Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico
Nei momenti più bui, ricorda sempre di fare un passo alla volta.
Voler ottenere tutto e subito è sciocco
Nei momenti più difficili, ricorda sempre che le abitudini stabiliscono un destino.
Stabilisci quelle che ti danno energia e crescita.
È solo nell’ora più profonda del Duat, nella Notte oscura dell’anima che possiamo vedere noi stessi.
E capire come superare la notte.
Non rifuggire l’oscurità, impara a vederci attraverso.
Tutto passa e scorre, il giorno diviene notte e la notte giorno.
Ciò che è bene per te ora domani diverrà un ostacolo e un impedimento, o un danno, e viceversa.
Tutto finisce e muta, come la pelle di un serpente.
Impara ad essere la volontà pura di vivere e non la pelle morta di un intento esaurito.
Tutto ciò che non supera l’alba del tuo nuovo giorno, non deve essere portato con te.
Il mondo è infinito, non giudicare perdite e guadagni come il piccolo pescatore che non ha mai visto l’Oceano.
Sconfinate sono le possibilità della Ruota.
Impara a fluire e solo allora senza occhi, senza orecchie né pensiero, vedrai, sentirai e capirai il Tao.
(Admin - Shamanism & Co. © 2011 - All rights reserved)


Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico

forum di sciamanesimo, antropologia, spirito critico, terapie alternative, esoterismo. Forum of shamanism, anthropology, criticism, alternative therapies and esoterism
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Una vita intera registrata su supporto elettronico, minuto per minuto

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Una vita intera registrata su supporto elettronico, minuto per minuto   Mer 14 Apr 2010 - 16:24

http://universum-ita.blogspot.com/2009/09/anche-bell-studia-come-registrare-i.html

Dieci anni di ricordi su computer
l'esperimento di Gordon Bell


Il ricercatore 75enne della Microsoft ha registrato e trasferito su pc un decennio di avvenimenti. Ed è sicuro: "Ne 2020 faremo tutti così. Ma occhio alla privacy"


ARCHIVIARE le proprie memorie su computer. Certo, siamo convinti di farlo già ora, conservando le mail e salvando le foto digitali nel pc. Ma c'è chi si è spinto oltre. Si tratta di Gordon Bell, ricercatore Microsoft, che negli ultimi dieci anni ha registrato ogni singolo avvenimento della sua vita.

Gli strumenti. Intervistato dalla Cnn, il settantacinquenne Bell ha raccontato di aver portato sempre con sé le apparecchiature per fotografare, riprendere e registrare quello che gli accadeva, usando anche un nuovo prodotto Microsoft, la "SenseCam". In poche parole, si tratta di una macchina fotografica che, indossata intorno al collo, si accorge di un qualsiasi cambiamento dell'ambiente circostante e scatta automaticamente una foto. "Ma la portavo con me solo quando sapevo che sarebbe successo qualcosa di interessante - ha spiegato - altrimenti mi bastava la mia normale macchinetta digitale".

I ricordi. Oltre alle foto, il "backup mnemonico" di Bell comprende ricevute, posta (elettronica e non), ricette mediche, scontrini e il file pdf di ogni singola pagina internet visitata. Il ricercatore ha deciso di fissare in particolar modo i ricordi piacevoli: "Amo molto mangiare, per questo ho fotografato spesso piatti con del buon cibo ben presentato". Ma non si è nascosto quando si trattava di registrare situazioni spiacevoli: "Beh, è la mia vita. Anche se ci sono cose di cui mi vergogno, ho messo tutto in archivio".

Un senso di libertà. Gordon Bell non crede che il fatto di registrare tutto possa impigrirci: "Io ho sentito solo un grande senso di libertà per non dover ricordare ogni singolo particolare. In fondo, ormai la gente dimentica i numeri di telefono perché li ha memorizzati sul cellulare, e non mi sembra che la vita sia peggiorata per questo". E aggiunge: "Dimenticare non è una caratteristica della nostra mente, ma un difetto. La tecnologia ci aiuta in questo senso".

Strettamente privato. Una grande fiducia nel progresso, con un'unica avvertenza: "Credo che le nostre memorie, anche se digitalizzate, debbano restare un fatto privato. Quello che poi decidiamo di mettere su Facebook è affare nostro e solo nostro". Ma Bell non teme che i rapporti umani possano diventare troppo cauti, falsati dalla consapevolezza che nulla sarà dimenticato: "Certo, ci saranno cause in tribunale e leggi in materia. Ma io non sono ossessionato dalla cosa. Magari la gente della mia età lo è, ma per le nuove generazioni è un fatto naturale".

Così naturale che ormai è routine sentire di storie finite, matrimoni disfatti, amicizie bruscamente interrotte, tutto per colpa di Facebook. Magari perché quella sera in cui eravamo ufficialmente a letto con l'influenza, qualcuno ci ha taggato in una foto mentre ballavamo ubriachi sui tavoli di un locale. E non è un caso se ora, tra i consigli agli studenti, c'è quello di eliminare dalla rete foto "che la nonna non approverebbe", pena un futuro lavorativo compromesso.
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Una vita intera registrata su supporto elettronico, minuto per minuto   Mer 23 Giu 2010 - 17:20

Il mondo della fantascienza è pieno di racconti che trattano argomenti simili...da Brainstorm, Johnny Mnemonic, Strange Days ecc.

Quindi doveva capitare prima o poi che il racconto di fantascienza si trasformasse in realtà quotidiana dell'uomo.

In realtà, come dice l'articolo, in parte già stiamo memorizzando parte della nostra vita...forse è per la paura di morire che l'uomo cerca di preservare una parte di sé? O è perchè non vuole essere dimenticato?

Ma poi tutti quei dati sono realmente ciò che ci rendono unici e particolari? Non credo...

Tu che ne pensi Admin?

Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Una vita intera registrata su supporto elettronico, minuto per minuto   Sab 26 Giu 2010 - 12:44

Tila ha scritto:
Il mondo della fantascienza è pieno di racconti che trattano argomenti simili...da Brainstorm, Johnny Mnemonic, Strange Days ecc.

Quindi doveva capitare prima o poi che il racconto di fantascienza si trasformasse in realtà quotidiana dell'uomo.

In realtà, come dice l'articolo, in parte già stiamo memorizzando parte della nostra vita...forse è per la paura di morire che l'uomo cerca di preservare una parte di sé? O è perchè non vuole essere dimenticato?

Ma poi tutti quei dati sono realmente ciò che ci rendono unici e particolari? Non credo...

Tu che ne pensi Admin?


penso che queste cose possono essere fatte per molti motivi:

c'è chi lo fa per desiderio di essere ricordato e per paura della morte magari.

C'è chi lo fa per moda, in ogni caso entrambi i casi possono essere ricondotti alla importanza personale che ci si da.

Ci sono le problematiche legate alla privacy.

Ora sulla Rete sembra che tutti abbiano un ordine superiore per cui ciunque deve parlare di se in ogni particolare, anche di quanti str@@zi ha fatto al cesso la sera prima.

E ci sono le tematiche legate legalmente alla mancanza di privacy, alla sua violazione, ai furti di identità, etc.

Registrare tutto, perché per quale motivo?

Davvero pensiamo che questi ausilii ci imopediscano di dimenticare? Io sono convinto che nella nostra mente tutto resti tracciato, almeno tutto quello su cui la nostra attenzione è in grado di fissarsi.
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Una vita intera registrata su supporto elettronico, minuto per minuto   Sab 26 Giu 2010 - 12:58

Admin ha scritto:

penso che queste cose possono essere fatte per molti motivi:
c'è chi lo fa per desiderio di essere ricordato e per paura della morte magari.
C'è chi lo fa per moda, in ogni caso entrambi i casi possono essere ricondotti alla importanza personale che ci si da.
Ci sono le problematiche legate alla privacy.
Ora sulla Rete sembra che tutti abbiano un ordine superiore per cui ciunque deve parlare di se in ogni particolare, anche di quanti str@@zi ha fatto al cesso la sera prima.

Very Happy Grazie Admin, avevo proprio bisogno di una bella risata...sai se non fai parte del gregge non sei umano...credo che in parte sia anche una questione di moda come dici tu


Admin ha scritto:
E ci sono le tematiche legate legalmente alla mancanza di privacy, alla sua violazione, ai furti di identità, etc.
Registrare tutto, perché per quale motivo?
Davvero pensiamo che questi ausilii ci imopediscano di dimenticare? Io sono convinto che nella nostra mente tutto resti tracciato, almeno tutto quello su cui la nostra attenzione è in grado di fissarsi.

Il cervello è una cosa meravigliosa, meglio di qualsiasi computer...siamo noi che non lo utilizziamo al 100% ...



Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Una vita intera registrata su supporto elettronico, minuto per minuto   Oggi a 2:55

Tornare in alto Andare in basso
 
Una vita intera registrata su supporto elettronico, minuto per minuto
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico :: OFF TOPIC :: Off Topics-
Andare verso: