo mie considerazioni, per ciò che invece ti riguarda ti auguro vivamente di proseguire nel tuo cammino con serenità...
Tornare in alto Andare in basso
Brida



Femminile Bufalo
Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 01.06.11
Età : 31

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Sab 4 Giu 2011 - 20:05

Sono perfettamente daccordo con te.
Non si finisce mai di imparare. Non è un modo comune di dire ma la verità, perchè la vita è in costante evoluzione. Si trasforma e cambia. Se ti definisci ti limiti in un certo senso. E ti autoneghi la possibilità di conoscere meglio le cose.
Io anche credo che non sia un corso di 300 euro o il libro di tal de tali, a farti divenire "sciamano".
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Sab 4 Giu 2011 - 20:24

Brida ha scritto:
Sono perfettamente daccordo con te.
Non si finisce mai di imparare. Non è un modo comune di dire ma la verità, perchè la vita è in costante evoluzione. Si trasforma e cambia. Se ti definisci ti limiti in un certo senso. E ti autoneghi la possibilità di conoscere meglio le cose.
Io anche credo che non sia un corso di 300 euro o il libro di tal de tali, a farti divenire "sciamano".

Bisogna anche vedere cosa intendiamo con la parola sciamano...

Non mi riferisco a te, ma per molte persone lo sciamano o lo sciamanesimo signifca ad esempio amore profondo per la natura, viene intesa come religione, oppure avere poteri...la parola stessa sciamano è sbagliata...ma mi fermo qui perchè andrei a finire completamente fuori tema.

Comunque, per come la vedo io sono solo etichette...anche il modo di arrivarci...non ha senso dire io ho avuto la chiamata, io ho avuto una malattia da piccolo che mi ha portato una menomazione perciò di diritto sono uno sciamano...magari fosse così semplice.

In realtà tutti abbiamo le potenzialità per percorrere questa via... e non c'è bisogno di corsi o guru che ti accompagnino per mano...

Per come lo vedo io è una crescita interiore...e ancora una volta sono andata in OT (verrò punita per questo Twisted Evil )...e quindi tornando in tema ti dirò che secondo me se la tua Guida ti ha ben consigliato finora devi cercare di vivere questa tua crescita nel modo più sereno possibile Very Happy


Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Dom 5 Giu 2011 - 8:56

La chiamata è un elemento fondamentale a tante definizioni di sciamanesimo.

Se nella tua biografia ne hai avute, allora forse è un bene informarti come stai facendo e capire a quali contesti ricollegarti per creare un apparato di definizioni che ti sia utile. (anche se credo che tu sappia già quale è il tuo bacino di riferimento).

I corsi a pagamento sono una delle poche modalità che la nostra società del consumo propongono. Ciò non significa però che tutti coloro che insegnano dietro compenso siano tutti degli impostori.

Importante è invece, secondo me, saper dare il giusto valore a ciò che vogliamo noi. E bada io ho detto valore, non prezzo. Il prezzo è un termine che risuona col tonal del danaro. Il valore di una cosa può essere commutato in qualsiasi altra cosa che noi riteniamo possa avere un valore equivalente o che possa essere in un modo scalare o di altro tipo commutato in esso.

Il danaro può, in questa accezione, essere una declinazione di questa definizione, per quanto sia divenuta spesso l'unica declinazione possibile, a volte.


Tornare in alto Andare in basso
wildwind



Femminile Gatto
Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 12.08.11
Età : 41

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Ven 12 Ago 2011 - 12:26

Cosa mi ha condotto allo sciamanesimo? mah..la ricerca..la consapevolezza di altri piani d'esistenza.il sapere che tutto è energia.Nessuno mi ha insegnato quello che sento..sono cresciuta con tutti i sacramenti cattolici che la mia famiglia mi ha imposto,ma non ho mai avuto la "fede" cristiana,se così si può dire.Mi sono auto-sospesa da ogni religione,contemporaneamente ho approfondito il buddismo,strizzo l'occhio al paganesimo,ma a dire il vero io credo che le risposte che cerco siano dentro di me..e non mi serve una religione che le trovi al posto mio.Sciamanesimo perchè è un lungo lavoro su se stessi...è il mezzo ancestrale che ci permette di riconnetterci con l'energia...
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Dom 11 Set 2011 - 11:28

Buondì Wildwind,

grazie per aver condiviso con noi il tuo pensiero, mi fa piacere sentire che per te lo sciamanesimo è un lungo lavoro su se stessi.

Secondo alcune tradizioni è un cammino che un uomo deve fare per ritrovare la propria libertà.
Parlo, ovviamente, di quella libertà che ci permette di eliminare i fardelli del nostro involucro umano che ci impediscono di vedere e di sognare come esseri luminosi.

Cito un tuo passaggio:
Nessuno mi ha insegnato quello che sento

Io aggiungerei che nessuno MAI dovrà insegnarti e dirti quello che senti, questo viaggio che così arditamente hai intrapreso è così personale che solo tu saprai cosa senti e quali percezioni e sensazioni provi.

Credo che ognuno di noi abbia le capacità necessarie per fare questo viaggio, deve soltanto saper cogliere quei centimetri cubi di possibilità in più che trova lungo il suo cammino.


Un saluto

Tila
Tornare in alto Andare in basso
wildwind



Femminile Gatto
Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 12.08.11
Età : 41

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Lun 12 Set 2011 - 7:51

Ti ringrazio Tila..il cammino è lungo,ma già averlo intrapreso mi permette di guardare il mondo con occhi diversi..sarà dura sconfiggere i miei "demoni" ma sapere che ci sono non è poco.
Tornare in alto Andare in basso
Phantom



Maschile Dragone
Numero di messaggi : 31
Data d'iscrizione : 15.11.11
Età : 40

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Mer 16 Nov 2011 - 17:10

Buonasera forum.
A questa domanda avevo risposto in parte nella mia presentazione. Ho partecipato a diverse sedute di recupero dell'anima, io ero da supporto alla persona interessata, e questa esperienza mi ha particolarmente segnato o quantomeno incuriosito.
Quindi, da come ho avuto modo di leggere dalle vostre esperienze, io non ho avuto la classica chiamata, non ho mai sperimentato qualcosa di simile.
Di conseguenza la scintilla che mi ha portato qui è la curiosità e la voglia di allargare le mie conoscenze.
Ho appena iniziato a dare una occhiata alle varie discussioni, perciò perdonatemi se l'argomento è stato già trattato, ma volevo chiedere a tutti voi: come si fa a capire quale corrente sciamanica è quella più adatta al proprio vissuto personale?
Stamani sono entrato nella area i mondi dello sciamanesimo di questo forum e mi sono messo le mani nei capelli nel constatare che in realtà vi sono tantissime realtà sciamaniche. Shocked
Io finora ho letto solo alcuni libri che espongono alcuni metodi e i pensieri di S. Ingerman o M. Harner ma non immaginavo potessero essercene così tanti. Ecco il perchè della domanda.
Immaginate di non aver mai mangiato il gelato e vi ritrovate in una gelateria artigianale che ha 1001 gusti diversi e ne dovete scegliere soltanto uno. Che fate per capire qual'è quel particolare gusto che vi accompagnerà per tutta la vita?
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Mer 16 Nov 2011 - 20:50

Phantom ha scritto:
Buonasera forum.
A questa domanda avevo risposto in parte nella mia presentazione. Ho partecipato a diverse sedute di recupero dell'anima, io ero da supporto alla persona interessata, e questa esperienza mi ha particolarmente segnato o quantomeno incuriosito.
Quindi, da come ho avuto modo di leggere dalle vostre esperienze, io non ho avuto la classica chiamata, non ho mai sperimentato qualcosa di simile.
Di conseguenza la scintilla che mi ha portato qui è la curiosità e la voglia di allargare le mie conoscenze.

Buona sera Phantom,

secondo me non è così rilevante che cosa e perchè ti ha portato alla conoscenza di una determinata cosa. Se ci pensi questo può valere per qualsiasi cosa, anche quando conosci persone nuove. In qualsiasi modo si chiami (forza o fato o esperienza) ciò che ti ha portato qui vale come la classica chiamata.

Il risultato finale è sempre quello sia per te che per chi ha avuto la chiamata, non trovi? Sei qui e vuoi ampliare la tua conoscenza...

Phantom ha scritto:
Ho appena iniziato a dare una occhiata alle varie discussioni, perciò perdonatemi se l'argomento è stato già trattato, ma volevo chiedere a tutti voi: come si fa a capire quale corrente sciamanica è quella più adatta al proprio vissuto personale?
Stamani sono entrato nella area i mondi dello sciamanesimo di questo forum e mi sono messo le mani nei capelli nel constatare che in realtà vi sono tantissime realtà sciamaniche. Shocked
Io finora ho letto solo alcuni libri che espongono alcuni metodi e i pensieri di S. Ingerman o M. Harner ma non immaginavo potessero essercene così tanti. Ecco il perchè della domanda.
Immaginate di non aver mai mangiato il gelato e vi ritrovate in una gelateria artigianale che ha 1001 gusti diversi e ne dovete scegliere soltanto uno. Che fate per capire qual'è quel particolare gusto che vi accompagnerà per tutta la vita?


E' vero esistono tantissime culture e quindi diverse tradizioni, modi di pensare e interpretare lo sciamanesimo.

La domanda che poni, a mio parere, non solo non può avere una semplice risposta ma non può risponderti nessuno a parte te stesso.

Riprendendo il tuo esempio, solo tu puoi sapere qual'è il gusto di tuo gradimento che ti accompagnerà per tutta la vita.

Nel caso dello sciamanesimo credo che molto sia legato a ciò che puoi sentire più affine al tuo modo di vivere e pensare, se scegli di fare questo percorso, questo viaggio verso la conoscenza non avere fretta. Man mano che leggerai e ti informerai vedrai che da solo riuscirai a trovare la via più confacente al tuo essere.

Unico suggerimento che posso darti è incomincia da quello che ti ha maggiormente incuriosito e che già conosci, parlavi del recupero dell'anima secondo il metodo Ingerman, inizia da quello visto che hai avuto una esperienza in quel senso e vai avanti da lì, il resto sono sicura verrà con il tempo. Alla fine magari ti interesserai di un'altra tradizione sciamanica, come può essere che invece sia quella che già conosci ad essere quella più vicina a te, l'importante è iniziare e non fermarsi, informarsi, documentarsi e porsi sempre delle domande e continuare ad andare avanti.

Noi in questo forum cerchiamo di dare più strumenti possibili per dare l'opportunità a tutti di conoscere questo mondo, più avanti ti renderai conto che non è mai (o quasi mai) come si vede nei film o si legge nei romanzi cioè non esiste il predestinato o l'eletto a diventare sciamano, abbiamo tutti la possibilità di intraprendere questo viaggio...ma non è detto che tutti ci riescano, perchè molti sono gli ostacoli che si incontrano lungo il cammino e molte volte in questo mondo, che ha sempre fretta, non si ha abbastanza pazienza e perseveranza per continuare a viaggiare...

La tua curiosità e la voglia di ampliare la tua conoscenza sono già qualità importanti, sii paziente e perseverante sono sicura che presto capirai quale gusto di gelato ti accompagnerà per tutta la vita...e ora basta a parlare di gelati che mi è venuta fame Very Happy

Un saluto

Tila
Tornare in alto Andare in basso
Phantom



Maschile Dragone
Numero di messaggi : 31
Data d'iscrizione : 15.11.11
Età : 40

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Lun 28 Nov 2011 - 18:19

Buonasera Tila,
scusa se ti rispondo con così ritardo, ho avuto il mio da fare con gli allenamenti e la lettura, e solo oggi mi sono accorto che avevi risposto alla mia ennesima domanda Very Happy
Ti ringrazio, ancora una volta sei stata paziente e molto dettagliata nella risposta. Volevo dirti che ho avuto conferma di ciò che dici sulla importanza o meno di come sono entrato in questo mondo. L'importante è esserci entrati. Leggendo poi le esperienze di altre persone ho visto che non c'è una regola prefissata, però ho notato che il percorso sembra essere simile.Si inizia con scrittori contemporanei o chi con discipline e filosofie orientali, per poi arrivare qui.
Seguirò i tuoi preziosi consigli, grazie ancora. Ti auguro una buona serata.
Phantom
Tornare in alto Andare in basso
Jaguar



Serpente
Numero di messaggi : 25
Data d'iscrizione : 06.08.11
Età : 27

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Gio 23 Feb 2012 - 20:32

Quello che mi ha condotto qui principalmente è stato il mio interesse verso il mio animale , il mio credo è pressochè Pagano anche se non amo molto questo termine, io la chiamo la mia stregoneria. Fin da piccolina avevo qualcosa di diverso rispetto agli altri bambini e mia madre in silenzio osservava come si sviluppava la cosa. Sono cresciuta religiosamente parlando in modo libero nessuno mi indottrinata durante la crescita ho avuto alti e bassi , a 6 anni ho iniziato a impiastricciarmi le mani con pratiche magiche da piccola come molti ascoltavo quel sapere latente in ognuno di noi. Poi verso l'adolescienza rifiutavo categoricamente tutto ciò che poteva portarmi verso quel mondo che ho rifiutato per anni, anni tormentati da sogni, sussurri, visioni e messaggi alla fine ho capito che non potevo scappare più e che dovevo accettare quella parte di me che soffriva.

Fino a che dopo 5 anni di studi, esperienze e confronti con altre persone sono riuscita a mettere insieme piccoli pezzettini del puzzle capendo in piccola parte chi sono.

A un certo punto ho deciso di non documentarmi più, di non frequentare più altre Streghe e di camminare solo con le mie gambe cercando di capire e conoscere meglio il mio essere. Ho trovato la mia strada per ora ho capito che sono un ibrido, divisa a metà tra due mondi , ho trovato il modo di congiungere queste due parti di me.

Mi sono iscritta qui e ho deciso di approfondire il tema dello Sciamanesimo per un arricchimento spirituale in più, considero lo Sciamanesimo il padre di tutti i filoni religiosi presenti ad oggi.
Tornare in alto Andare in basso
paperinasciamana



Femminile Capra
Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 26.09.10
Età : 25
Località : Siena

MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Ven 24 Feb 2012 - 8:00

che bella discussione Very Happy
ciao a tutti. sin da bambina ho fatto sogni molto particolari, molti sembravano essere molto reali, poi qualche anno fa una mia amica mi regalò un libro di Wilde sul sè infinito e ne rimasi affascinata, da allora ho inziato il mio cammino per espandere il mio spirito interiore.
Ho letto anche diversi testi sulla wicca, questo perchè ho sempre pensato che intorno a noi ci sono forze ed energie che vanno oltre la comprensione dell'uomo comune. E poi il libro che in assoluto mi ha portato alla conoscenza del mondo dello sciamanesimo è stato medicina per la terra. Da allora seguo molto il lavoro dell'autrice i suoi cerchi e la trasmutazione.
Infine sono approdata qui per saperne di più in generale. Wink
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?   Oggi a 15:22

Tornare in alto Andare in basso
 
Cosa ci ha condotto allo sciamanesimo?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico :: SCIAMANESIMO :: I TEMI DELLO SCIAMANESIMO - THEMES OF SHAMANSIM :: PachaMama voglio diventare sciamano: da dove inizio?-
Andare verso: