Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico
Nei momenti più bui, ricorda sempre di fare un passo alla volta.
Voler ottenere tutto e subito è sciocco
Nei momenti più difficili, ricorda sempre che le abitudini stabiliscono un destino.
Stabilisci quelle che ti danno energia e crescita.
È solo nell’ora più profonda del Duat, nella Notte oscura dell’anima che possiamo vedere noi stessi.
E capire come superare la notte.
Non rifuggire l’oscurità, impara a vederci attraverso.
Tutto passa e scorre, il giorno diviene notte e la notte giorno.
Ciò che è bene per te ora domani diverrà un ostacolo e un impedimento, o un danno, e viceversa.
Tutto finisce e muta, come la pelle di un serpente.
Impara ad essere la volontà pura di vivere e non la pelle morta di un intento esaurito.
Tutto ciò che non supera l’alba del tuo nuovo giorno, non deve essere portato con te.
Il mondo è infinito, non giudicare perdite e guadagni come il piccolo pescatore che non ha mai visto l’Oceano.
Sconfinate sono le possibilità della Ruota.
Impara a fluire e solo allora senza occhi, senza orecchie né pensiero, vedrai, sentirai e capirai il Tao.
(Admin - Shamanism & Co. © 2011 - All rights reserved)


Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico

forum di sciamanesimo, antropologia, spirito critico, terapie alternative, esoterismo. Forum of shamanism, anthropology, criticism, alternative therapies and esoterism
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Elenco di testi fondamentali di sciamanesimo - opere generali

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Elenco di testi fondamentali di sciamanesimo - opere generali   Lun 20 Apr 2009 - 13:36

Mircea Eliade, Lo sciamanismo e le tecniche dell'estasi, Edizioni Mediterranee 1974; ed. originale 1951


Nel campo degli studi sullo sciamanismo, questo lavoro di Mircea Eliade ha rappresentato la prima opera comprensiva sull'argomento. In questo testo, il grande studioso delle religioni comparate ha raccolto e confrontato gran parte del materiale etnografico disponibile nella prima metà del Novecento. Pubblicato originariamente in francese nel 1951, poi riveduto e ampliato per l'edizione inglese del 1964, Lo sciamanismo e le tecniche dell'estasi rimane tuttora il fondamento degli studi teorici sullo sciamanismo. Uno dei suoi meriti maggiori consiste nell'aver portato ad una interpretazione più oggettiva e ad una rivalutazione di questo fenomeno, definendone in modo chiaro ed univoco le caratteristiche distintive. Secondo l'interpretazione di Eliade, lo sciamano è colui che compie dei viaggi in altri mondi in uno stato alterato di coscienza ("estasi"). Il viaggio è la tecnica sciamanica fondamentale per entrare in contatto con il mondo degli spiriti e ottenere, con questa comunicazione, conoscenze e poteri terapeutici. La definizione data da Eliade di "tecnica dell'estasi" mette in luce il carattere intenzionale, consapevole e disciplinato del viaggio sciamanico.


I vari capitoli descrivono la cosmologia dello sciamano, le forme dell'iniziazione, l'acquisizione dei poteri magici e le varie sfere del lavoro sciamanico (guarigione, divinazione, accompagnamento delle anime nell'aldilà, ecc.). Questi elementi sono analizzati sia nei loro aspetti più generali e astratti, sia nelle loro manifestazioni concrete prendendo in esame tutte le società, antiche e contemporanee, in cui queste pratiche sono state documentate. Per la sua complessità, il livello di elaborazione teorica e la ricchezza dei dati etnografici, l'opera di Eliade è un testo indispensabile per chiunque voglia condurre delle ricerche approfondite sull'argomento.





Joan Halifax, Lo sciamano. Il maestro dell'estasi, Red Edizioni, Como 1990; ed. originale 1982





Il tema centrale attorno al quale si sviluppa il libro di Joan Halifax è l'esperienza dell'iniziazione sciamanica. Questa si può descrivere come un processo, spesso drammatico, di smembramento e dissolvimento del vecchio sé. E' il passo indispensabile per poter rinascere come soggetto nuovo, rinnovato e rigenerato attraverso il contatto intimo e l'unione con la realtà spirituale. Per Halifax, lo sciamano è il "guaritore ferito" - the wounded healer, come dice il titolo dell'originale inglese - colui che, portando ancora le ferite della propria malattia, può identificarsi con quella degli altri e, in questo modo, aiutarli a combatterla e superarla. E' colui che, attraverso l'esperienza di iniziazione, ha ottenuto l'accesso al mondo degli spiriti ed è divenuto partecipe del loro potere, che ora può canalizzare e far fluire nel mondo degli uomini.


Pur senza pretendere di esaurire l'argomento, il testo di Halifax offre un'analisi estremamente interessante del viaggio interiore dello sciamano, del suo stretto rapporto con il mondo degli spiriti e della sua funzione di intermediario e tramite tra i poteri invisibili e il mondo umano. Il testo è illustrato con numerose immagini che trasmettono con grande efficacia l'intensità e la profondità di tali esperienze. Molte rappresentano artefatti, oggetti di potere, maschere, costumi sciamanici e altre produzioni artistiche. L'autrice si sofferma molto sul valore simbolico dell'arte sciamanica, tuttavia sembra esserci anche un'altra ragione per questo. Come è stato scritto, l'arte sciamanica non rappresenta il potere: essa è il potere.











Piers Vitebsky, Gli sciamani, Edizioni E.D.T., Torino, 1998; ed. originale 1995





Questo testo offre un panorama ampio e sufficientemente esaustivo dello sciamanismo, riuscendo a condensare un argomento così complesso in un volume accessibile e di facile consultazione. L'autore esamina il fenomeno dello sciamanismo sia nei suoi elementi costitutivi, sia nelle sue differenti manifestazioni presso i vari popoli. Gli aspetti considerati includono: la cosmologia sciamanica, la chiamata e le forme dell'iniziazione, il viaggio sciamanico e le sue modalità di induzione (mediante il suono del tamburo o gli allucinogeni), la funzione e il ruolo dello sciamano nella sua comunità, le specializzazioni del lavoro sciamanico (guarigione, divinazione, ecc.). Per ogni aspetto vengono messi in luce sia gli elementi comuni e unificanti, sia gli elementi specifici o unici a determinate culture. Per l'autore è importante collocare la figura dello sciamano entro un quadro ben definito, esaminandone le concezioni e le pratiche nei termini del più ampio contesto culturale. Nel complesso, si tratta di un libro estremamente valido e utile per la sua capacità di offrire una visione sintetica dello sciamanismo, riuscendo al tempo stesso a illustrarne gli aspetti chiave senza cadere in semplificazioni. Il testo è corredato da numerose illustrazioni a colori che trasmettono un senso più vivo e immediato delle differenti tradizioni dello sciamanismo.





Ricerche specialistiche





Davide Melzi, La via dello sciamanesimo boreale, Edizioni della Terra di Mezzo, Milano 1996





Questo libro rappresenta uno studio approfondito delle ricche tradizioni sciamaniche dei popoli dell'Eurasia settentrionale e delle regioni subartiche (Eschimesi e Lapponi). Specialmente tra le popolazioni della Siberia, lo sciamanismo ha raggiunto le sue manifestazioni più compiute, quelle forme classiche per le quali si è spesso visto nella Siberia la terra di elezione, se non la culla di origine dello sciamanismo. Il testo di Melzi offre una visione d'insieme e un'interessante interpretazione degli aspetti salienti dello sciamanismo siberiano. La parte centrale del lavoro si focalizza sull'uso del tamburo come principale mezzo operativo che lo sciamano utilizza per ottenere la sua conoscenza iniziatica e i suoi poteri magici. L'autore descrive in modo dettagliato la fabbricazione del tamburo rituale e le tecniche d'uso di questo strumento, mettendo in evidenza le differenze e le analogie esistenti tra i vari popoli presso i quali lo sciamanismo è sopravvissuto fino ad oggi. Egli analizza il significato e la funzione del tamburo quale veicolo per accedere ai regni spirituali; è infatti considerato un essere vivo - cavallo o renna - che trasporta lo sciamano in altri mondi. Il tamburo è inoltre una mappa dell'itinerario dello sciamano, un sistema di simboli che rappresenta il mondo e riassume in sé l'intero cosmo. Le pagine dedicate al simbolismo del tamburo sono particolarmente illuminanti e contengono un'ampia documentazione.





Carlotta Capacchi, L'Aldilà degli sciamani, Palatina Editrice, Parma 1996





Carlotta Capacchi, con L'Aldilà degli sciamani, affronta il tema del rapporto tra il mondo dei vivi e il mondo dei morti nello sciamanismo eurasiatico. I primi capitoli trattano argomenti generali: le caratteristiche dello sciamanismo e la sua diffusione geografica, il problema della morte e il suo significato, la concezione dell'anima e la sua complessità, la localizzazione e le caratteristiche dell'aldilà, le concezioni cosmologiche, il ruolo dello sciamano nella vita sociale e spirituale della sua comunità. I capitoli conclusivi affrontano in modo più dettagliato il problema dei defunti e delle loro diverse possibilità di intervento nell'universo dei vivi, il culto dei morti e il suo sviluppo in venerazione degli antenati, la varietà e gli scopi dei riti funebri. Si tratta di un testo di notevole livello, in cui le varie problematiche vengono esaminate con grande precisione analitica e rigore metodologico e con grande ricchezza di riferimenti etnografici e linguistici. Particolarmente interessanti sono la discussione delle concezioni dell'anima (il cosiddetto "dual-pluralismo" dell'anima) e le considerazioni che tentano di ricostruire, anche storicamente, l'articolazione tra le due maggiori rappresentazioni del cosmo (verticale e orizzontale).


Nota: Trattandosi di un testo accademico, il libro di Capacchi è difficile da trovare nelle librerie. Si consiglia pertanto di contattare direttamente l'editore: Palatina Editrice, Borgo G. Tommasini 9/a, 43100 Parma, tel. 0521 231 1028.


FONTE: http://www.studisciamanici.it/testisciamanesimo.html
Tornare in alto Andare in basso
TheGreat



Maschile Numero di messaggi : 40
Data d'iscrizione : 27.08.09

MessaggioOggetto: Re: Elenco di testi fondamentali di sciamanesimo - opere generali   Gio 27 Ago 2009 - 19:43

Utile questa sezione, segnalo anche se non è proprio incentrato sullo sciamanesimo, il libro: Queste Oscure Materie , in cui c'è giusto qualche riferimento allo sciamanesimo e uno dei personaggi chiave del secondo volume (è una trilogia) è uno sciamano...
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Elenco di testi fondamentali di sciamanesimo - opere generali   Ven 28 Ago 2009 - 7:01

TheGreat ha scritto:
Utile questa sezione, segnalo anche se non è proprio incentrato sullo sciamanesimo, il libro: Queste Oscure Materie , in cui c'è giusto qualche riferimento allo sciamanesimo e uno dei personaggi chiave del secondo volume (è una trilogia) è uno sciamano...


mi hai fatto rizzare le antennine della curiosità ora...se vuoi puoi parlarcene in maniera piu particolareggiata.

Per poter anche essere utile a chi dopo aver letto la tua scheda si è interessato, generalmente inseriamo anche i dati essenziali della pubblicazione in italiano (ma questo vale anche per le opere in altre lingue).

Se vuoi puoi inserire la casa editrice, l'anno di pubblicazione, l'autore, ecc.

Se non riesci a reperire le informazioni, possiamo poi provarci noi.

Aspetto un tuo racconto del testo!
Tornare in alto Andare in basso
TheGreat



Maschile Numero di messaggi : 40
Data d'iscrizione : 27.08.09

MessaggioOggetto: Re: Elenco di testi fondamentali di sciamanesimo - opere generali   Ven 28 Ago 2009 - 17:35

Ok non c'è nessun problema, non l'ho fatto perchè diciamo che dello sciamanesimo si parla poco, comunque.

Philip Pullman, Queste Oscure Materie (titolo originale: His Dark Materials), Distribuito da Salani, Trilogia scritta nel 1995-1997-2000

E' una trilogia composta da: La Bussola d'oro (Northern lights), La lama sottile (The Subtle Knife) e Il cannocchiale d'ambra (The Amber Spyglass) reperibile sia singolarmente che in un'edizione contenente antrambi i 3 libri. Del primo libro è stato tratto un film che però onestamente non mi è piaciuto molto (meglio il libro).
Sulla trama ci sarebbe molto da dire, la protagonista è Lyra che che si trova coinvolta in un viaggio per salvare dei bambini catturati e suo zio (lei crede che deve salvarlo), in questa avventura incontrerà molti nemici ma anche degli alleati come un temibile orso corazzato. Nel secondo volume invece la scena cambia infatti Lyra (non dico come per non svelare la trama) giunge in altre dimensioni, diciamo mondi paralleli in cui incontra nuovi amici e nemici, qui incontra Will un ragazzo che sarà al centro delle vicende.
Il primo riferimento allo sciamanesimo è evidente, infatti nel mondo parallelo in cui si svolge il primo libro e parte degli altri, tutti vengono accompagnati da un Daimon, esso è come l'anima della persona che appare sotto forma di animale, diverso da persona a persona, in molti casi appare anche come la parte più saggia e non può essere allontanato dall'umano.
Inoltre il padre di Will è un'esploratore che durante un viaggio al nord attraversa un portale che lo porta in un mondo parallelo, quello dei daimon e di Lyra qui lui studia e diventa uno sciamano, la cosa molto significativa è che la dimensione di Will è la nostra e qui non ci sono daimon (Will non ne ha e neanche gli altri e quando lo dice a Lyra lei dall'inizio è spaventata poi dice che probabilmente lo abbiamo dentro di noi) però il padre di Will ha un daimon.
Inoltre è pieno di riferimenti ad altre teorie come quella dei mondi paralleli ecc...
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Elenco di testi fondamentali di sciamanesimo - opere generali   Sab 29 Ago 2009 - 20:46

TheGreat ha scritto:
Ok non c'è nessun problema, non l'ho fatto perchè diciamo che dello sciamanesimo si parla poco, comunque.

Philip Pullman, Queste Oscure Materie (titolo originale: His Dark Materials), Distribuito da Salani, Trilogia scritta nel 1995-1997-2000

E' una trilogia composta da: La Bussola d'oro (Northern lights), La lama sottile (The Subtle Knife) e Il cannocchiale d'ambra (The Amber Spyglass) reperibile sia singolarmente che in un'edizione contenente antrambi i 3 libri. Del primo libro è stato tratto un film che però onestamente non mi è piaciuto molto (meglio il libro).
Sulla trama ci sarebbe molto da dire, la protagonista è Lyra che che si trova coinvolta in un viaggio per salvare dei bambini catturati e suo zio (lei crede che deve salvarlo), in questa avventura incontrerà molti nemici ma anche degli alleati come un temibile orso corazzato. Nel secondo volume invece la scena cambia infatti Lyra (non dico come per non svelare la trama) giunge in altre dimensioni, diciamo mondi paralleli in cui incontra nuovi amici e nemici, qui incontra Will un ragazzo che sarà al centro delle vicende.
Il primo riferimento allo sciamanesimo è evidente, infatti nel mondo parallelo in cui si svolge il primo libro e parte degli altri, tutti vengono accompagnati da un Daimon, esso è come l'anima della persona che appare sotto forma di animale, diverso da persona a persona, in molti casi appare anche come la parte più saggia e non può essere allontanato dall'umano.
Inoltre il padre di Will è un'esploratore che durante un viaggio al nord attraversa un portale che lo porta in un mondo parallelo, quello dei daimon e di Lyra qui lui studia e diventa uno sciamano, la cosa molto significativa è che la dimensione di Will è la nostra e qui non ci sono daimon (Will non ne ha e neanche gli altri e quando lo dice a Lyra lei dall'inizio è spaventata poi dice che probabilmente lo abbiamo dentro di noi) però il padre di Will ha un daimon.
Inoltre è pieno di riferimenti ad altre teorie come quella dei mondi paralleli ecc...

ottimo Very Happy

io avevo visto il film del primo volume.

Lo ho trovato molto interessante....è un bel modo di comunicare in maniera fantasy e col tono del racconto fantasy tematiche a volte cosi complesse e difficili da gestire e semplificare.

Una ultima cosa: ragazzi se volete potete tranquillamente postare un topic per ciascun libro nella sezione libreria dello sciamano!

Se volete fare cosi pero diamoci una regola: creare una scheda di presentazione all'inizio del post.

Ad esempio:

NOME DEL LIBRO
AUTORE
EDITORE

O anche come hai fatto Philip Pullman, Queste Oscure Materie (titolo originale: His Dark Materials), Distribuito da Salani, Trilogia scritta nel 1995-1997-2000

poi un breve riassunto.

Una scheda per ciscun libro permetterà a tutti di avere sott'occhio nella lista elenco dei post i libri senza doverli cercare.

TheGreat, se hai voglia puoi anche aprire gia un post su questo libro.

Ottimo lavoro,

Buona serata.
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Maschile Capra
Numero di messaggi : 2142
Data d'iscrizione : 04.02.09
Età : 37
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Elenco di testi fondamentali di sciamanesimo - opere generali   Ven 4 Dic 2009 - 7:12

Bibliography:


Blacker, Carmen. The Catalpa Bow. London: Devonshire Press, 1975.
Hardacre, Helen. “Shinmeiaishinkai and the study of shamanism in contemporary
Japanese life.” In P.F. Kornicki and I.J. McMullen, eds. Religion in Japan.
Cambridge, U.K.: Cambridge University Press, 1996.
Hooker, Richard. Women and Women’s Communities in Ancient Japan.
www.wsu.edu:8001/~dee/ANCJAPAN/WOMEN.HTM
Hori Ichiro. Folk Religion in Japan. Chicago: University of Chicago Press, 1968.
Kawamura Kunimitsu. The Life of a Shamaness: Scenes from the Shamanism of
Northeastern Japan.
www.kokugakuin.ac.jp/ijcc/wp/cpjr/folkbeliefs/kawamura.html
Ortolani, Benito. The Japanese Theatre. New Jersey: Princeton University Press,
1990.
Ruch, Barbara. “The other side of culture in medieval Japan.” In Kozo
Yamamura, ed. The Cambridge History of Japan, vol. 3. Cambridge, U.K.:
Cambridge University Press, 1990.
Tsushiro Hirofumi. Shaman: a Successor of Traditional Wisdom.
www.culturelink.or.kr/article/shaman/tsushiro.html
Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Elenco di testi fondamentali di sciamanesimo - opere generali   Gio 14 Apr 2011 - 12:39

Admin grazie a Google libri abbiamo l'occasione di leggere uno stralcio di Lo sciamanismo e le tecniche dell'estasi di Mircea Eliade Ed. Mediterranee.

Buona lettura!

http://books.google.it/books?id=kYWMd9XdI-QC&printsec=frontcover&dq=sciamanismo&hl=it&ei=RuqmTfHMD4jzsgbrpPCQCA&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=1&ved=0CDwQ6AEwAA#v=onepage&q&f=false

Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Elenco di testi fondamentali di sciamanesimo - opere generali   Oggi a 2:55

Tornare in alto Andare in basso
 
Elenco di testi fondamentali di sciamanesimo - opere generali
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico :: LIBRI E COLLEGAMENTI WEB - BOOKS AND WEBSITES :: La biblioteca dello sciamano - Shaman Library-
Andare verso: