Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico
Nei momenti più bui, ricorda sempre di fare un passo alla volta.
Voler ottenere tutto e subito è sciocco
Nei momenti più difficili, ricorda sempre che le abitudini stabiliscono un destino.
Stabilisci quelle che ti danno energia e crescita.
È solo nell’ora più profonda del Duat, nella Notte oscura dell’anima che possiamo vedere noi stessi.
E capire come superare la notte.
Non rifuggire l’oscurità, impara a vederci attraverso.
Tutto passa e scorre, il giorno diviene notte e la notte giorno.
Ciò che è bene per te ora domani diverrà un ostacolo e un impedimento, o un danno, e viceversa.
Tutto finisce e muta, come la pelle di un serpente.
Impara ad essere la volontà pura di vivere e non la pelle morta di un intento esaurito.
Tutto ciò che non supera l’alba del tuo nuovo giorno, non deve essere portato con te.
Il mondo è infinito, non giudicare perdite e guadagni come il piccolo pescatore che non ha mai visto l’Oceano.
Sconfinate sono le possibilità della Ruota.
Impara a fluire e solo allora senza occhi, senza orecchie né pensiero, vedrai, sentirai e capirai il Tao.
(Admin - Shamanism & Co. © 2011 - All rights reserved)


Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico

forum di sciamanesimo, antropologia, spirito critico, terapie alternative, esoterismo. Forum of shamanism, anthropology, criticism, alternative therapies and esoterism
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Bioenergetic Fields - INGLESE ITALIANO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Bioenergetic Fields - INGLESE ITALIANO   Mar 29 Set 2009 - 11:15

FONTE: http://www.colorado.edu/philosophy/vstenger/Medicine/Biofield.html

Bioenergetic Fields

Victor J. Stenger
Department of Physics and Astronomy
2505 Correa Rd.
University of Hawaii at Manoa
Honolulu, HI 96822
Draft of March 25, 1999 7:31 am
Published in The Scientific Review of Alternative Medicine, Vol. 3, No. 1, Spring/Summer 1999.


Much of alternative medicine is grounded on vitalism, the notion that living organisms possess some unique quality, an élan vital, that gives them that special quality we call life. Belief in the existence of a living force is ancient and remains widespread to this day. Called prana by the Hindus, qi or chi by the Chinese, ki by the Japanese, and 95 other
names in 95 other cultures (Brennen 1988), this substance is said to constitute the source of life that is so often associated with soul, spirit, and mind. Wheeler (1939) reviewed the history of vitalism in the West and defined it as "all the various doctrines which, from the time of Aristotle, have described things as actuated by some power or principle additional to mechanics and chemistry." Modern theories of vitalism include those of Driesch (1914) and Bergson (1919).

In ancient times, the vital force was widely identified with breath, which the Hebrews called ruach, the Greeks psyche or pneuma (the breath of the gods), and the Romans spiritus. As breath was gradually acknowledged to be a material substance, words like "psychic" and "spirit" evolved to refer to the assumed nonmaterial and perhaps supernatural medium by which organisms gain the qualities of life and consciousness. The idea that matter alone can do the job has never proved popular.

Chi or qi remains the primary concept in traditional Chinese medicine, still widely practiced in China and experiencing an upsurge of interest in the West. Chi is a living force that is said to flow rhythmically through so-called "meridians" in the body. The methods of acupuncture and acupressure are used to stimulate the flow at special acu-points along these meridians, although their location has never been consistently specified. The chi force is not limited to the body, but is believed to flow throughout the environment (Huston 1995). When building a house, many believers rely on a feng shui master to decide on an orientation that is well-aligned with this flow.

As modern science developed in the West and the nature of matter was gradually uncovered, a few scientists sought scientific evidence for the nature of the living force. After Newton had published his laws of mechanics, optics, and gravity, he spent many years looking for the source of life in alchemic experiments. His search was not irrational, given the knowledge of the day. Newtonian physics provided no basis for the complexity that is necessary for any purely material theory of life or mind. This would require quantum physics. Furthermore, Newtonian gravity had an occult quality about it, with its invisible action at a distance. Gravity seemed to be transmitted across space with no intervening matter evident. Perhaps the forces of life and thought had similar immaterial properties. Still, Newton and others who followed the same trail never managed to uncover a signal for a special substance of spirit or life.

In the eighteenth century, Anton Mesmer imagined that magnetism was the universal living force and treated patients for a wide variety of ills with magnets, a therapy still being promoted today. He believed that a force called "animal magnetism" resided in the human body and could be directed into other bodies. Indeed, patients

would exhibit violent reactions when Mesmer directed his energy toward them by pointing his finger, until the flow of "nervous current" would re-balance the patient's energies (Ball 1998). Today, "mesmerism" has become associated with hypnosis and disconnected from animal magnetism or other notions of a living force, but Mesmer's ideas have survived in various modern "holistic" theories that contradict science.

In the late nineteenth century, prominent scientists including William Crookes and Oliver Lodge sought scientific evidence for what they called the "psychic force" that they believed was responsible for the mysterious powers of the mind being exhibited by the mediums and spiritualist hucksters of the day. They thought it might be connected with the electromagnetic "aether waves" that had just been discovered and were being put to amazing use. If wireless telegraphy was possible, why not wireless telepathy? This was a reasonable question at the time. However, while wireless telegraphy thrived, wireless telepathy made no progress in the full century of uncorroborated experiments in "parapsychology" that followed (Stenger 1990).

Conventional medicine follows conventional biology, conventional chemistry, and conventional physics in treating the material body - a complex, nonlinear system assembled from the same atoms and molecules that constitute (presumably) nonliving objects such as computers and automobiles. Medical doctors are in some sense glorified mechanics, who repair broken parts in the human machine. Indeed, any stay in the hospital reinforces this image, as you are hooked to devices that measure blood pressure, temperature, oxygen saturation, and many other physical parameters. You are almost always treated with drugs that are designed to alter your body's chemistry. You usually get better, every time but once, but, unless you are a physicist, you tend to view the whole experience rather negatively.

No surprise, then, that alternative practitioners find many eager listeners when they announce that they go beyond materialism and mechanism, and treat the really important part of the human system - the vital substance of life itself. People's religious sensibilities and images of self-worth are greatly mollified when they are told that they are far more than an assemblage of atoms - that they possess a living field that is linked to both God and cosmos. Furthermore, the desperately ill will quite naturally seek out hope wherever they can find it. So a ready market exists for therapists who claim they can succeed where medical science fails.

I must at least mention the highly celebrated recent publication in a major medical journal of the tests of Therapeutic Touch performed by the schoolgirl Emily Rosa (Rosa 1998). In this simple experiment, TT practitioners were unable to detect Emily's "energy field." It seems that not only is this field so transparent that no one can see it, the theory behind it is so transparent that even a child can see through it.



UNIFIED BIOFIELD THEORY
The hypothetical vital force is often referred to these days as the bioenergetic field. Touch therapists, acupuncturists, chiropractors, and many other alternative practitioners tell us that they can affect cures for many ills by "manipulating" this field, thereby bringing the body's "live energies" into balance.
The use of "bioenergetic" in this context is somewhat ambiguous. This term is applied in conventional biochemistry to refer to the readily measurable exchanges of energy within organisms, and between them and their environment, which occur by normal physical and chemical processes. This is not, however, what the new vitalists have in mind. They imagine the bioenergetic field as a holistic living force that goes beyond reductionist physics and chemistry.

By "holistic" here, I am not referring to trivial homilies such as the need to treat the patient as a whole and recognize that many factors, such as the psychological, emotional, and social, contribute to well-being along with the physical body. While this is often the example used by those who claim to practice holistic medicine, they imply something much more is at work in their treatments. Treating the whole person does not contradict any reductionist principles. Neither does the fact that the parts of a physical system interact with one another. Reductionism is not about a universe of isolated objects. The holism that goes beyond reductionism implies a universe of objects that interact simultaneously, and so strongly that none can ever be treated separately. This concept enters into the discussion of bioenergetic fields, where that field is imagined as some cosmic aether that pervades the universe and acts instantaneously, faster than the speed of light, over all of space.

Therapeutic Touch and other forms of "holistic healing" are now widely practiced within the nursing community (Rosa 1994, Schieber 1997, Ulett 1997, Rosa 1998, Pryjmachuk 1998). These seem to be based on a theoretical system called "The Science of Unitary Human Beings," proposed by Rogers (1970, 1986, 1989, 1990). According to Rogers, "energy fields are postulated to constitute the fundamental unit of the living and nonliving." The field is "a unifying concept and energy signifies the dynamic nature of the field. Energy fields are infinite and paradimensional; they are in continuous motion" (Rogers 1990, 30).

The exact nature of the bioenergetic field is not specified, even as a speculative hypothesis, in Rogers or the other literature on holistic healing. On the one hand, the biofield seems to be identified with the classical electromagnetic field; on the other it is confused with quantum fields or wave functions. For example, Stefanatos (1997, 227) writes: "The principles of energy medicine originate in quantum physics. Bioenergetic medicine is the study of human and animal bodies as dynamic electromagnetic fields existing in an electromagnetic environment."





AURAS AND DISCHARGES
Perhaps the most specific model for the bioenergetic field is some special form of electromagnetism. Advocates claim that measurable electromagnetic waves are emitted by humans."
In the Journal of Advanced Nursing, Patterson relates "spiritual healing" to the belief that "we are all part of the natural harmonious energy of the universe." Within this universal energy field is a human energy field "that is intimately involved with human life, often called the 'aura'" (Patterson 1998, 291).

Some self-desribed psychics claim that they can "see" a human aura. The claim has not been substantiated (Loftin 1990). Indeed, humans have auras that can be photographed with infrared-sensitive film. However, this can be trivially identified as "black body" electromagnetic radiation. Everyday objects that reflect very little light will appear black. These bodies emit invisible infrared light that is the statistical result of the random thermal movements of all the charged particles in the body. The wavelength spectrum has a characteristic smooth shape completely specified by the body's absolute temperature. As that temperature rises, the spectrum moves into the visible. The sun, for example, radiates largely as a "black body" of temperature 6,000 K, with a broad peak at the center of the visible spectrum in the yellow. At their much lower body temperatures, humans radiate mostly in the infrared region of the spectrum that is invisible to the naked eye but easily seen with infrared detection equipment.

The inability of the wave theory of light to explain the black body spectrum led, in 1900, to Planck's conjecture that light comes in bundles of energy called "quanta,"thus triggering the quantum revolution. These quanta are now recognized as material photons. It is somewhat ironic that holists find such comfort in quantum mechanics, which replaced etherial waves with material particles." Surely black body radiation is not a candidate for the bioenergetic field, for then even the cosmic microwave background, 2.7K radiation left over from the big bang, would be "alive." Black body radiation lacks any of the complexity we associate with life. It is as featureless as it can be and still be consistent with the laws of physics. Any fanciful shapes seen in photographed auras emanating from humans can be attributed to optical and photographic effects, uncorrelated with any property of the body that one might identify as "live" rather than "dead," and the tendency for people to see patterns where none exist.

Stefanatos (1997, 228) tells us that the "electromagnetic fields (EMF) emanating from bacteria, viruses, and toxic substances affect the cells of the body and weaken its constitution." So the vital force is identified quite explicitly with electromagnetic fields and said to be the cause of disease. But somehow the life energies of the body are balanced by bioenergetic therapies. "No antibiotic or drug, no matter how powerful, will save an animal if the vital force of healing is suppressed or lacking" (Stefanatos 1997, 229). So health or sickness is determined by who wins the battle between good and bad electromagnetic waves in the body.

Now it would seem that all these effects of electromagnetic fields in living things would be easily detectable, given the great precision with which electromagnetic phenomena can be measured in the laboratory. Physics can measure the magnetic dipole moment of the electron (a measure of the strength of the electron's magnetic field) to one part in ten billion, and calculate it with the same accuracy. It surely should be able to detect

#How about: Physicists have measured the magnetic dipole moment of the electron (a measure of the strength of the electron's magnetic field) to one part in ten billion, and calculated it with the same accuracy. They surely should be able to detect...#

any electromagnetic effects in the body powerful enough to move atoms around or do whatever happens in causing or curing disease. But either physics nor any other science has seen anything that demands we go beyond well established physical theories. No elementary particle or field has been found that is uniquely biological. None is even hinted at in our most powerful detectors.

Besides the infrared black body radiation already mentioned, electromagnetic waves at other frequencies are detected from the brain and other organs. As mentioned, these are often claimed as "evidence" for the bioenergetic field. In conventional medicine, they provide powerful diagnostic information. But these electromagnetic waves show no special characteristics that differentiate them from the electromagnetic waves produced by moving charges in any electronic system. Indeed, they can be simulated with a computer. No marker has been found that uniquely labels the waves from organisms "live" rather than "dead."

Kirlian Photography is often cited as evidence for the existence of fields unique to living things. For example, Patterson (1998) claims that the "seven or more layers within an aura, each with its own colour," have been recorded using Kirlian photography.

Semyon Davidovich Kirlian was an Armenian electrician who discovered in 1937 that photographs of live objects placed in a pulsed high electromagnetic will show remarkable surrounding" aura." In the typical Kirlian experiment, a object, such as a freshly-cut leaf, is placed on a piece of photographic film that is electrically isolated from a flat aluminum electrode with a piece of dielectric material. A pulsed high voltage is then applied between another electrode placed in contact with the object and the aluminum electrode. The film is then developed.

The resulting photographs indicate dynamic, changing patterns, with multicolored sparks, twinkles, and flares (Ostrander 1970, Moss 1974). Dead objects do not have such lively patterns! In the case of a leaf, the pattern is seen to gradually go away as the leaf dies, emitting cries of agony during its death throes. Ostrander and Schroeder described what Kirlian and his wife observed: "As they watched, the leaf seemed to be dying before their very eyes, and the death was reflected in the picture of the energy impulses." The Kirlians reported that "We appeared to be seeing the very life activity of the leaf itself" (Ostrander 1970, 200).

As has been amply demonstrated, the Kirlian aura is nothing but corona discharge, reported as far back as 1777 and completely understood in terms of well-known physics. Controlled experiments have demonstrated that claimed effects, such as the cries of agony of a dying leaf, are sensitively dependent on the amount of moisture present. As the leaf dies, it dries out, lowering its electrical conductivity. The same effect can been seen with a long dead but initially wet piece of wood (Pehek 1976; Singer 1981; Watkins 1988, 1989).

Once again, like the infrared aura, we have a well known electromagnetic phenomenon being paraded in front of innocent lay people, unfamiliar with basic physics, as "evidence" for a living force. It is nothing of the sort. Proponents of alternative medicine would have
far fewer critics among conventional scientists if they did not resort to this kind of dishonesty and foolishness. (For more discussion of Kirlian photography, see Stenger 1990, 237-241).


Ultima modifica di Admin il Mar 6 Ott 2009 - 13:20, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Bioenergetic Fields - INGLESE ITALIANO   Mar 29 Set 2009 - 11:15

QUANTUM HEALING
"Quantum" is the magic incantation that appears in virtually everything written on alternative medicine. It seems to be uttered in order to make all the inconsistencies, incoherences, and incompatibilities of the proposed scheme disappear in a puff of smoke. Since quantum mechanics is weird, anything weird must be quantum mechanics.
Quantum mechanics is claimed as support for mind-over-matter solutions to health problems. The way the observer is entangled with the object being observed in quantum mechanics is taken to infer that human consciousness actually controls reality. As a consequence, we can all think ourselves into health and, indeed, immortality - if we only buy this book (Chopra 1989. 1993). As I showed in a previous issue of this journal, "quantum healing" is based on a particularly misleading interpretation of quantum mechanics (Stenger 1997). Other interpretations exist that do not require any mystical ingredients (see also Stenger 1995).

"Einstein" is a name found frequently in the literature on bioenergetic fields. Stephantos (1997, 228) says: "Based on Einstein's theories of quantum physics, these energetic concepts are being integrated into medicine for a comprehensive approach to disease diagnosis, prevention, and treatment."

Einstein's theories of quantum physics? What theories are these? While Einstein contributed mightily to the development of quantum mechanics, especially with his photon theory, modern quantum mechanics is the progeny of a large group of early century physicists. Planck, Bohr, de Broglie, Heisenberg, Schrödinger, Pauli, Born, Jordan, and Dirac each made contributions to quantum mechanics at least as important as Einstein's. Einstein's immortality rests securely enough on his two theories of relativity.

Referring to well known authorities such as Fritjof Capra and Ken Wilber, Stefanatos (1997, 227) tells how "Einstein's quantum model replaced the Newtonian mechanistic model of humankind and the universe." Thus holistic healing is associated with the rejection of classical, Newtonian physics. Yet, holistic healing retains many ideas from eighteenth and nineteenth century physics. Its proponents are blissfully unaware that these ideas, especially superluminal holism, have been rejected by modern physics as well.

Never mind that Einstein was not the inventor of quantum mechanics and objected strongly to its anti-Newtonian character, saying famously, "God does not play dice." Never mind that electromagnetic fields were around well before quantum physics and it was Einstein himself who proposed that they are composed of reductionist particles. And never mind that Einstein did away with the aether, the medium that nineteenth century physicists thought was doing the waving in an electromagnetic wave, and a few others thought might also be doing the waving for "psychic waves." The bioenergetic field described in holistic literature seems to be confused with the aether. Or, perhaps no confusion is implied. They each share at least one common feature - nonexistence.

As the nineteenth century drew to a close, experiments by Michelson and Morley had failed to find evidence for the aether. This laid the foundation for Einstein's theory of relativity and his photon theory of light, both published in 1905. Electromagnetic radiation is now understood to be a fully material phenomenon. Photons have both inertial and gravitational mass (even though they have zero rest mass) and exhibit all the characteristics of material bodies. Electromagnetism is as material as breath, and an equally incredible candidate for the vital field.

Much as we might wish otherwise, the fact remains that no unique living force has ever been conclusively demonstrated to exist in scientific experiments. Of course, evidence for a life force might someday be found, but this is not what is claimed in the literature that promotes much of alternative medicine. There you will see the strong assertion that
current scientific evidence exists for some entity beyond conventional matter, and that this claim is supported by modern physical theory - especially quantum mechanics. Furthermore, the evidence is not to be found in the data from our most powerful telescopes or particle accelerators, probing beyond existing frontiers. Rather, it resides in vague, imprecise, anecdotal claims of the alleged curative powers of traditional folk remedies and other nostrums. These claims simply do not follow from any reasonable application of scientific criteria.

The bioenergetic field plays no role in the theory or practice of biology or scientific medicine. Vitalism and bioenergetic fields remain hypotheses not required by the data, to be rejected by Occam's razor until the data demand otherwise.




THE SIGNIFICANCE LEVEL OF MEDICAL STUDIES
In my field of particle physics, reputable journals such as Physical Review Letters will not publish any claim of a new phenomenon, such as evidence for the top quark or the mass of the neutrino, unless the data have a "significance level" of 10-4 or less. This means that if the same experiment were repeated 10,000 times, the reported effect would have been produced artifactually, as a statistical fluctuation or systematic error, no more than once on average.
In medicine, and related fields such as psychology and pharmacology, and in the social sciences as well, the significance level for publication in the best journals is typically five percent. That is, the experiment need only be repeated twenty times, on average, to have the reported effect not be real but to result from an artifact of the experiment. This means that every twentieth paper you read could be a fluke, although many, of course, exceed the significance threshold and so the fraction of reliable results is probably, thankfully, much greater.

This very loose criterion in the human sciences is justified by the very reasonable argument that any new result should be put to use as soon as possible in case it may save lives. Indeed, medical researchers are placed under pressures, unheard of in the rest of science, to make their results available well before they can be confirmed by criteria and procedures that are quite conventional in other disciplines. Also, in many cases this is perhaps the best that can be done, given the greater complexity of the human body or human social systems compared to the typical systems studied in physics. Still, it might do well for the human disciplines to tighten up a bit. They will avoid much confusion, and very likely make better progress, as fewer researchers waste time and money following blind alleys that are suggested by research already "published in peer-reviewed journals."

We might ask: What criterion should be applied to those studies that claim to show some therapy works, when that therapy violates well established scientific principles, such as the conventional laws of physics? For example, should we publish an experiment that indicates Therapeutic Touch works where the significance level is five percent? I argue that we should not. Given the difficulty of accurately estimating errors in any human experiment, any such claims are far more likely to be wrong than one in twenty. One in one are more likely to be wrong.

I am not advocating censorship - just tighter standards to apply for any extraordinary claim, in physics and medicine. When the significance level for bioenergetic fields reaches 0.01 percent, that is, one in ten thousand chances for an artifact, then publish away and watch physicists scramble for an alternative to their conventional theories of matter.

If bioenergetic fields exist, then some two hundred years of physics, chemistry, and biology has to be re-evaluated. I would insist that any experiment claiming their existence be forced to obey the same criteria that particle physicists and other forefront researchers must obey, a significance level of one part in ten thousand rather than one part in twenty. It is one thing to publish a low significance result that does not violate known principles; it is another to publish one that forces science to undergo a paradigm-shift and redirect the limited resources of research to areas that are extremely unlikely to produce any pay-off.

Much of alternative medicine is based on claims that violate well established scientific principles. Those that require the existence of a bioenergetic field, whether therapeutic touch or acupuncture, should be asked to meet the same criteria as anyone else who claims a phenomenon whose existence goes beyond established science. They have an enormous burden of proof, and it is time that society laid it on their thin shoulders.




ACKNOWLEDGMENTS

The author is grateful for very helpful comments from Benedict Adamson, Dr. Stephen Barrett, Paul Bernhardt, Keith Douglas, Robert G. Grimes, Jim Humphreys, Peter Huston, and Dr. David Ramey.


REFERENCES

Ball, Thomas S. and Dean D. Alexander 1998. "Catching Up with Eighteenth Century Science in the Evaluation of Therapeutic Touch." Skeptical Inquirer 22(4), 31-34.
Bergson, H. 1911. Creative Evolution. New York: Macmillan.

Brennen, B. A. 1988. Hands of Light: A Guide to Healing Through the Human Energy Field. New York: Bantam New Age Books.

Driesch, H. 1914. History and Theory of Vitalism. New York. Macmillan.

Huston, Peter 1995. Skeptical Inquirer 19(5), 38-42, 58.

Loftin, Robert W. 1990. "Auras: Searching for the Light." Skeptical Inquirer 14(4), 403-409.

Moss, Thelma 1974. The Probability of the Impossible. Los Angeles: Tarcher.

Meehan, T. C. 1985. "The Effect of Therapeutic Touch on the Experiences of Acute Pain in Postoperative Patients." Unpublished doctoral dissertation, New York University.

Ostrander, S. and L. Schroeder 1970. Psychic Discoveries Beyond the Iron Curtain. Englewood Cliffs, N.J.: Prentice-Hall.

Patterson, Elissa 1998. "The Philosophy and Physics of Holistic Health Care: Spiritual Healing as a Workable Interpretation." Journal of Advanced Nursing 27, 287-293.

Pehek, John O., Hay J. Kyler, and David L. Faust 1976. "Image Modulation in Corona Discharge Photography." Science 194, 263-270.

Pryjmachuk, Steven, Dsnal P. O'Mathzna, Wayne Spencer. Michael Stanwick, Stephan Matthiesen 1998. "Therapeutic Touch: Misusing Science to Justify Non Science." Submitted to ?

Rogers, M. 1970. The Theoretical Basis for Nursing. Philadelphia: F.A. Davies.

Rogers, M. 1986. "Science of Unitary Human Beings." In V. M. Malinski (ed.) Explorations of Martha Rogers' Science of Unitary Human Beings. Norwark: Appleton-Century-Crofts.

Rogers, M. 1989. "Nursing: A Science of Unitary Human Beings." In J.P. Riehl-Sisca (ed.) Conceptual Models for Nursing Practice. 3rd edition. Norwark: Appleton & Lange.

Rogers, M. 1990. "Nursing: Science of Unitary, Irreducible, Human Beings: Update 1990." In E.A.M Barrett (ed.) Visions of Rogers' Science-Based Nursing. New York: National League for Nursing.

Rogers, M. 1992. "Nursing Science and the Space Age." Nursing Science Quarterly 5(1), 27-34.

Rosa, Linda A. 1994. "Therapeutic Touch." Skeptic 3(1),40-49.

Rosa, L., E. Rosa, L. Sarner, and S. Barrett 1998. "A Close Look at Therapeutic Touch." Journal of the American Medical Association 279, 1005-1010.

Schieber, Bela 1997. "Therapeutic Touch: Evaluating the 'Growing Body of Evidence' Claim." The Scientific Review of Alternative Medicine 1(1), 13-15.

Singer, Barry 1981. "Kirlian Photography." In George O. Abell and Barry Singer (eds.) Science and the Paranormal. New York: Scribners.

Stefanatos, Joanne 1997. "Introduction to Bioenergetic Medicine." Chapter 16 of Allen M. Schoen and Susan G. Wynn (eds.) Complementary and Alternative Veterinary Medicine: Principles and Practice. Mosby-Year Book.

Stenger, Victor J. 1990. Physics and Psychics: The Search for a World Beyond the Senses. Buffalo NY: Prometheus Books.

Stenger, Victor J. 1995. The Unconscious Quantum: Metaphysics in Modern Physics and Cosmology. Buffalo NY: Prometheus Books.

Stenger, Victor J. 1997a. "Quantum Quackery." Skeptical Inquirer 21(1),37-40.

Stenger, Victor 1997b. "Quantum Mysticism." The Scientific Review of Alternative Medicine 1(1), 26-30.

Ulett, George 1997. "Therapeutic Touch: Tracing Back to Mesmer." The Scientific Review of Alternative Medicine 1(1), 16-18.

Watkins, Arleen J. and William S. Bickel 1986. "A Study of the Kirlian Effect." Skeptical Inquirer 10(3),244-257; "The Kirlian Technique: Controlling the Wild Cards." Skeptical Inquirer 13(2), 172-184.

Wheeler, L. Richard 1930. Vitalism: Its History and Validity. London: Witherby.
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Bioenergetic Fields - INGLESE ITALIANO   Mar 6 Ott 2009 - 13:10

:-) traduzione per meta da google translator e per metà messa in ordine...perdonate se a tratti sembra uno sproloquio appena avrò tempo cercherò di mettere in ordine le parti non chiare.

Buona lettura



Campi Bioenergetici

Victor J. Stenger
Dipartimento di Fisica e Astronomia
2505 Correa Rd.
University of Hawaii at Manoa
Honolulu, HI 96822
Progetto del 25 marzo 1999 7:31
Pubblicato sulla rivista scientifica di Medicina Alternativa, vol. 3, No. 1, Spring / Summer 1999.


Gran parte della medicina alternativa si basa sul vitalismo, l'idea che gli organismi viventi possiedono una certa qualità unica, uno slancio vitale, che dà loro quella qualità speciale che chiamiamo vita. La credenza nell'esistenza di una forza viva è antica ed è ancora molto diffusa fino ad oggi. Chiamato prana dagli Indù, qi o chi per i cinesi, ki dai giapponesi, e 95 altri
nomi in 95 altre culture (Brennen 1988), questa sostanza si dice che costituisca la fonte della vita che è così spesso associata con l'anima, lo spirito e la mente. Wheeler (1939) ha esaminato la storia del vitalismo in Occidente e ha sostenuto che"tutte le varie dottrine che, dai tempi di Aristotele, hanno descritto le cose come azionate da una forza o principio aggiuntivi per la meccanica e la chimica". Le moderne teorie del vitalismo comprendono quelli di Driesch (1914) e Bergson (1919).

Nei tempi antichi, la forza vitale è stato ampiamente identificata con il respiro, che gli Ebrei chiamato ruach, la psiche greca o pneuma (il respiro degli dei), e il spiritus Romani. Come il respiro è stato gradualmente riconosciuto come una sostanza materiale, parole come "psichica" e "spirito" si è evoluta di sottoporre alla immateriale assunto e medie forse soprannaturale con la quale gli organismi guadagnare la qualità della vita e della coscienza. L'idea che la materia da sola può fare il lavoro non è mai un buon successo.

Chi o qi resta il concetto primario nella medicina tradizionale cinese, ancora largamente praticata in Cina e che sta vivendo una recrudescenza di interesse in Occidente. Chi è una forza viva: si dice che il flusso ritmico attraversi i cosiddetti "meridiani" del corpo. I metodi di agopuntura e digitopressione sono utilizzati per stimolare la circolazione a ACU speciale punti lungo i meridiani, anche se la loro posizione non è mai stata costantemente identificata. La forza di chi non si limita al corpo, ma si ritiene che sia in flusso in tutto l'ambiente (Huston, 1995). Quando si costruisce una casa, molti credenti si basano su un maestro di feng shui per decidere su un orientamento che è perfettamente in linea con questo flusso.

Come la scienza moderna ha sviluppato in Occidente e la natura della materia è stato scoperta a poco a poco, alcuni scienziati hanno cercato le prove scientifiche per la natura della forza viva. Dopo Newton che aveva pubblicato le sue leggi della meccanica, ottica, e la gravità, (alcuni scienziati e pensatori)ha trascorso molti anni cercando la fonte della vita in esperimenti alchemici. Questa ricerca non è irrazionale, tenuto conto della conoscenza al giorno d’oggi. La fisica newtoniana non ha fornito alcuna base per la complessità che è necessario per qualsiasi teoria puramente materiale della vita o della mente. Ciò richiederebbe la fisica quantistica. Inoltre, la gravità di Newton aveva una qualità occulta su di essa, con la sua azione invisibile a distanza. La gravità sembrava essere trasmessa attraverso lo spazio, con un intervento non evidente. Forse le forze della vita e del pensiero avevano proprietà immateriali simili. Ancora, Newton e altri che hanno seguito il percorso stesso non è sono riuscito a scoprire un segnale di una speciale sostanza dello spirito o la vita.

Nel XVIII secolo, Anton Mesmer ha immaginato che il magnetismo è la forza universale di vita e di pazienti trattati per una vasta gamma di mali con magneti, una terapia ancora promossa oggi. Egli credeva che una forza denominata "magnetismo animale" risiedeva nel corpo umano e potrebbe essere indirizzata verso altri organi. Mesmer riferiva che i pazienti presentavano reazioni violente quando Mesmer dirigeva le sue energie verso di loro puntando il dito, fino a quando il flusso di "corrente nervosa" sarebbe riequilibrata con le energie del paziente (Ball 1998). Oggi, "mesmerismo" è stata associato con l'ipnosi e scollegato dal magnetismo animale o altre nozioni di una forza viva, ma le idee di Mesmer sono sopravvissute in varie moderna teorie "olistiche" che contraddicono la scienza.

Nel tardo diciannovesimo secolo, eminenti scienziati, tra cui William Crookes, Oliver Lodge hanno cercato le prove scientifiche per quello che chiamavano la "forza psichica" che hanno creduto fosse responsabile per i poteri misteriosi della mente di essere esposti dal medium e venditori ambulanti spiritualista della giornata. Hanno pensato che potrebbe essere collegato con l’elettromagnetico delle "onde" o dell’etere ", che era appena stato scoperto e sono stati oggetto di utilizzi stupefacente. Se la telegrafia senza fili è stata possibile, perché non la telepatia wireless? Questa era una domanda ragionevole al momento. Tuttavia, mentre la telegrafia senza fili prosperava, telepatia wireless non ha compiuto progressi nel secolo pieno di esperimenti infondati in "parapsicologia" che seguirono (Stenger, 1990).

La medicina convenzionale segue la biologia convenzionale, la chimica convenzionale, e la fisica convenzionale nel trattamento del corpo materiale - un complesso sistema non lineare assemblato da gli stessi atomi e le molecole che costituiscono (presumibilmente) di oggetti non viventi come i computer e automobili. I medici sono in un certo senso la meccanica glorificata, che ripara le parti rotte della macchina umana. Infatti, ogni soggiorno in ospedale, rafforza questa immagine, come si sono collegati ai dispositivi che misura la pressione arteriosa, temperatura, saturazione di ossigeno, e molti altri parametri fisici. Si sono quasi sempre trattati con farmaci che hanno lo scopo di alterare la chimica del vostro corpo.

Non sorprende, quindi, che gli operatori alternativi trovano molti ascoltatori desiderosi quando annunciano che vanno al di là del materialismo e del meccanismo, per curare la parte veramente importante del sistema umano - la sostanza vitale della vita stessa. Sensibilità religiosa popolare e le immagini di autostima sono fortemente addolciti quando si dice che sono molto più che un insieme di atomi - che possiedono un campo di vita che è legata a Dio e cosmo. Inoltre, la disperatamente cattiva volontà del tutto naturale cercare la speranza ovunque si può trovare. Quindi esiste un mercato pronto per i terapeuti che affermano di poter riuscire là dove la scienza medica non riesce.

Devo almeno menzionare la pubblicazione altamente celebrata di recente in una rivista medica tra le più importanti delle prove del contatto terapeutico effettuato dal studentessa Emily Rosa (Rosa 1998). In questo semplice esperimento, i medici TT sono stati in grado di rilevare in Emily "campo energetico". Sembra che non è solo questo campo, in modo trasparente, che nessuno può vedere, la teoria che sta dietro è così trasparente che anche un bambino può vedere attraverso di essa.



TEORIA Biocampo UNIFICATO

La forza vitale è spesso ipotizzata in questi anni, come il campo bioenergetico. Il Terapeuting Touch, l’agopuntura, chiropratici, operatori alternativi e molti altri ci dicono che possono influenzare la cura di molti mali "manipolando" questo campo, rendendo in tal modo "il corpo di energie vive" in equilibrio.
L'uso di "bioenergetica" in questo contesto è un pò 'ambigua. Questo termine viene applicato in biochimica convenzionale per riferirsi agli scambi facilmente misurabili di energia all'interno degli organismi, e tra questi e il loro ambiente, che si verificano da normali processi fisici e chimici. Questo non è, però, che il nuovo vitalisti hanno in mente. Essi immaginano il campo bioenergetico come una forza viva olistico che va al di là della fisica e della chimica riduzionista.

Con il termine "olistico", qui, non mi riferisco alle omelie banali come la necessità di curare il paziente nel suo complesso e riconoscere che molti fattori, come ad esempio quello psicologico, emotivo e sociale, contribuire al benessere con il corpo fisico . Mentre questa è spesso l'esempio utilizzato da coloro che affermano di praticare la medicina olistica, che implica qualcosa di molto di più al lavoro nei loro trattamenti. Trattare tutta la persona, non in contraddizione con uno dei principi riduzionista. Né il fatto che le parti di un sistema fisico interagiscono l'uno con l'altro. Riduzionismo non si tratta di un universo di oggetti isolati. L'olismo che va oltre il riduzionismo e implica un universo di oggetti che interagiscono contemporaneamente, e con tanta forza che nessuno di loro potrà mai essere trattato separatamente. Questo concetto entra nella discussione dei campi bioenergetici, dove il campo è immaginato come un etere cosmico che pervade l'universo e agisce istantaneamente, più veloce della velocità della luce, su tutto lo spazio.

Il tocco terapeutico, e altre forme di "guarigione olistica" sono ora largamente praticate all'interno della comunità infermieristica (Rosa 1994, Schieber 1997, Ulett 1997, Rosa 1998, Pryjmachuk 1998). Queste sembrano essere basati su un sistema teorico chiamata "The Science of Unitario di esseri umani", proposta da Rogers (1970, 1986, 1989, 1990). Secondo Rogers, "campi di energia sono postulati a costituire l'unità fondamentale del vivente e non vivente." Il campo è "un concetto unificante di energia e indica la natura dinamica del settore. Campi di energia sono infinite e paradimensionale, sono in continuo movimento" (Rogers, 1990, 30).

L'esatta natura del campo bioenergetico non è specificato, anche come ipotesi speculativa, in Rogers o l'altra letteratura sulla guarigione olistica. Da un lato, la teoria del Biocampo sembra essere identificata con il campo elettromagnetico classico, dall'altro si è confuso con campi quantistici o funzioni d'onda. Ad esempio, Stefanatos (1997, 227) scrive: "I principi della medicina energetica sono originari di fisica quantistica. La medicina bioenergetica è lo studio del corpo umano e animale, come dinamica campi elettromagnetici esistenti in un ambiente elettromagnetico".





Aure e gli scarichi

Forse il modello più specifico per il campo bioenergetico è una forma particolare di elettromagnetismo. I sostenitori affermano che le onde elettromagnetiche sono emesse dagli esseri umani. "
Nel Journal of Advanced Nursing, Patterson riferisce "guarigione spirituale" per la convinzione che "siamo tutti parte di energia naturale armonia dell'universo". All'interno di questo campo di energia universale vi è un campo energetico umano "che è intimamente coinvolto con la vita umana, spesso chiamato l'aura'" (Patterson 1998, 291).

Alcuni sensitivi affermano di poter "vedere" l’aura umana. L'affermazione non è stata documentata (Loftin 1990). Infatti, gli esseri umani hanno un'aura che può essere fotografata con pellicola a raggi infrarossi-sensibili. Tuttavia, questo può essere banalmente identificato come "corpo nero" radiazioni elettromagnetiche. Oggetti di uso quotidiano che riflettono la poca luce apparirà nera. Tali organismi emettono luce infrarossa invisibile che è il risultato statistico dei movimenti casuali termiche di tutte le particelle cariche nel corpo. Lo spettro di lunghezza d'onda ha una caratteristica forma liscia completamente definita dalla temperatura assoluta del corpo. Poiché tale temperatura aumenta, si sposta lo spettro in visibile. Il sole, per esempio, si irradia in gran parte come un "corpo nero" della temperatura di 6.000 K, con una punta massima al centro dello spettro visibile nel giallo. Alla loro temperatura corporea molto bassa, gli esseri umani si irradiano in gran parte nella regione infrarossa dello spettro che è invisibile a occhio nudo, ma facilmente con le apparecchiature di rilevamento a raggi infrarossi.

L'incapacità della teoria ondulatoria della luce per spiegare lo spettro di corpo nero ha portato, nel 1900, alla congettura di Planck, secondo cui la luce si manifesta in fasci di energia chiamata "quanti", innescando così la rivoluzione quantistica. Questi quanti sono oggi riconosciuti come i fotoni materiali. E 'un po' ironico che gli “olisti” trovino conforto nella meccanica quantistica, che ha sostituito le onde etereo con particelle di materiale. "Sicuramente le radiazioni del corpo nero non sono candidate per il campo bioenergetico, per poi anche la radiazione cosmica di fondo, 2.7K radiazioni lasciati dal Big Bang, potrebbe essere "vivo". radiazione di corpo nero è priva di


Ultima modifica di Admin il Mar 6 Ott 2009 - 13:19, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Bioenergetic Fields - INGLESE ITALIANO   Mar 6 Ott 2009 - 13:11

qualsiasi della complessità si associano con la vita. E 'come piatte come può essere, e comunque in linea con le leggi della fisica. eventuali forme fantasiose visto in aure fotografato provenienti da esseri umani può essere attribuita agli effetti ottici e fotografici, non correlate con i beni del corpo che si potrebbe identificare come "live" piuttosto che "morto", e la tendenza per le persone per vedere i modelli laddove ancora non esistono.

Stefanatos (1997, 228) ci dice che i campi "elettromagnetici (CEM) provenienti da batteri, virus e sostanze tossiche influenzano le cellule del corpo e indeboliscono la sua costituzione". Così la forza vitale è identificato in modo esplicito, con i campi elettromagnetici e ha detto di essere la causa della malattia. Ma in qualche modo le energie vitali del corpo sono compensate da altre terapie bioenergetiche. "No agli antibiotici o di droghe, non importa quanto potente, si salva un animale, se la forza vitale di guarigione viene soppressa o manca" (Stefanatos 1997, 229). Così la salute o la malattia è determinata da chi vince la battaglia tra il bene e il male le onde elettromagnetiche nel corpo.

Ora sembra che tutti questi effetti dei campi elettromagnetici delle cose viventi sarebbero facilmente individuabili, data la grande precisione con cui i fenomeni elettromagnetici possono essere misurati in laboratorio. La fisica può misurare il momento di dipolo magnetico dell'elettrone (una misura della forza del campo magnetico dell'elettrone) di una parte su dieci miliardi, e calcolare con la stessa precisione. E 'sicuramente dovrebbe essere in grado di rilevare

I fisici hanno misurato il momento di dipolo magnetico dell'elettrone (una misura della forza del campo magnetico dell'elettrone) di una parte su dieci miliardi, e calcolata con la stessa precisione. Hanno sicuramente dovrebbe essere in grado di rilevare ... #

eventuali effetti elettromagnetici nel corpo abbastanza potente per spostare gli atomi intorno o fare qualunque cosa accada nel causare o curare la malattia. Ma né la fisica, né qualsiasi altra scienza ha visto qualcosa che richiede di andare al di là di ben affermate teorie fisiche. Nessuna particella elementare o di un campo è stato trovato che sia unicamente biologico. Nessuno è mai stato osservato nei nostri rivelatori più potente.

Oltre alla radiazione infrarossa del corpo nero già accennato, le onde elettromagnetiche a frequenze di altri vengono rilevati dal cervello e ad altri organi. Come già accennato, questi sono spesso stati usati come "prova" per il campo bioenergetico. In medicina convenzionale, essi forniscono informazioni di diagnostica potente. Ma queste onde elettromagnetiche non mostrano particolari caratteristiche che li differenziano dalle onde elettromagnetiche prodotte da cariche in movimento, in ogni sistema elettronico. In effetti, questi possono essere simulati con un computer. N. marcatori è stato rilevato che le etichette in modo univoco le onde a partire da organismi "dal vivo" piuttosto che "morto".

Le fotografie Kirlian sono spesso citate come prova per l'esistenza di campi unici per gli esseri viventi. Ad esempio, Patterson (1998) sostiene che i livelli del "sette o più all'interno di un aura, ciascuno con un proprio colore," sono stati registrati usando la fotografia Kirlian.

Semyon Davidovich Kirlian era un elettricista armena che ha scoperto nel 1937 che le fotografie di oggetti vivi immessi in un elettromagnetici pulsati ad alta mostrerà notevole circostanti "aura". Nel tipico esperimento Kirlian, un oggetto, come una foglia appena tagliata, si trova su un pezzo di pellicola fotografica, che è isolato elettricamente da un elettrodo in alluminio piatto con un pezzo di materiale dielettrico. Un impulso ad alta tensione viene poi applicato tra un altro elettrodo messo in contatto con l'oggetto e l' elettrodo di alluminio. Il film della foto è poi sviluppato.

Le fotografie risultanti indicano dinamiche e modelli in continua evoluzione, con scintille multicolori, scintilla, e sprazzi (Ostrander 1970, Moss 1974). Oggetti morti non hanno tali modelli vivaci! Nel caso di una foglia, i colori vanno via a poco a poco che la foglia muore, emettendo grida di agonia durante la sua morte. Ostrander e Schroeder ha descritto quello che Kirlian e sua moglie ha osservato: "Come si osservava, la foglia sembrava morire davanti ai loro occhi, e la morte si è riflessa nel quadro degli impulsi di energia". Il Kirlians ha riferito che "Ci sembrava vedere l'attività stessa vita della stessa foglia" (Ostrander 1970, 200).

Come è stato ampiamente dimostrato, l'aura Kirlian non è altro che effetto corona, segnalato fin dal 1777 e completamente compreso in termini di fisica ben nota. Esperimenti controllati hanno dimostrato che ha sostenuto gli effetti, come il grido di agonia di una foglia di morire, sono sensibilmente dipendenti dalla quantità di umidità presente. Come la foglia muore, si secca, abbassando la sua conduttività elettrica. Lo stesso effetto si è visto con un pezzo di legno morto da tempo, ma inizialmente bagnato (Pehek 1976; Singer 1981; Watkins 1988, 1989).

Ancora una volta, come l'aura infrarossi, abbiamo il fenomeno ben noto dello sfilacciamento dei filamenti elettromagnetici davanti innocenti laici, come "prova" per una forza viva. Non è nulla del genere. I sostenitori della medicina alternativa sarebbe molto meno critici tra gli scienziati convenzionali se non ricorreressero a questo tipo di disonestà e stupidità. (Per una discussione più della fotografia Kirlian, vedere Stenger 1990, 237-241).







QUANTUM GUARIGIONE


"Quantum" è l'incantesimo magico che appare in quasi tutte le cose scritte sulla medicina alternativa. Sembra essere pronunciata in modo da far sparire in una nuvola di fumo tutte le contraddizioni, incoerenze e le incompatibilità col metodo scintifico.

La meccanica quantistica è ritenuta come il supporto per la ricerca di soluzioni riguardo a problemi di salute. Il modo in cui l'osservatore è impigliato con l'oggetto viene osservato in meccanica quantistica è tenuto a dedurre che la coscienza umana controlli effettivamente la realtà. Di conseguenza, tutti possiamo pensare noi stessi in salute e, anzi, l'immortalità - se solo comprare questo libro (Chopra 1989. 1993). Come ho dimostrato in un precedente numero di questa rivista, "guarigione quantistica" si basa su una interpretazione fuorviante in particolare della meccanica quantistica (Stenger 1997). Esistono altre interpretazioni che non richiedono alcun ingrediente mistico (cfr. anche Stenger, 1995).

"Einstein" è un nome trovato spesso nella letteratura sui campi bioenergetici. Stephantos (1997, 228) dice: "Sulla base delle teorie di Einstein della fisica quantistica, questi concetti energetici vengono integrati nella medicina per un approccio globale per la diagnosi delle malattie, prevenzione e trattamento".

Le teorie di Einstein della fisica quantistica? Quali sono queste teorie? Mentre Einstein ha contribuito potentemente allo sviluppo della meccanica quantistica, in particolare con la sua teoria del fotone, la meccanica quantistica moderna è la progenie di un grande gruppo di fisici secolo. Planck, Bohr, de Broglie, Heisenberg, Schrödinger, Pauli, Born, Jordan e Dirac ogni dato contributi alla meccanica quantistica, almeno altrettanto importante di Einstein.

Riferendosi alle autorità noto come Fritjof Capra e Ken Wilber, Stefanatos (1997, 227) racconta come "Il modello di Einstein quantum sostituisce il modello meccanicistico newtoniano del genere umano e dell'universo." Così la guarigione olistica è associata con il rifiuto della classica, fisica newtoniana. Eppure, la guarigione olistica conserva molte idee, dalla fisica del Settecento e dell'Ottocento. I suoi sostenitori sono beatamente ignari che queste idee, olismo superluminale particolare, sono stati respinti dalla fisica moderna.

Non importa che Einstein non è stato l'inventore della meccanica quantistica e si oppose con forza al suo carattere anti-newtoniana, dicendo ad esempio il famoso, "Dio non gioca a dadi". Non importa che i campi elettromagnetici sono stati di circa ben prima della fisica quantica e fu lo stesso Einstein, che ha proposto che esse sono composte da particelle riduzionista. E non importa che Einstein ha eliminato con l'etere, il mezzo che i fisici del XIX secolo il pensiero di fare la agitando in un'onda elettromagnetica, e qualche altro pensiero potrebbe anche fare la deroga per la "onde psichiche". Il campo bioenergetico olistico descritto in letteratura sembra essere confuso con l'etere. O forse nessuna confusione è implicita. Ciascuna di esse parte almeno da una caratteristica in comune - non esistenza.

Come il secolo XIX volgeva al termine, gli esperimenti di Michelson e Morley non era riuscita a trovare le prove per l'etere. Questo ha gettato le basi per la teoria della relatività di Einstein e la sua teoria dei fotoni della luce, entrambi pubblicati nel 1905. La radiazione elettromagnetica è ormai capito di essere un fenomeno completamente materiale. Fotoni hanno una massa inerziale e gravitazionale, sia (anche se sono zero massa a riposo) e mostra tutte le caratteristiche dei corpi materiali. Elettromagnetismo è come materiale come il respiro, e un candidato altrettanto incredibile per il campo vitale.

Quanto avremmo desiderato in caso contrario, resta il fatto che nessuna forza unica di vita è mai stata dimostrata definitivamente di esistere negli esperimenti scientifici. Naturalmente, la prova di una forza di vita, potrebbe un giorno essere trovata, ma non è questo ciò che è affermato in letteratura che promuove la gran parte della medicina alternativa. Ci si vedrà l'affermazione forte che le evidenze scientifiche attuali esiste per qualche entità oltre la materia convenzionali, e che questa affermazione è supportata dalla moderna teoria fisica - in particolare la meccanica quantistica. Inoltre, le prove non si trovano nei dati dei nostri telescopi più potenti o acceleratori di particelle, sondando di là delle frontiere esistenti. Piuttosto, essa risiede in vaghe, imprecise, aneddotiche rivendicazioni dei presunti poteri curativi di rimedi popolari tradizionali e di altri rimedi. Queste affermazioni semplicemente non seguono da qualsiasi ragionevole applicazione di criteri scientifici.

Il campo bioenergetico non svolge alcun ruolo nella teoria e pratica della biologia e della medicina scientifica. Vitalismo e campi bioenergetici rimangono ipotesi non richiesto dai dati, deve essere respinta dal rasoio di Occam, finché i dati della domanda in altro modo.




Il livello di significatività di studi medici

Nel mio campo della fisica delle particelle, riviste rispettabili come Physical Review Letters, non pubblicherà alcuna rivendicazione di un nuovo fenomeno, come prova per il quark top e la massa del neutrino, a meno che i dati non abbiano un livello di "significato" del 10 -- 4 o meno. Ciò significa che, se lo stesso esperimento è ripetuto 10.000 volte, l'effetto segnalato sarebbe stato prodotta artificialmente, come una fluttuazione statistica o di un errore sistematico, non più di una volta, in media.
In medicina, e in settori correlati, come la psicologia e la farmacologia, e nelle scienze sociali, come pure il livello di significatività per la pubblicazione sulle riviste migliore è in genere il cinque per cento. Cioè, l'esperimento deve essere ripetuto solo venti volte, in media, per avere l'effetto segnalato e non essere vero, ma il risultato di un artefatto di questo esperimento. Ciò significa che ogni carta ventesimo folio che leggi potrebbe essere un colpo di fortuna, anche se molti, ovviamente, superano la soglia di significatività e così la frazione di risultati affidabili è probabilmente, per fortuna, molto più grande.

Questo criterio molto basso nelle scienze umane è giustificato con l'argomento molto ragionevole che ogni nuovo risultato dovrebbe essere oggetto di un uso il più presto possibile nel caso in cui si possono salvare vite umane. Infatti, i ricercatori medici sono esposti a forti pressioni, sconosciuti nel resto della scienza, per rendere i risultati disponibili ben prima che possa essere confermata da criteri e le procedure che sono piuttosto convenzionali in altre discipline. Inoltre, in molti casi questo è forse il meglio che si può fare, data la maggiore complessità del corpo umano o umana dei sistemi sociali rispetto ai sistemi tipici studiati in fisica. Ancora, potrebbe fare bene per le discipline umane circoscriversi un po’, cosa che eviterà molta confusione, e molto probabilmente riuscirà ad avanzare, in quanto meno ricercatori perderanno tempo e denaro in seguito a vicoli ciechi che sono suggerite dalla ricerca già ", pubblicati nelle riviste e pubblicazioni condivise.


Potremmo chiederci: quale criterio dovrebbe essere applicato a quegli studi che sostengono di mostrare un po 'la terapia funziona, quando la terapia che viola i principi scientifici consolidati, come le leggi della fisica convenzionale? Per esempio, dovremmo pubblicare un esperimento che indica il tocco terapeutico opere in cui il livello di significatività è di cinque per cento? Io sostengo che non dovremmo. Data la difficoltà di stimare con precisione gli errori in ogni esperimento umano, alcuna di queste rivendicazioni sono di gran lunga più probabile che sia sbagliato che uno su venti. Uno a uno sono più probabilità di essere sbagliata.

Non sto sostenendo la censura ma norme più severe da applicare solo per eventuali richieste straordinarie, nel campo della fisica e della medicina. Quando il livello di significatività per i campi bioenergetici raggiunge il 0,01 per cento, vale a dire uno su diecimila possibilità di un artefatto, quindi pubblicare via e guardare i fisici lotta per un'alternativa alle loro teorie tradizionali della materia.


Se i campi bioenergetici esistono, quindi circa duecento anni di fisica, chimica, biologia e deve essere rivalutato. Vorrei insistere sul fatto che ogni esperimento che sostiene la loro esistenza è costretto ad obbedire agli stessi criteri a cui i fisici delle particelle e ricercatori d'avanguardia devono obbedire, un livello di significatività di una parte su diecimila, piuttosto che una parte su venti. Una cosa è pubblicare un risultato di bassa significatività che non violi i principi noti, ma un altro è pubblicare quello che le forze della scienza di sottoporsi ad un paradigma-shift e riorientare le risorse limitate di ricerca per le zone che sono estremamente improbabile che qualsiasi pagamento chiuso.

Gran parte della medicina alternativa si basa sulle indicazioni che violano consolidati principi scientifici. Quelli che richiedono l'esistenza di un campo bioenergetico, se tocco terapeutico o l'agopuntura, dovrebbero incontrare gli stessi criteri, come chiunque altro, che sostiene un fenomeno la cui esistenza va al di là della scienza stabilito. Hanno un enorme onere della prova, ed è tempo che la società di cui è sulle loro spalle sottili.




RINGRAZIAMENTI

L'autore è grato per i commenti molto utili di Benedetto Adamson, il dottor Stephen Barrett, Paul Bernhardt, Keith Douglas, Robert G. Grimes, Jim Humphreys, Peter Huston, e il Dr. David Ramey.
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Bioenergetic Fields - INGLESE ITALIANO   Oggi a 0:21

Tornare in alto Andare in basso
 
Bioenergetic Fields - INGLESE ITALIANO
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico :: TERAPIE ALTERNATIVE E LOGICA - ALTERNATIVE THERAPIES AND LOGIC :: Lo scientismo New Age e le Terapie Alternative - New Age False Science and Alternative Therapies :: New Age pseudo Medicine - Le pseudo terapie alternative new age-
Andare verso: