Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico
Nei momenti più bui, ricorda sempre di fare un passo alla volta.
Voler ottenere tutto e subito è sciocco
Nei momenti più difficili, ricorda sempre che le abitudini stabiliscono un destino.
Stabilisci quelle che ti danno energia e crescita.
È solo nell’ora più profonda del Duat, nella Notte oscura dell’anima che possiamo vedere noi stessi.
E capire come superare la notte.
Non rifuggire l’oscurità, impara a vederci attraverso.
Tutto passa e scorre, il giorno diviene notte e la notte giorno.
Ciò che è bene per te ora domani diverrà un ostacolo e un impedimento, o un danno, e viceversa.
Tutto finisce e muta, come la pelle di un serpente.
Impara ad essere la volontà pura di vivere e non la pelle morta di un intento esaurito.
Tutto ciò che non supera l’alba del tuo nuovo giorno, non deve essere portato con te.
Il mondo è infinito, non giudicare perdite e guadagni come il piccolo pescatore che non ha mai visto l’Oceano.
Sconfinate sono le possibilità della Ruota.
Impara a fluire e solo allora senza occhi, senza orecchie né pensiero, vedrai, sentirai e capirai il Tao.
(Admin - Shamanism & Co. © 2011 - All rights reserved)


Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico

forum di sciamanesimo, antropologia, spirito critico, terapie alternative, esoterismo. Forum of shamanism, anthropology, criticism, alternative therapies and esoterism
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Queste Oscure Materie / His Dark Materials

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
TheGreat



Maschile Numero di messaggi : 40
Data d'iscrizione : 27.08.09

MessaggioOggetto: Queste Oscure Materie / His Dark Materials   Lun 31 Ago 2009 - 14:33

Queste Oscure Materie (His Dark Materials) // Philip Pullman // Salani
Trilogia composta da: La Bussola d'oro (Northern lights), La lama sottile (The Subtle Knife) e Il cannocchiale d'ambra (The Amber Spyglass) reperibile sia singolarmente che in un'edizione contenente antrambi i tre libri. Dal primo libro è stato tratto un film "La Bussola D'oro" che comunque salta alcune parti del libro tra cui il finale, quindi consiglio di leggere il libro.
La protagonista è Lyra un bambina che cresce in un college che in seguito a degli eventi si trova coinvolta in un viaggio per salvare dei bambini catturati e suo zio (lei crede che deve salvarlo), in questa avventura incontrerà molti nemici ma anche degli alleati come un temibile orso corazzato (Yorek Birninson), un areonauta (Lee) e i Giziani un antico popolo che vive su delle barche. Nel secondo volume invece la scena cambia infatti Lyra giunge in altre dimensioni, diciamo mondi paralleli in cui incontra nuovi amici e nemici, qui incontra Will un ragazzo che sarà al centro delle vicende.
Il primo riferimento allo sciamanesimo è evidente, infatti nel mondo parallelo in cui si svolge il primo libro e parte degli altri, tutti vengono accompagnati da un Daimon, esso è come l'anima della persona che appare sotto forma di animale, diverso da persona a persona, in molti casi appare anche come la parte più saggia e non può essere allontanato dall'umano.
Inoltre il padre di Will è un esploratore che durante un viaggio al nord attraversa un portale che lo porta in un mondo parallelo, quello dei Daimon e di Lyra qui lui studia e diventa uno sciamano, la cosa molto significativa è che la dimensione di Will è la nostra e qui non ci sono Daimon (Will non ne ha e neanche gli altri e quando lo dice a Lyra lei dall'inizio è spaventata poi dice che probabilmente lo abbiamo dentro di noi) però il padre di Will ha un Daimon.
Inoltre è pieno di riferimenti ad altre teorie come quella dei mondi paralleli, consigliato a chi vuole una lettura fantasy non troppo banale, i libro resta comunque abbastanza scorrevole.
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Queste Oscure Materie / His Dark Materials   Mer 27 Apr 2011 - 10:02

Non ho ancora avuto il piacere di leggere questa trilogia, però stamani ho trovato questi articoli di wikipedia...buona lettura!


FONTE: http://it.wikipedia.org/wiki/Queste_oscure_materie

Queste oscure materie
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La trilogia Queste oscure materie (His Dark Materials) è stata scritta da Philip Pullman ed è composta da tre volumi: La bussola d'oro, La lama sottile, Il cannocchiale d'ambra. Sono tre romanzi del genere fantasy che costituiscono un'unica vicenda narrativa. La trilogia trae il suo titolo da un verso del Paradiso perduto di John Milton. Il brano posto all'inizio de La bussola d'oro recita infatti:

(EN)
« Into this wild abyss,
The womb of nature and perhaps her grave,
Of neither sea, nor shore, nor air, nor fire,
But all these in their pregnant causes mixed
Confusedly, and which thus must ever fight,
Unless the almighty maker them ordain
His dark materials to create more worlds,
Into this wild abyss the wary fiend
Stood on the brink of hell and looked a while,
Pondering his voyage... »

(IT)
« In quel selvaggio abisso,
Grembo della Natura e, forse, tomba,
Che non è mare o sponda, aria né fuoco
Ma lor cause pregnanti in sé commiste
Confusamente, in una lotta eterna,
Se il Fattore Possente non costringe
Queste oscure materie a farsi mondi,
Nell'abisso selvaggio, cauto, Satana
Sostava all'orlo dell'inferno, e vide,
E ponderò il viaggio... »
(John Milton, Paradiso perduto)

[modifica] I libri

La trilogia è composta dai libri:

* La bussola d'oro (Northern lights, 1995)
* La lama sottile (The Subtle Knife, 1997)
* Il cannocchiale d'ambra (The Amber Spyglass, 2000)

Successivamente, Pullman ha pubblicato i due racconti:

* La Oxford di Lyra (Lyra's Oxford, 2003)
* C'era una volta al Nord (Once Upon a Time in the North, 2008)

Per il 2011 è previsto un ulteriore volume, intitolato The Book of Dust ("Il Libro della Polvere").

Per l'edizione italiana, i primi tre volumi, distribuiti da Salani, sono stati pubblicati sia come singolo libro, sia in un unico volume in edizione economica, intitolato appunto Queste Oscure Materie.

[modifica] Strumenti

In ognuno dei romanzi della trilogia appaiono alcuni strumenti che risultano centrali nella narrazione, e che danno il titolo al volume: nell'ordine, essi sono la Bussola d'oro, più precisamente Aletiometro, la Lama sottile e il Cannocchiale d'ambra.

Aletiometro

L'aletiometro è uno strumento d'oro che sembra una bussola e che, come dice il nome, dice sempre la verità (dal greco Alétheia: Verità). Indicando con degli aghi tre dei numerosi simboli al bordo del quadrante, ognuno corrispondente ad una lunghissima serie di significati, è possibile comporre le domande e ricevere risposte tramite un quarto ago. Si possono decifrare tutti i simboli attraverso l'apposito libro dei significati, ma Lyra è speciale, e lo sa leggere senza bisogno di avere il libro, capendo come per magia il significato dei simboli quando l'ago li indica. Al mondo ne esistono solo sei e funzionano con la Polvere (Dust). Lyra possiede uno di quelli, che le è stato donato dal Maestro del Jordan College prima di partire da Oxford

Lama sottile

La lama sottile è un coltello magico che permette di aprire portali, o finestre, che da un universo conducono in un altro. Inoltre può tagliare qualsiasi materiale e distruggere qualunque essere, perfino gli angeli o lo stesso Dio. Nell'aprire finestre tra i mondi genera gli spettri. Il coltello si sceglie un umano da cui essere utilizzato, segno per riconoscere il portatore è la perdita dell'anulare e del mignolo della mano sinistra. Will riceve il coltello da Giacomo Paradisi, il precedente portatore, che lo riconosce come suo successore proprio per questa menomazione. È chiamata anche Esahettr, cioè "distruttore di Dio".

Cannocchiale d'ambra

Il cannocchiale d'ambra è uno strumento costruito da Mary Malone nel terzo libro della trilogia. È composto da due lastre di una specie di ambra bagnate di uno speciale olio e tenute alla distanza di un palmo l'una dall'altra. Attraverso questo speciale cannocchiale si può vedere la Polvere come pulviscolo luminoso.



FONTE:
http://it.wikipedia.org/wiki/Daimon_%28Queste_oscure_materie%29

Daimon (Queste oscure materie)
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella trilogia di romanzi fantastici di Philip Pullman Queste oscure materie (di cui il primo capitolo è La bussola d'oro), un daimon è la manifestazione fisica dell'anima di un individuo, sotto forma di animale che lo accompagna sempre.

Molte caratteristiche del daimon corrispondono ad idee formulate nell’ambito di diverse culture, mentre l'origine del termine e l'idea stessa deriva dal Daimon socratico[senza fonte]. Infatti già Socrate aveva ipotizzato l'esistenza di uno spirito guida (in greco "daimon" vuol dire "spirito", una sorta di angelo custode precristiano). Questo spirito accompagnerebbe ogni individuo durante tutto il corso della vita, lo proteggerebbe e lo consiglierebbe nei momenti difficili.

Descrizione del Daimon nella trilogia di romanzi fantastici di Philip Pullman

Nel mondo di Lyra, un daimon ha la forma di un animale e costituisce un’entità separata dalla persona, nonostante ne faccia parte. Un daimon è l'anima di una persona, che prende la forma di un animale. Pertanto tale persona non può essere separata dal proprio daimon, poiché verrebbe separata dalla propria anima. I daimon possono toccarne altri, e ogni persona può toccare il proprio daimon, ma per un umano toccare il daimon di un’altra persona rappresenta un tabù inviolabile. In altri universi, come il nostro, essi esistono solo sul piano spirituale. Il daimon di un bambino non ha una forma fissa, e cambia a seconda dell’umore e delle circostanze, ma quando un ragazzo raggiunge la maturità il suo daimon assume una forma animale che riflette la personalità della persona. Questo concetto si può ritrovare nella credenza greco-romana dei “famigli”.

Il daimon di una persona è di solito di sesso opposto a quello del suo umano, e quindi può essere visto come l’espressione visibile dell'anima o animus di Jung. In alcuni casi, però, può essere dello stesso sesso della persona.

I daimon possiedono alcune caratteristiche in comune con i Fylgja della mitologia nordica e con i Nahual di quella azteca, oltre che con altre figure appartenenti a culture e tradizioni diverse.

Non si sa se e quando un daimon “nasca” e/o da dove provenga, poiché non vengono mai date indicazioni in proposito.

Di solito una persona ed il proprio daimon devono stare entro una breve distanza l’uno dall’altro. Ad eccezione del caso delle streghe, che possono allontanarsi anche di molte miglia dai loro daimon, la separazione forzata di una persona dal proprio daimon causa la morte della persona.

Nella trilogia l’Intendenza Generale per l’Oblazione riesce a costruire una speciale “ghigliottina argentata”, che permetteva di separare un umano dal proprio daimon mantenendolo in vita (questa tecnica è chiamata “intercisione”). Tale procedimento, però, rende la persona un vero e proprio “zombie”. Il processo di separazione genera inoltre un’enorme quantità d’energia, usata nella trilogia da Lord Asriel per creare un ponte verso l’universo di Cittagazze. Inoltre, per fare un esempio, quando due persone litigano o comunque si trasmettono odio, i rispettivi daimon litigheranno e lotteranno tra di loro. Se un daimon subisce della violenza anche fisica da parte di un altro daimon, il proprietario del suddetto daimon soffrirà come se stessero facendo del male a lui stesso. Al contrario di come si può pensare, il daimon e il suo proprietario sono una persona sola, provano le stesse emozioni, non possono vivere divisi, il primo è l'anima, il secondo è il corpo.




Si consiglia anche la visione dei seguenti link:

http://en.wikipedia.org/wiki/His_Dark_Materials
http://en.wikipedia.org/wiki/D%C3%A6mon_%28His_Dark_Materials%29
http://it.wikipedia.org/wiki/Philip_Pullman
Tornare in alto Andare in basso
 
Queste Oscure Materie / His Dark Materials
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico :: LIBRI E COLLEGAMENTI WEB - BOOKS AND WEBSITES :: La biblioteca dello sciamano - Shaman Library-
Andare verso: