Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico
Nei momenti più bui, ricorda sempre di fare un passo alla volta.
Voler ottenere tutto e subito è sciocco
Nei momenti più difficili, ricorda sempre che le abitudini stabiliscono un destino.
Stabilisci quelle che ti danno energia e crescita.
È solo nell’ora più profonda del Duat, nella Notte oscura dell’anima che possiamo vedere noi stessi.
E capire come superare la notte.
Non rifuggire l’oscurità, impara a vederci attraverso.
Tutto passa e scorre, il giorno diviene notte e la notte giorno.
Ciò che è bene per te ora domani diverrà un ostacolo e un impedimento, o un danno, e viceversa.
Tutto finisce e muta, come la pelle di un serpente.
Impara ad essere la volontà pura di vivere e non la pelle morta di un intento esaurito.
Tutto ciò che non supera l’alba del tuo nuovo giorno, non deve essere portato con te.
Il mondo è infinito, non giudicare perdite e guadagni come il piccolo pescatore che non ha mai visto l’Oceano.
Sconfinate sono le possibilità della Ruota.
Impara a fluire e solo allora senza occhi, senza orecchie né pensiero, vedrai, sentirai e capirai il Tao.
(Admin - Shamanism & Co. © 2011 - All rights reserved)


Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico

forum di sciamanesimo, antropologia, spirito critico, terapie alternative, esoterismo. Forum of shamanism, anthropology, criticism, alternative therapies and esoterism
 
IndicePortaleFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Foca

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Foca    Sab 8 Gen 2011 - 11:41

Buondì a tutti,

questo animale totem è associato all'acqua, che rappresenta l'elemento creativo, simbolo del femminile, dell'emotività, dell'immaginazione e del sogno....ma della sua simbologia parleremo dopo intanto riporto qualcosa sulle sue caratteristiche grazie a wikipedia, come sempre per un approfondimento se ne consiglia la visione al link originale.

Buona lettura!

FONTE: http://it.wikipedia.org/wiki/Phocidae


FONTE IMMAGINE: http://it.wikipedia.org/wiki/File:Europ%C3%A4ischer_Seehund.jpg

Phocidae
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le Foche (Phocidae, Gray 1821) sono una famiglia di mammiferi carnivori marini appartenenti alla superfamiglia dei Pinnipedi. Le foche vivono lungo le coste dei mari ghiacciati, freddi e temperati, solo poche specie nei mari caldi e nei laghi (mar Caspio, lago Bajkal e lago d'Aral).

Le foche sono oggetto di feroce caccia per il grasso e, i cuccioli, per la pelle utilizzata dall'industria conciaria.

Indice
[nascondi]

* 1 Morfologia
* 2 Riproduzione
* 3 Tassonomia
* 4 Voci correlate
* 5 Altri progetti

Morfologia [modifica]

Le foche sono mammiferi adattati alla vita acquatica, con un corpo allungato, irregolarmente cilindrico, rivestito da uno spesso strato adiposo ricoperto da un fitto pelo corto, vellutato, impermeabile all'acqua. Hanno la testa piccola e leggermente appiattita ed orecchie prive di padiglione auricolare esterno. Per favorire la progressione in acqua, i loro capezzoli sono retrattili, i loro testicoli sono interni e il loro pene è situato in una guaina interna. Il muso è provvisto di alcuni baffi lunghi e robusti detti vibrisse. Gli arti anteriori sono trasformati in pinne mentre quelli posteriori costituiscono un'unica pinna posteriore.

Riproduzione [modifica]

La gestazione dura circa undici mesi, al termine dei quali viene partorito un unico cucciolo. Per allattare i piccoli, le mamme escono dall'acqua.

Tassonomia [modifica]

Sottofamiglia Focini
Alla sottofamiglia dei focini appartengono la foca comune (Phoca vitulina), diffusa nelle acque costiere degli oceani dell'emisfero nord; la foca della Groenlandia (Pagophilus groenlandicus), che ha sul dorso una grossa macchia nera a forma di U; la foca grigia (Halichoerus grypus); la foca barbata (Erignathus barbatus); la foca del lago Bajkal (Pusa sibirica) e la foca dagli anelli (Pusa hispida), con pelliccia grigiastra a macchie gialline a forma di anello. Esiste anche la Foca fasciata (Histriophoca fasciata), la Foca maggiore (Phoca largha) e la Foca del Caspio (Pusa caspica).

Sottofamiglia Lobodontini
Fanno parte della sottofamiglia dei lobodontini la foca mangiagranchi o cancrivora (Lobodon carcinophagus); la foca di Weddel (Leptonychotes weddellii) e la foca di Ross (Ommatophoca rossii), frequenti nei mari antartici; e la foca leopardo (Hydrurga leptonyx).

Sottofamiglia Monachini
La sottofamiglia dei monachini comprende la foca monaca (Monachus monachus), la Foca monaca delle Hawaii (Monachus schauinslandi) e la perduta Foca monaca delle Antille (Monachus tropicalis).

Sottofamiglia Cistoforini
La sottofamiglia dei cristoforini è costituita dalla foca crestata (o foca dal berretto o foca dal cappuccio) (Cystophora cristata) e la foca elefantina o elefante marino (Mirounga).


* Famiglia Phocidae
o Sottofamiglia Monachinae
+ Tribù Monachini
# Monachopsis (estinto)
# Pristiphoca (estinta)
# Properiptychus (estinto)
# Messiphoca (estinta)
# Mesotaria (estinta)
# Callophoca (estinta)
# Pliophoca (estinta)
# Pontophoca (estinta)
# Foca monaca hawaiana, Monachus schauinslandi
# Foca monaca mediterranea, Monachus monachus
# Foca monaca caraibica, Monachus tropicalis (probabilmente estintasi intorno al 1950)
+ Tribù Miroungini
# Elefante marino settentrionale, Mirounga angustirostris
# Elefante marino meridionale, Mirounga leonina
+ Tribù Lobodontini
# Monotherium wymani (estinto)
# Foca di Ross, Ommatophoca rossi
# Foca cancrivora, Lobodon carcinophagus
# Foca leopardo, Hydrurga leptonyx
# Foca di Weddell, Leptonychotes weddellii
+ Foca dal collo di cigno, Acrophoca longirostris (estinta)
+ Piscophoca pacifica (estinta)
+ Homiphoca capensis (estinta)
o Sottofamiglia Phocinae
+ Kawas benegasorum (estinto)
+ Leptophoca lenis (estinta)
+ Preapusa (estinta)
+ Cryptophoca (estinta)
+ Foca barbata, Erignathus barbatus
+ Foca dal cappuccio, Cystophora cristata
+ Tribù Phocini
# Foca comune o foca dei porti, Phoca vitulina
# Foca maculata o foca larga, Phoca largha
# Foca anellata, Pusa hispida (in passato Phoca hispida)
# Nerpa o foca del Baikal, Pusa sibirica (in passato Phoca sibirica)
# Foca del Caspio, Pusa caspica (in passato Phoca caspica)
# Foca arpa, Pagophilus groenlandica (in passato Phoca groenlandicus)
# Foca fasciata, Histriophoca fasciata (in passato Phoca fasciata)
# Phocanella (estinta)
# Platyphoca (estinta)
# Gryphoca (estinta)
# Foca grigia, Halichoerus grypus


FONTE: http://it.wikipedia.org/wiki/Phoca_vitulina


FONTE IMMAGINE: http://it.wikipedia.org/wiki/File:Common_Seal_Phoca_vitulina.jpg

La foca comune (Phoca vitulina) è un mammifero carnivoro appartenente alla famiglia dei Phocidae.

Intelligenza e comportamento [modifica]

Possiamo ben considerare le foche come animali molto intelligenti. Sanno adattarsi alle varie situazioni, colgono al volo il pericolo che le minaccia e allora diventano prudentissime. Le foche poste di sentinella fiutano, guardano e avvertono gli stimoli in maniera eccezionale. Soprattutto l'udito pare che sia così fine da autorizzarci a parlare di una certa sensibilità musicale. Questi animali sono attirati potentemente dalla musica, dai canti o dal suono delle campane. Riconoscono alla voce il loro istruttore, accorrono se chiamate, invece non degnano di attenzione il richiamo di persone estranee. Solo per un osservatore superficiale la loro flemma può apparire in contrasto con la prontezza dei loro riflessi. Come animali notturni esse infatti passano la più parte del giorno riposando, dormendo o sonnecchiando oppure facendo copiosi bagni di sole. Finiscono così con l'apparire pigrissime o mezzo stordite, adoratrici del sole che solo con fatica riprendono contatto con la realtà.


FONTE: http://en.wikipedia.org/wiki/Earless_seal

Earless seal
From Wikipedia, the free encyclopedia


FONTE IMMAGINE: http://en.wikipedia.org/wiki/File:Seehund.jpg

The true seals or earless seals are one of the three main groups of mammals within the seal superfamily, Pinnipedia. All true seals are members of the family Phocidae (pronounced /ˈfoʊsədiː/). They are sometimes called crawling seals to distinguish them from the fur seals and sea lions of the family Otariidae. Seals live in the oceans of both hemispheres and are mostly confined to polar, sub-polar, and temperate climates, with the exception of the more tropical monk seals.

Anatomy

Adult phocids vary from 1.17 meters (4 ft) in length and 45 kilograms (99 lb) in weight, in the Ringed Seal, to 4.9 meters (16 ft) and 2,400 kilograms (5,291 lb) in the Southern Elephant Seal.[2]

Phocids are more specialized for aquatic life than otariids. They lack external ears and have sleek, streamlined bodies. Retractable nipples, internal testicles and an internal penis sheath provide further streamlining. A smooth layer of blubber lies underneath the skin. Phocids are able to divert blood-flow to this layer to help control their temperature.
[edit] Limbs

Their fore-flippers are used primarily for steering, while their hind flippers are bound to the pelvis in such a way that they cannot bring them under their body to walk on them.

They are more streamlined than fur seals and sea lions and can therefore swim more effectively over long distances. However, because they cannot turn their hind flippers downward, they are very clumsy on land, having to wriggle with their front flippers and abdominal muscles.

Phocids have fewer teeth than land-based members of the Carnivora, although they retain powerful canines. Some species lack molars altogether. The dental formula is: Upper: 2-3.1.4.0-2, lower: 1-2.1.4.0-2

Physiology
[edit] Respiration and circulation

Phocid respiratory and circulatory systems are adapted to allow diving to considerable depths, and they can spend a long time underwater between breaths. Air is forced from the lungs during a dive and into the upper respiratory passages, where gases cannot easily be absorbed into the bloodstream. This helps protect the seal from the bends. The middle ear is also lined with blood sinuses that inflate during diving, helping to maintain a constant pressure.[2]

[edit] Life history
[edit] Swimming

While otariids are known for speed and maneuverability, phocids are known for efficient, economical movement. This allows most phocids to forage far from land to exploit prey resources, while otariids are tied to rich upwelling zones close to breeding sites.

Phocids swim by sideways movements of their bodies, using their hind-flippers to fullest effect.[2]

[edit] Communication

True seals do not communicate by "barking" like otariids. Instead, they communicate by slapping the water and grunting.

Reproduction

Phocids spend most of their time at sea, although they return to land or pack ice to breed and give birth.

Pregnant females spend long periods foraging at sea, building up fat reserves and then returning to the breeding site to use their stored energy to nurse pups. The Common Seal, Phoca vitulina, also known as the Harbor Seal, displays a reproductive strategy similar to that of otariids in which the mother makes short foraging trips between nursing bouts.

Because a phocid mother's feeding grounds are often hundreds of kilometers from the breeding site, she must fast while lactating. This combination of fasting with lactation requires the mother to provide large amounts of energy to her pup at a time when she is not eating (and often, not drinking.) Mothers must supply their own metabolic needs while nursing. This is a miniature version of the humpback whale's strategy. They fast during their months-long migration from arctic feeding areas to tropical breeding/nursing areas and back.

Phocids produce thick, fat-rich milk that allows them to provide their pups with large amounts of energy in a short period. This allows the mother to return to the sea in time to replenish her reserves. Lactation ranges from 28 days in the Northern Elephant Seal to just 3–5 days in the Hooded Seal. The mother ends nursing by leaving her pup at the breeding site to search for food (pups continue to nurse if given the opportunity. )"Milk stealers" that suckle from unrelated, sleeping females are not uncommon; this often results in the death of the mother's pup, since a single female can only feed one pup.

[edit] Growth and maturation

The pup's diet is so high-calorie it builds up a fat store. Before the pup is ready to forage, the mother abandons it, and the pup consumes its own fat for weeks or months while it matures. Seals, like all marine mammals, need time to develop the oxygen stores, swimming muscles, and neural pathways necessary for effective diving and foraging. Seal pups typically eat no food and drink no water during the period, although some polar species eat snow. The post-weaning fast ranges from two weeks in the Hooded Seal to 9–12 weeks in the Northern Elephant Seal. The physiological and behavioral adaptations that allow phocid pups to endure these remarkable fasts, which are among the longest for any mammal, remain an area of active study and research.

Evolution

The earliest fossil phocids date from the mid-Miocene, 15 million years ago in the north Atlantic. Until recently, many researchers believed that phocids evolved separately from otariids and odobenids from otter-like animals, such as Potamotherium, which inhabited European fresh-water lakes. Recent evidence strongly suggests a monophyletic origin for all pinnipeds from a single ancestor, possibly Enaliarctos, most closely related to the bears.

Monk seals and Elephant seals are believed to have first entered the Pacific through the open straits between North and South America, which closed only in the Pliocene. The various Antarctic species may have either used the same route, or traveled down the west coast of Africa.[4]

[edit] References

1. ^ a b Wozencraft, W. Christopher (16 November 2005). "Order Carnivora (pp. 532-628)". In Wilson, Don E., and Reeder, DeeAnn M., eds. Mammal Species of the World: A Taxonomic and Geographic Reference (3rd ed.). Baltimore: Johns Hopkins University Press, 2 vols. (2142 pp.). ISBN 978-0-8018-8221-0. OCLC 62265494. http://www.bucknell.edu/msw3/browse.asp?id=14001028.
2. ^ a b c McLaren, Ian (1984). Macdonald, D.. ed. The Encyclopedia of Mammals. New York: Facts on File. pp. 270–275. ISBN 0-87196-871-1.
3. ^ Peter Saundry. 2010. True Seals. Encyclopedia of Earth. topic ed. C.Michael Hogan, ed. in chief C.Cleveland, National Center for Science and the Environment, Washington DC
4. ^ Savage, RJG, & Long, MR (1986). Mammal Evolution: an illustrated guide. New York: Facts on File. pp. 94–95. ISBN 0-8160-1194-X.


Tornare in alto Andare in basso
Tila
Iniziato Sciamano
Iniziato Sciamano


Femminile Serpente
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 22.03.10
Età : 39
Località : Prov. CN

MessaggioOggetto: Re: Foca    Sab 8 Gen 2011 - 11:57

Vediamo insieme a quale simbologia viene associata questa pucciosa creatura Very Happy

FONTE: http://animalitotem.wordpress.com/2008/02/05/animali-dalla-d-alla-l/

FOCA – Arrendersi al divino. Aiuta a lasciare andare lo sforzo, permettendo alle cose di accadere con naturalezza. Per imparare a fluire attraverso la vita con grazia e facilità. Ti aiuta a recuperare un immagine positiva del tuo corpo.




FONTE: http://www.linsdomain.com/totems/pages/seal.htm

SEAL, SEA LION

Imagination, Creativity, Dreaming

A Seal or Sea Lion Totem can show you how to develop and focus your imagination.
Seal people are highly imaginative and very creative,
and they need activities that channel and direct those activities.

Hearing and balance are very important for a Seal totem.
Learn to listen to your inner self and balance your life to it.
Tap into your Seal totem and expect your dreams to become more vivid and significant.

Some of the information on this webpage was derived from the following sources:
Sans, Jamie & Carson, David. Medicine Cards: the Discovery of Power Through the Way of Animals. Santa Fe, NM. 1988. Print.
Andrews, Ted. Animal-speak: the Spiritual & Magical Powers of Creatures Great & Small. Woodbury, MN: Llewellyn Publications, 1993. Print.
Andrews, Ted. Animal-Wise: the Spirit Language and Signs of Nature. Woodbury, MN: Llewellyn Publications, 1999. Print.
D. J. Conway. Animal Magick: the Art of Recognizing & Working with Familiars. Woodbury, MN: Llewellyn Publications, 2003. Print.
Farmer, Steven D. Animal Spirit Guides. Hayhouse Inc., 2006. Print.


Riporto un sunto dal libro Segni e presagi del mondo animale - i poteri magici di piccole e grandi creature di Ted Andrews Ed. Mediterranee che poi è la stessa fonte del precedente articolo inglese quindi vi sono molte corrispondenze...

L'assenza dei padiglioni auricolari fa sì che l'udito e l'equilibrio assumino un significato importante per chi ha questo animale totem, dovreste chiedervi: state ascoltando persone o cose che non dovreste prestare orecchio? State seguendo i discorsi di altri, piuttosto che i vostri? State perdendo il vostro equilibrio?

Quando si mostra potete aspettarvi sogni vividi e significativi, quindi prestate molta attenzione e procuratevi un blocco per gli appunti perchè la vostra facoltà immaginativa sta per essere risvegliata e stimolata.

Il fatto che questo animale esca fuori dall'acqua per riposare, accoppiarsi e partorire è assai significativo, chi ha questo animale totem deve portare l'energia creativa fuori dal mondo interiore per porla in opera in quello esteriore.
Tornare in alto Andare in basso
 
Foca
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di sciamanesimo, antropologia e spirito critico :: SCIAMANESIMO :: I TEMI DELLO SCIAMANESIMO - THEMES OF SHAMANSIM :: Animali Totem e Spiriti Guida - Totem Animals and Allies Spirits :: Totem Animals F-L-
Andare verso: